Pallavolo: in cosa consiste e scopo

Pallavolo: in cosa consiste e scopo
Ultima modifica 19.10.2023
INDICE
  1. Cos'è la pallavolo o volley?
  2. In cosa consiste la pallavolo? Scopo del gioco
  3. Fallo nella pallavolo: come segnare o perdere un punto
  4. Tecniche basilari della pallavolo
  5. Articoli correlati

Cos'è la pallavolo o volley?

La pallavolo o volley è uno sport di squadra in cui due schieramenti, composti da sei giocatori, si confrontano in un campo delimitato e diviso da una rete centrale. Ogni squadra cerca di segnare punti facendo cadere a terra una palla nel campo dell'altra squadra, secondo regole organizzate.

La pallavolo rientra nel programma ufficiale dei Giochi Olimpici estivi sin da Tokyo 1964. Il beach volley (si svolge su sabbia e con caratteristiche leggermente diverse) è stato introdotto nel programma delle Olimpiadi estive di Atlanta nel 1996. La versione adattata della pallavolo ai Giochi Paralimpici estivi è la sitting volleyball.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2023/10/19/pallavolo-orig.jpeg Shutterstock

In cosa consiste la pallavolo? Scopo del gioco

L'insieme completo delle regole è ampio, ma il gioco procede essenzialmente come segue:

  1. Un giocatore di una delle squadre inizia lo "scambio" servendo la palla (colpendola con il gesto di battuta) da dietro la linea di confine posteriore del campo, sopra la rete e nel campo della squadra in ricezione.
  2. La squadra in ricezione non deve lasciare che la palla tocchi terra nel proprio campo.
  3. La squadra può toccare la palla fino a tre volte per riportarla nell'altra metà del campo, ma i singoli giocatori non possono toccare la palla due volte consecutive.
  4. In genere, i primi due tocchi vengono utilizzati per prepararsi a un attacco.
  5. L'attacco è un tentativo di rimandare la palla oltre la rete in modo tale che la squadra che riceve la palla non sia in grado di intercettarla continuando lo scambio, perdendo così il punto.
  6. La squadra che vince lo scambio ottiene un punto e acquisisce il diritto di servire la palla per iniziare lo scambio successivo.

Fallo nella pallavolo: come segnare o perdere un punto

Alcuni dei falli più comuni, che fanno perdere un punto, ovvero lo fanno guadagnare all'altra squadra, includono:

  • far toccare la palla al suolo nella propria metà campo, o al suolo fuori dal campo avversario, o sotto la rete;
  • fermare la palla;
  • doppio colpo: due contatti consecutivi con la palla effettuati dallo stesso giocatore;
  • più di tre contatti consecutivi con la palla effettuati dalla stessa squadra;
  • fallo di rete (net): toccare la rete con le mani durante il gioco;
  • fallo di piede (foot): il piede oltrepassa la linea di confine durante il servizio o sotto la rete, quando un giocatore di prima linea sta cercando di mantenere la palla in gioco.

Tecniche basilari della pallavolo

La palla viene solitamente giocata con le mani o le braccia, ma i giocatori possono colpirla con qualsiasi parte del corpo.

Le azioni di base sono il servizio dal basso, che ha la mansione di avviare il set di gioco, il palleggio, utile a direzionare la palla (passarla o rimandarla di là dalla rete), e il bagher, necessario alla ricezione.

Esistono poi due tecniche più complesse; il servizio dall'alto, che rispetto a quello dal basso risulta più aggressivo e difficile da intercettare, la schiacciata di attacco e il muro di difesa, il muro; tutte e tre queste giocate vengono eseguite in volo, ragione per la quale il salto è la capacità atletica più importante nel volley.

Completano la tecnica strategica le variazioni di: impostazione, passaggio, tuffoposizioni specializzate dei giocatori, e le strutture offensive e difensive.

Articoli correlati

Battuta o servizio della pallavolo: cos'è e come si esegue

Schiacciata della pallavolo: cos'è e come si esegue

Muro della pallavolo: cos'è e come si esegue

Bagher nella pallavolo: cosa è e come si esegue

Palleggio nella pallavolo: cosa è e come si esegue

Autore

Dott. Riccardo Borgacci

Dott. Riccardo Borgacci

Dietista e Scienziato Motorio
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer