Dolore alla spalla

A cura di Trainer Sebastiano Sessa

La spalla: grande mobilità, grande vulnerabilità

I traumi alla spalla sono piuttosto frequenti. Un personal Trainer dovrebbe riconoscerli e applicare un corretto protocollo di allenamento.

Dolore alla SpallaUn Personal Trainer, di fronte ad un cliente con dolore alla spalla, noterà che questo spesso è la conseguenza di instabilità che la rende degenerata. Una spalla dolorosa può essere il sintomo di un trauma. Se il cliente ha male alla spalla, a mio parere il dolore rientra in queste tipologie che descrivo di seguito ed elenco:

PERIARTRITE SCAPOLO OMERALE

La Periartrite Scapolo Omerale è una malattia infiammatoria che coinvolge i tessuti di natura fibrosa che circondano l'articolazione: tendini, borse sierose e tessuto connettivo.
La Periartrite si presenta in modo graduale e insidioso, prima con dolori leggeri e poi con sintomi sempre più evidenti.
Il dolore alla spalla è spesso ad insorgenza notturna, accompagnato a difficoltà nel compiere i movimenti anche i più banali, come per esempio pettinarsi, radersi etc. Con il tempo si possono formare aderenze fibrose che, se trascurate, portano al blocco quasi totale dell'articolazione.

INSTABILITÀ

L'instabilità scapolo-omerale è la condizione in cui l'eccessiva traslazione della testa omerale sulla glenoide compromette la funzione articolare.

LA LUSSAZIONE

E' un trauma grave e significa che la testa omerale è completamente fuoriuscita dalla sua sede anatomica, cioè dalla cavità glenoidea. E' uno dei più significativi traumi possibili a carico della gleno-omerale, la cui risoluzione comunque comporta l'intervento chirurgico.

CUFFIA DEI ROTATORI

La Cuffia dei Rotatori è praticamente rappresentata dalla confluenza del tendine sottoscapolare, che ne forma la parte anteriore; del sottospinoso, che con il piccolo rotondo crea la parte posteriore; del sovraspinoso, che con il legamento coraco-omerale, ne costituisce la parte superiore.
L'inserzione di questi tendini costruisce una cuffia intorno alla testa omerale, che permette di realizzare una quantità infinita di movimenti di rotazione.