Test Fai da Te COVID-19: Cos’è, Come Funziona, Utilità e Limiti

Test Fai da Te COVID-19: Cos’è, Come Funziona, Utilità e Limiti
Ultima modifica 04.01.2022
INDICE
  1. Cos’è
  2. Come Funziona?
  3. Possibili Applicazioni
  4. Interpretazione dei Risultati

Cos’è

Cos’è il Test Fai da Te COVID-19

Il test fai da te COVID-19 è un test rapido di tipo antigenico, il cui esito consente di verificare in autonomia, comodamente a casa, se si è entrati in contatto con SARS-Cov-2.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/09/09/test-fai-da-te-covid-19-orig.jpeg Shutterstock

Si esegue con un semplice prelievo nasale, ma esistono anche test antigenici salivari (quest'ultimi da non confondere con quelli molecolari). Essendo un test antigenico rapido, il tampone fai da te si basa su un metodo immunocromatografico e consente di rilevare gli antigeni nucleoproteici espressi sulla superficie del Coronavirus.

I test fai da te COVID-19 costano meno e richiedono brevi tempi per fornire una risposta (in media, 15 minuti, anziché ore o giorni), a scapito dell'affidabilità che non è ancora paragonabile a quella dei test molecolari. In qualsiasi caso, è consigliabile l'utilizzo di kit commerciali per l'autotest per il Coronavirus che presentino marchio CE e siano convalidati secondo le normative vigenti, in conformità con quanto stabilito a livello comunitario (UE) e nazionale.

Punto Chiave

A differenza del test molecolare (esame "gold standard" per la diagnosi di COVID-19), quindi, il test fai da te NON identifica tracce del genoma a RNA del Coronavirus, così come NON serve alla ricerca degli anticorpi specifici (test sierologico). L'autotest evidenzia la presenza di alcuni antigeni virali, solitamente le proteine del Nucleocapside (proteine N), indicative dell'esposizione a SARS-CoV-2.

Come Funziona?

Test Fai da Te COVID-19: Principio di Base

I test fai da te COVID-19 contengono come substrato anticorpi monoclonali o policlonali specifici, in grado d'intercettare e di legarsi agli antigeni nucleoproteici presenti sulla superficie di SARS-CoV-2.

Come si Esegue il Tampone Fai da Te COVID-19

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/09/09/test-fai-da-te-covid-19-esecuzione-orig.jpeg Shutterstock

Nel caso del test fai da te nasale, le modalità di raccolta del campione biologico sono simili a quelle dei tamponi molecolari:

  • La raccolta del campione viene eseguita inserendo un bastoncino ovattato, sterile e flessibile attraverso la narice (2-5 cm nella cavità nasale, a seconda delle istruzioni indicate dal produttore dell'autotest acquistato);
  • Segue la lieve e delicata rotazione del tampone per raccogliere materiale biologico sufficiente a evidenziare la presenza di SARS-CoV-2, quindi il bastoncino viene estratto e inserito in un apposito contenitore/provetta con il liquido reagente fornito nel kit;
  • Successivamente, si prelevano alcune gocce del campione per instillarle sul tester, visivamente simile ad un test di gravidanza, per ottenere il risultato: due lineette indicano la positività al Coronavirus.

Il modello di test fai da te salivare funziona in modo simile, ma prevede, quale campione, alcune gocce di saliva.

Attenzione! I test salivari indicati come strumento per tutelare lo svolgimento delle lezioni in presenza nel "Rapporto indicazioni strategiche ad interim per la prevenzione e il controllo delle infezioni da SARS-CoV-2 in ambito scolastico" dell'Istituto Superiore di Sanità sono molecolari, non antigenici.

Risultati: Dopo Quanto tempo?

I test fai da te COVID-19 sono di tipo qualitativo (cioè indica solo la presenza o l'assenza del virus) e l'esito può essere sì/no, nel caso siano rispettivamente positivi o negativi.

