Schiacciata della pallavolo

Schiacciata della pallavolo
Ultima modifica 20.10.2023
INDICE
  1. Cos'è la schiacciata della pallavolo e obbiettivo
  2. Come si esegue la schiacciata della pallavolo?
  3. Tipi di schiacciata della pallavolo

Cos'è la schiacciata della pallavolo e obbiettivo

La schiacciata è l'azione di attacco per eccellenza, finalizzata a segnare il punto durante l'azione di gioco.

Rappresenta più spesso il terzo contatto dei giocatori, dopo la ricezione (nel caso di una schiacciata avversaria, un bagher) e il palleggio di passaggio.

Lo scopo della schiacciata è far cadere la palla nel campo avversario, determinandone il fallo.

Schiacciata nella Pallavolo Shutterstock

Come si esegue la schiacciata della pallavolo?

L'esecuzione è di semplice comprensione, non di non facile esecuzione: avvicinamento (rincorsa), salto e colpo sulla palla.

Idealmente, il contatto con la palla dovrebbe avvenire all'apice del salto.

Al momento del contatto, il braccio del battitore è completamente esteso sopra la testa e leggermente in avanti, più in alto possibile, pur mantenendo la capacità di potenza.

Il battitore utilizza l'oscillazione del braccio, l'adduzione frontale del braccio e una rapida flessione del busto per guidare la palla.

"Bounce" è il termine gergale che indica una schiacciata potente e dalla traiettoria pressoché dritta nel campo avversario, che la fa rimbalzare molto in alto. "Kill" è il termine gergale per un attacco che segna il punto.

Tipi di schiacciata della pallavolo

La pallavolo contemporanea comprende una serie di tecniche di schiacciata:

  • Backcourt (linea di difesa): è l'attacco eseguito da un giocatore di difesa. Il giocatore deve saltare da dietro la linea dei 3 metri prima di entrare in contatto con la palla, ma può atterrare davanti. Quando il giocatore centrale nell'ultima fila attacca la palla si ottiene il "Pipe Attack".
  • Line and Cross-court Shot (trasversale): si riferisce al volo diritto e parallelo alle linee laterali.
  • Dip/Dink/Tip/Cheat/Dump: il giocatore non tenta di colpire, ma tocca leggermente la palla, in modo che cada in una zona del campo avversario non coperta dalla difesa. Non è una schiacciata, ma comunque una strategia di attacco.
  • Tool/Wipe/Blocco-abuso: il giocatore non tenta di effettuare una schiacciata forte, ma colpisce la palla in modo che tocchi il muro avversario e poi rimbalzi fuori dal campo.
  • Off-speed hit: il giocatore colpisce piano la palla, riducendone la velocità e confondendo così la difesa avversaria.
  • Quick hit/"One": è un attacco (di solito da parte del difensore centrale) in cui l'avvicinamento e il salto iniziano prima che l'alzatore tocchi la palla. La palla viene colpita solo leggermente sopra la rete, quasi immediatamente dopo aver lasciato le mani del palleggiatore.
  • Slide: è una variante del precedente. Il battitore centrale aggira il palleggiatore e colpisce da dietro.
  • Double quick hit/"Stack"/"Tandem": una variante del Quick hit/"One" in cui due battitori, uno davanti e uno dietro al palleggiatore, o entrambi davanti al palleggiatore, saltano contemporaneamente. Può essere usato per ingannare i ricevitori avversari.

Autore

Dott. Riccardo Borgacci

Dott. Riccardo Borgacci

Dietista e Scienziato Motorio
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer