Allenamento portiere di R.MyPersonalTrainer

La funzione principale del portiere è quella di evitare che la palla entri nella propria porta. A questo proposito esso può prendere il pallone solo se questo si trova all'interno della propria area di rigore.

I movimenti del portiere possono essere così riassunti:

  1. Posizione preparatoria o di attesa
  2. Uscita dai pali
  3. Occupazione dello spazio tra la porta ed il pallone
  4. Tuffo
  5. Presa
  6. Deviazione
  7. Rimessa con le mani
  8. Rimessa in gioco con i piedi
  9. Rinvio

POSIZIONE PREPARATORIA O DI ATTESA DEL PORTIERE

La posizione preparatoria o di attesa del portiere è caratterizzata dal contromovimento rispetto all'azione successiva. Ciò significa che il portiere dovrà adottare una posizione che gli permetta di saltare o tuffarsi nel modo più efficace possibile. Il punto di riferimento per assumere la portierecorretta posizione è il baricentro, che dovrà essere piuttosto alto nel momento in cui la palla si trova lontana dalla porta, basso man mano che il pallone si avvicina.

Il motivo per cui il baricentro si abbassa notevolmente quando l'attaccante si trova all'interno dell'aria di rigore è da ricercare nella capacità del portiere di essere più veloce nell'effettuazione dei movimenti di tuffo e salto. Le gambe devono essere divaricate, (larghezza spalle), i talloni appena sollevati dal suolo, le braccia flesse vicino al corpo e il palmo delle mani rivolto in basso ed in dentro. Lo sguardo deve essere rivolto al pallone, con una visione periferica più ampia ed attenta possibile.

USCITA DAI PALI

L'uscita dai pali può essere bassa, alta, a mezza altezza, frontale o laterale.
La tecnica di uscita varia a seconda che la palla arrivi frontalmente o lateralmente; in ogni caso l'intervento deve essere effettuato nel punto più alto possibile, oppure in anticipo.

Il requisito più importante che deve possedere un portiere quando esce dai pali è il coraggio!

OCCUPAZIONE DELLO SPAZIO TRA LA PORTA ED IL PALLONE

Come punto di riferimento, il portiere dovrebbe trovarsi sulla bisettrice dello spazio angolare avente come vertice il pallone e per lati le linee che congiungono la palla ai pali della porta. Questa regola può subire variazioni a seconda dell'azione e/o del posizionamento dei compagni.
Ciò che è importante è che il portiere non si trovi, a parte alcuni casi, nella linea di porta. Più il portiere si porta verso il pallone, minore sarà la visione della porta libera da parte dell' attaccante. È ovvio che la posizione in avanzamento del portiere deve essere regolata in relazione alla posizione del pallone, senza lasciarsi ingannare da un eventuale pallonetto.


« calcio»


A cura di: Lorenzo Boscariol



Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