Il risultato viene fornito dopo circa 15 minuti di attesa. A tal proposito, è importante far attenzione all'esatto tempo indicato dall'azienda produttrice nel foglietto di accompagnamento del kit, poiché l'esito potrebbe essere dubbio o non più leggibile oltre il periodo indicato, invalidando l'autotest per il Coronavirus.

In generale, se il risultato del test fai da te COVID-19 è nullo, la linea corrispondente all'indicatore di qualità non appare.

Possibili Applicazioni

Test Fai da Te COVID-19: Quando È Utile?

I test fai da te non sono finalizzati all'autodiagnosi in caso di sintomi, ma possono essere considerati un'opzione per il rilevamento di SARS-CoV-2, nei casi in cui serva verificare, entro pochi minuti, la positività al COVID-19. In altre parole, gli autotest possono aiutare a verificare l'eventuale positività al Coronavirus, in qualsiasi contesto.

A livello indicativo, i test fai da te COVID-19 sono strumenti potenzialmente utili quando non è immediatamente realizzabile il test molecolare (nota: in caso di sospetto contagio, il risultato andrà poi confermato, non appena possibile). Da questo punto di vista, l'autotest consente di prendere decisioni appropriate:

  • Alla protezione degli altri, in funzione del rischio di diffusione del virus;
  • Alla gestione dell'infezione in caso di positività, con il supporto del proprio medico.

La loro sensibilità è comunque limitata, quindi esiste il rischio di risultati non idonei e potrebbero innescare potenziali comportamenti a rischio, se effettuati al di fuori dai percorsi di screening e contact tracing approvati per il contenimento della pandemia.

Interpretazione dei Risultati

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/09/09/test-fai-da-te-covid-19-risultati-orig.jpeg Shutterstock

Il risultato del test è:

  • POSITIVO se vengono individuati gli antigeni che identificano il virus SARS-CoV-2;
  • NEGATIVO se non vengono individuati gli antigeni virali.

Un risultato è NULLO se la linea di controllo (di solito, indicato dalla lettera C, che sta per Controllo) sul tester non risulta: ciò indica che il test non è stato eseguito correttamente o qualcosa non ha funzionato, dunque l'esito sicuramente non è valido.

Quanto Sono Affidabili i Tamponi Fai da Te?

I dati disponibili dei vari test fai da te per questi parametri sono quelli dichiarati dai produttori dei kit per l'autotest.

In generale, i test fai da te COVID-19 sono ritenuti affidabili se eseguiti correttamente e nel momento giusto: la loro sensibilità è, infatti, molto variabile e dipende sia da come si esegue l'auto-tampone, sia dalla fase dell'infezione in cui ci si trova (a tal proposito, valgono le stesse considerazioni generali fatte per i test antigenici). Ciò si traduce in una probabilità più alta di ottenere falsi negativi (soprattutto se la carica virale nel corpo è bassa) e falsi positivi.

Secondo l'OMS, in situazioni di emergenza come quella attuale, gli approcci diagnostici al momento tecnicamente più vantaggiosi, attendibili e disponibili rimangono quelli basati sul rilevamento del virus in secrezioni respiratorie attraverso metodi di RT-PCR per amplificazione di geni virali espressi durante l'infezione da SARS-CoV-2.

Test Positivo: Cosa Significa

Per i risultati positivi al test fai da te COVID-19, è opportuna la conferma con tampone molecolare. Nel frattempo, è di fondamentale importanza rispettare l'isolamento, come se si fosse certi di aver contratto il Coronavirus.

Test Negativo: Cosa Significa e Cosa Fare se l’esito è dubbio

Un risultato negativo del test fai da te COVID-19 significa che:

  • Non è stata rilevata la presenza degli antigeni di SARS-CoV-2, quindi l'infezione non è stata contratta.

Tuttavia, il test può risultare negativo se:

  • La concentrazione degli antigeni è inferiore al limite di rilevamento del test (es. se il prelievo è stato eseguito troppo precocemente rispetto all'ipotetico momento di esposizione)

oppure

  • Il campione è stato prelevato, trasportato o conservato impropriamente.

Per questi motivi, i produttori di tali kit evidenziano che:

  • Un risultato negativo del test fai da te non esclude la possibilità di un'infezione da SARS-CoV-2;
  • La negatività del campione, a fronte di forte sospetto di COVID-19 o in caso di sintomi, dovrebbe essere confermata mediante test molecolare.

Limiti del Test Fai Da Te COVID-19

Quando eseguito in autonomia il test fai da te COVID-19 presenta delle criticità e può andare incontro a fallimento nell'ambito del piano di sorveglianza per il controllo della diffusione dell'infezione per vari motivi, tra cui:

  • Errori di esecuzione. Tutte le fasi della procedura vanno eseguite con attenzione, avendo cura di rispettare le indicazioni riportate sul foglietto illustrativo del kit dall'azienda produttrice. Per esempio, la raccolta del campione incide sull'accuratezza effettiva del risultato finale: se non viene eseguito correttamente, il prelievo potrebbe invalidare il test o dare risultati non conformi. Per alcune persone, inoltre, la realizzazione del tampone in autonomia potrebbe essere complessa, fastidiosa o addirittura invasiva (anche per questo, il tampone di solito è praticato da personale specializzato).
  • Mancata autodenuncia. I test fai da te COVID-19 rappresentano un rischio, poiché soggetti ad autodenuncia in caso di positività. Ciò costituisce un problema ai fini del controllo della pandemia, in quanto può venire meno il tracciamento dei contatti dei soggetti positivi.
  • Alterazione del risultato. Essendo eseguito dal diretto interessato, manca il controllo di un altro soggetto che verifichi che il risultato del test fai da te COVID-19 sia effettivamente di chi lo presenta. Anche per questo, il Ministero della Salute specifica, nella sezione FAQ presente sul sito, che gli autotest rapidi non sono validi per ottenere il Green pass.

In conclusione, il test fai da te per la rilevazione dell'antigene di SARS-CoV-2 è un ulteriore strumento che si aggiunge alle soluzioni diagnostiche esistenti per la COVID-19 e può rivelarsi utile in determinati contesti. Oltre ai test diagnostici, è dunque importante continuare ad adottare le misure preventive indicate dalle autorità sanitarie, fra cui l'utilizzo della mascherina e il rispetto del distanziamento sociale, per proteggere sé stessi e gli altri dall'infezione da SARS-CoV-2.

Quali sono i test attualmente disponibili per rilevare l'infezione da SARS-CoV-2?

  • Test antigenici: permettono di evidenziare, mediante tampone nasale, naso/oro-faringeo, salivare, la presenza di componenti (antigeni) del virus. Analogamente a quelli molecolari, i test antigenici COVID-19 sono di tipo diretto, cioè valutano direttamente la presenza di tracce del virus nel campione clinico, con la differenza che il tampone molecolare identifica un bersaglio genico nel genoma a RNA del virus SARS-CoV-2, mentre il saggio antigenico rileva le sue proteine (antigeni);
  • Test molecolari: identificano anche piccole quantità dell'RNA (acido nucleico) del Coronavirus mediante un metodo di amplificazione (PCR) a partire da campioni nasofaringei o orofaringei;
  • Test sierologici: rilevano la presenza di anticorpi specifici che indicano una infezione pregressa o in atto.

Bibliografia e link utili

  • European Centre for Disease Prevention and Control. Considerations on the use of self-tests for COVID-19 in the EU/EEA; Technical report, 17 Mar 2021
  • Istituto Superiore di Sanità. Cosa Sapere: Test e Tamponi, come e quando. ISS per COVID-19.
  • Ministero della Salute. Aggiornamento sull'uso dei test antigenici e molecolari per la rilevazione di SARS-CoV-2 e FAQ - Covid-19, domande e risposte (Updated 13 agosto 2021)
  • Centers for Disease Control and Prevention. COVID-19 Self-Testing. Updated Aug. 2, 2021

Autore

Giulia Bertelli
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici