Sindrome di "Highlander": la malattia degli over 40 nostalgici di gioventù di Redazione MyPersonalTrainer

A cura di Luigi Ferritto(1)

 

1) Dipartimento di Medicina Interna, Clinica Athena Villa dei Pini, Piedimonte Matese (CE);

 

Si chiama sindrome di Highlander, o dell'immortalità, riprendendo il titolo del celebre film degli anni '80 che decantava le gesta di un immortale. A soffrirne sono diversi over 40 che conservano una spiccata tendenza di  competizione, autostima e sensazione di benessere. Colpisce più facilmente gli atleti che continuano l'attività dopo l'agonismo giovanile, o che - interrotta la pratica sportiva - la riprendono in età avanzata, oppure sedentari che pretendono di diventare atleti in età matura o avanzata.
sindrome di highlanderNegli individui colpiti da questa sindrome si creano sia la convinzione che l'esercizio fisico possa preservare da qualsiasi stato patologico, sia la tendenza a minimizzare sintomi e fattori di rischio pregressi o attuali. In pratica è l'eccesso di stima delle proprie capacità fisiche e mentali che porta a questa sindrome: spesso, infatti, i soggetti, siano essi sedentari o ex-atleti professionisti o semi-professionisti, tornano all'attività sportiva dopo un lungo periodo di inattività o di attività fisica saltuaria, spinti dal forte desiderio di tornare ad una miglior performance fisica o di eguagliare le prestazioni sportive espresse in età giovanile.
Il fisico di un over 40 non può essere paragonato a quello di un ventenne o trentenne: per quanto in forma il primo non potrà mai competere con il secondo. Il consiglio degli scienziati, rivolto agli highlander, è dunque quello di lasciar perdere innanzitutto gli sport di “contatto” come il calcio ed il calcetto, e prediligere discipline individuali come il nuoto, la corsa e la bicicletta. In ogni caso, da evitare categoricamente sono gli scatti improvvisi. Simili sforzi, infatti, sono quasi sempre compiuti in condizioni di anaerobiosi, cioè senza consumo di ossigeno, e possono provocare repentini innalzamenti di pressione e del numero dei battiti cardiaci, mettendo a repentaglio la salute del cuore e dei vasi sanguigni. Va poi tenuto presente che è sempre meglio iniziare uno sport gradualmente e mai di colpo. Allo stesso modo è indispensabile tener presente che dopo una certa età muscoli, tendini e articolazioni necessitano di un tempo maggiore di recupero.
Troppo spesso gli atleti sono convinti, a torto, che l'esercizio fisico possa preservare da qualsiasi malattia, e hanno la tendenza a minimizzare sintomi e fattori di rischio di ogni genere.  

Il troppo, come in tutte le cose, guasta, e anche se l'“accanimento” forzato alla gioventù si rivela talora una tentazione irresistibile, credendo che lo sforzo fisico dia un'opportunità in più, bisogna innanzitutto essere consapevoli dei propri limiti.

 

Per Corrispondenza: Dott. Luigi Ferritto
Dipartimento di Medicina Interna
Unità di Fisiopatologia RespiratoriaClinica "Athena" Villa dei Pini
Piedimonte Matese (CE)
e-mail: Luigi Ferritto email





ARTICOLI CORRELATI

Psicologia dello sport Autostima, sport e forma fisica Motivato nello Sport... Motivato nella Vita Motivazione dieta e palestra, ritrova e sostieni la tua motivazione! Sport Coaching: di cosa stiamo parlando? Resilienza e Successo Intelletto ed Esercizio Fisico Perché fallisco sempre? Importanza della mente e dei suoi obiettivi Vigoressia Benefici dello sport sulla psiche Bigoressia Body Building e psicologia Abbandono dell'attività sportiva nell’adolescenza Applicazione del biofeedback nella psicofisiologia dello sport e nell'allenamento Arti marziali e psicologia del confronto Aspetti sociologici, psicologici e pedagogici dello sport Consigli psiconutrizionali Drop-out sportivo nell'adolescenza Feedback ed autostima nello sport Felicità e sport Flow e peak performance Flow e peak performance: bibliografia Il condizionamento fisico nello sport attraverso il controllo della mente Immagine corporea body image Prova costume e sindrome da bikini | Psicologia | Psicofisiologia dello sport e dell'allenamento Psicologia dello sport: concetto di flow Psicologo dello sport Rapporti tra Psicologo dello Sport ed Allenatore Ricerca di muscolarità e dismorfismo muscolare Sport Contro L'anoressia Stress e fitness Stress ed attività fisica Stress ed esercizio fisico Tecnica di rilassamento Uscire dall'anoressia con lo sport Psicologia dello sport su Wikipedia italiano Sport psychology su Wikipedia inglese Sindrome ansiosa Sindrome ansiosa: rimedi naturali Sindrome del colon irritabile: i sintomi Sindrome di Marfan Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno: implicazioni cardiovascolari Sindrome di Ehlers Danlos Sindrome di Apert Sindrome di Pfeiffer Sindrome di Sotos Sindrome di Treacher Collins Sindrome di Stevens-Johnson Farmaci per la Sindrome di Asperger SIDS - Morte in Culla Sindrome Compartimentale Sindrome coronarica acuta Sindrome da Contaminazione Batterica del Tenue sindrome su Wikipedia italiano Syndrome su Wikipedia inglese