Battuta o servizio della pallavolo

Battuta o servizio della pallavolo
Ultima modifica 19.10.2023

Cos'è il servizio e obbiettivo

La battuta o servizio della pallavolo è l'azione da inizio al gioco, ad ogni set (azione ininterrotta, fino al punto).

Il giocatore sta dietro la linea di fondocampo colpisce la palla in modo che raggiunga il campo avversario in un unico gesto.

L'obiettivo è ovviamente di segnare un punto, facendola atterrare all'interno del perimetro di validità.

Richiede quindi molta abilità nell'impostare la direzione e la velocità della palla, in modo da rendere difficile per il ricevitore intercettarla  correttamente.

Il servizio è chiamato "ace" quando segna il punto, ovvero se la palla cade direttamente in campo avversario o esce dopo essere stata toccata da un avversario; se nella squadra l'incarico di eseguire la battuta viene assegnato ad un unico soggetto, egli viene definito server.

battuta nella pallavolo Shutterstock

Tipi di battuta

Nella pallavolo contemporanea vengono utilizzati molti tipi di servizio:

  • Underhand: il giocatore colpisce la palla da sotto, non dall'alto. I servizi underhand sono considerati molto facili da ricevere e raramente vengono utilizzati nelle competizioni di alto livello;
  • Servizio sky ball: un tipo specifico di servizio underhand utilizzato occasionalmente nel beach volley, nel quale la palla viene colpita più in alto, facendole acquisire una traiettoria molto più retta. Questo servizio è stato inventato e utilizzato quasi esclusivamente dalla squadra nazionale brasiliana all'inizio degli anni '80 ed è ormai considerato obsoleto. Durante i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro del 2016, tuttavia, il servizio della sky ball è stato ampiamente impiegato dal giocatore italiano di beach volley Adrian Ignacio Carambula Raurich. In Brasile, questo servizio è detto Jornada nas Estrelas (Star Trek).
  • Topspin: un servizio dall'alto in cui il giocatore lancia la palla in alto e la colpisce con la parte bassa del palmo, dandole una rotazione e un'inerzia che la fa volare più velocemente di quanto farebbe dal basso, e aiuta a mantenere una traiettoria più diritta. I servizi in topspin sono generalmente colpiti forte e mirati a una specifica parte del campo. Sono usati raramente al di sopra del livello di gioco delle scuole superiori.
  • Float: un servizio dall'alto in cui la palla viene colpita senza rotazione, in modo che il suo percorso diventi imprevedibile, simile al knuckleball nel baseball.
  • Servizio in salto (jump serve): un servizio dall'alto in cui la palla viene prima lanciata in aria, poi il giocatore salta e la colpisce con molta forza e topspin. Questo è il servizio più popolare tra le squadre universitarie e professionistiche.
  • Jump float: un servizio dall'alto in cui la palla viene lanciata abbastanza in alto da consentire al giocatore di saltare e colpirla in modo simile ad un servizio float. La palla viene lanciata più in basso rispetto al servizio con salto in topspin, ma il contatto viene comunque effettuato in aria. Questo servizio sta diventando sempre più popolare tra i giocatori universitari e professionisti, perché ha una certa imprevedibilità nel suo schema di volo.

Autore

Dott. Riccardo Borgacci

Dott. Riccardo Borgacci

Dietista e Scienziato Motorio
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer