Sesso e Stanchezza: Troppo Stanco/a per il Sesso? Come Recuperare le Energie

Sesso e Stanchezza: Troppo Stanco/a per il Sesso? Come Recuperare le Energie
Ultima modifica 21.04.2022
INDICE
  1. Sesso e Stanchezza: Introduzione
  2. 7 Cose da Fare per Recuperare le Energie
  3. E se non fosse Stanchezza?

Sesso e Stanchezza: Introduzione

Quando la vita diventa frenetica o si risulta costantemente troppo stanchi, non sorprende che manchino le energie per il sesso e la passione si sposti rapidamente in fondo alla lista delle priorità.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2022/04/20/stanchezza-e-sesso-orig.jpeg Shutterstock

Ciò non significa che l'intimità debba scomparire: anche alla fine di una giornata impegnativa, diverse strategie possono essere attuate per riaccendere la passione in camera da letto.

Stanchezza: come può influenzare il Sesso?

I ritmi frenetici, lo stress, la gestione familiare, la mancanza di riposo e l'incertezza sul futuro sono solo alcune delle pressioni a cui si è esposti nella vita quotidiana che possono finire con l'influenzare inevitabilmente la sfera sessuale.

Tutti questi fattori possono avere un impatto sui livelli di energia, propri o di quelli del/della partner.

Qualunque sia il punto di vista, l'amore e il sesso all'interno di una relazione sono strettamente intrecciati:

  • Si può amare senza sesso, ma l'amore potrebbe sembrare non corrisposto;
  • Si può fare sesso senza amore, ma i momenti intimi possono apparire come una forzatura.

In altre parole: in una rapporto di coppia felice, deve esserci un giusto equilibrio.

Un sondaggio condotto dalla National Sleep Foundation nel 2010 ha rilevato che quasi il 25% degli intervistati conviventi dichiarava di essere spesso troppo stanco per fare sesso con il/la proprio/a partner (Sleep differences among ethnic groups revealed in new poll, NSF, March 27, 2010).

Uno studio del 2011 ha evidenziato che la mancanza di sonno può ridurre il desiderio sessuale maschile (Sleep loss lowers testosterone in healthy young men, The University of Chicago Medicine, May 31, 2011).

Ricerche più recenti hanno scoperto, invece, che i disturbi del sonno nelle donne in menopausa hanno un impatto sulla loro libido (Sleep and sexual function in postmenopausal women, The North American Menopause Society, February 1, 2017)

Naturalmente, tutti si troveranno prima o poi ad affrontare dei momenti in cui ci si sentirà davvero troppo stanchi anche solo per pensare al sesso, ma se questo diventa un tema costante nella propria relazione, è importante affrontarlo. Per molte persone, infatti, una vita sessuale soddisfacente è importante per garantire vicinanza e intimità in una relazione. Se un/a partner sente di essere costantemente rifiutato o respinto, possono subentrare incomprensioni e problemi di coppia.

Cos'è l'Intimità?

Facciamo un passo indietro: cos'è l'intimità? In breve, è quel forte senso di connessione che si prova con il/la proprio/a partner. Nel 1986, lo psicologo americano Robert Sternberg definì il termine "intimità" come "l'insieme di forti sentimenti di vicinanza, connessione e legame".

Stemberg descrisse, in particolare, la teoria triangolare dell'amore (Sternberg, Robert J. A triangular theory of love. Psychological Review, Vol 93(2), Apr 1986, 119-135), suggerendo l'interazione di tre componenti alla base delle esperienze d'amore:

  • Intimità: racchiude sentimenti di vicinanza, connessione e legame in una relazione d'amore;
  • Passione: è il motore del romanticismo, dell'attrazione fisica e dei rapporti sessuali;
  • Decisione e impegno: questa è la fase in cui ci si rende conto di essere innamorati e, col passare del tempo, conduce alla decisione di voler prendere un impegno per mantenere quell'amore.

Il Sesso fa bene (e non solo alla salute), anche quando si è stanchi

Il sesso non è solo piacevole, ma ha anche molti benefici per la salute: godere dell'intimità sessuale migliora l'umore rilasciando endorfine; può anche aiutare a dormire, abbassare la pressione sanguigna, potenziare le difese immunitarie, alleviare il dolore e ridurre lo stress.

In effetti, una buona vita sessuale può persino migliorare la vita lavorativa: una ricerca presso il College of Business della Oregon State University (2017, Maintaining an active sex life may lead to improved job satisfaction, engagement in work) ha rilevato che mantenere una sana vita sessuale a casa aumenta la soddisfazione e l'impegno sul lavoro dei dipendenti.

7 Cose da Fare per Recuperare le Energie

Una volta che si cede alla tentazione di astenersi dal fare sesso, può essere difficile reintrodurlo nella propria routine. Tuttavia, esistono alcuni accorgimenti per evitare che la stanchezza ostacoli l'intimità con il/la partner.

1) Godersi il sesso dove e quando possibile

La notte potrebbe semplicemente non essere il momento giusto per fare sesso: le persone mattiniere o semplicemente quelle che devono svegliarsi presto, possono approfittarne o impostare la sveglia 20 minuti prima per concedersi del buon sesso mattutino. Per alcuni, infatti, il risveglio è il momento ideale da dedicare all'intimità, perché percepiscono un maggiore rilassamento dopo una notte di riposo.

Per approfondire: Sesso al Mattino: 5 Benefici Inaspettati del Sesso Mattutino

Altri, invece, si sentono più a loro agio e percepiscono meno tensione in altri momenti della giornata: queste persone possono ritagliare un momento della loro quotidianità per ricaricare le batterie sessuali e riscoprire l'intimità quando meglio preferiscono. In altre parole, dedicarsi all'intimità quando e dove si preferisce può aggirare la sensazione di "dovere" far sesso alla fine di una giornata lunga e faticosa.

2) La regola dei 10 minuti

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2022/04/20/sesso-quando-si-e-stanchi-cosa-fare-orig.jpeg Shutterstock

Se manca il desiderio di avere un rapporto sessuale, è possibile concedersi 10 minuti di baci, abbracci e coccole. Queste forme di connessioni fisiche potrebbero mettere dell'umore giusto, aumentando le probabilità di fare sesso.

3) Non andare a letto troppo tardi

Dopo una giornata impegnativa, si tende a ritardare l'ora in cui andare a dormire per cercare di fare tutto quanto rimasto in sospeso per quanto riguarda le attività extra-lavorative.

Può sembrare scontato, ma il riposo notturno può influenzare il sesso (e viceversa) e dalla qualità del sonno dipende una relazione appagante e sessualmente stimolante.

Innanzitutto, dormire per periodi più lunghi è stato collegato ad una maggiore libido. Di contro, la privazione del sonno è stata associata ad una riduzione del desiderio sessuale e dell'eccitazione, secchezza vaginale, difficoltà di raggiungere l'orgasmo nelle donne, mentre i risvegli notturni e la carenza di riposo sono stati collegati ad un rischio più elevato di disfunzione erettile ed eiaculazione precoce.

Di conseguenza, l'insonnia - uno dei disturbi del sonno più comuni, nonché risultato di un riposo di cattiva qualità e qualità - può essere considerato un fattore negativo per il corretto funzionamento dell'attività sessuale.

A ciò si aggiungono altri interferenti, sonnolenza diurna e affaticamento, che possono rendere troppo stanchi per il sesso, nonostante ciò non significhi che la mancanza di sonno ridurrà sempre la propria libido.

In conclusione, assicurarsi di dormire a sufficienza significa migliorare la vita sessuale.

Per saperne di più Sesso e Sonno: Quale Relazione Esiste?

3 consigli per dormire meglio

  1. Andare a letto e svegliarsi alla stessa ora tutti i giorni, anche nei fine settimana. Nel pianificare questi tempi, assicurarsi di dormire per un periodo sufficiente per recuperare le energie spese durante la veglia. La stabilità nella routine del sonno aiuta ad evitare le fluttuazioni nel sonno notturno.
  2. Stabilire dei limiti nella vita lavorativa e sociale: per preservare il tempo di cui si necessita per riposare ogni notte, nella routine quotidiana, è utile stabilire delle scadenze entro cui assolvere le proprie esigenze personali o professionali; in tal modo, è possibile limitare o evitare l'interferenza di questi aspetti della vita nel periodo dedicato al sonno.
  3. Seguire una routine per andare a dormire: prima di coricarsi, una regolare routine può predisporre alla giusta condizione mentale per dormire bene: indossare il pigiama e lavarsi i denti, andare al bagno (svuotare la vescica) prima di coricarsi, per evitare di doversi alzare durante la notte. In tal senso, utile può essere anche mettere in atto strategie per trattare e ridurre lo stress: trovare modi per rilassarsi, come fare un bagno caldo, leggere o fare stretching in silenzio, respirare profondamente. Indispensabile è ridurre l'uso di dispositivi elettronici prima di andare a letto e cercare di non usarli mai quando si è a letto.

4) Il sesso non deve essere per forza penetrativo

Se il pensiero di avere un rapporto sessuale penetrativo crea tensione o ansia a causa della stanchezza, è possibile optare per altre stimolazioni altrettanto piacevoli come un massaggio intimo o la masturbazione reciproca. In alternativa, è possibile riscoprire i preliminari - purtroppo, spesso trascurati e sottovalutati -  o dedicare loro più tempo: baci, tocchi sensuali e stimolazione delle zone erogene nell'intimità hanno la loro funzionalità nella sfera sessuale, in quanto preparano il corpo e la mente ad un'esperienza più intima ed appagante per entrambi i partner.

5) Ravvivare la vita sessuale

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2022/04/20/stanchezza-e-sesso-consigli-orig.jpeg Shutterstock

Se l'idea di fare sesso appare poco stimolante dopo una giornata faticosa, è importante comunicare in modo diretto con il/la proprio/a partner per capire ciò che piace e si vorrebbe provare per mantenere la relazione equilibrata. Sperimentare diversi tipi di stimolazione o nuove posizioni senza limiti in termini di varietà e creatività possono essere ottimi modi per ravvivare la vita sessuale e rendere l'esperienza soddisfacente per entrambe le parti.

6) Dividersi le faccende domestiche

È normale non sentirsi particolarmente sensuali dopo aver trascorso una giornata impegnativa: condividere il carico di lavoro domestico e familiare può contribuire ad alleviare la stanchezza a fine giornata e può rendere più disposti ad andare a letto e godersi il ​​sesso, piuttosto che crollare sotto le lenzuola.

7) Problemi medici

Alcune persone pensano di essere troppo stanche per fare sesso quando, in realtà, la loro bassa libido potrebbe essere causata da problemi medici o dall'effetto collaterale di alcuni farmaci, inclusi antidepressivi, antipsicotici, beta-bloccanti e statine.

Convivere con una condizione medica può avere effetti significativi sulla funzione sessuale: lo stress, la depressione e l'ansia che deriva dalla malattia e da cosa significhi per il futuro non solo riducono l'energia e rendono sopraffatti dagli aspetti emotivi, ma possono anche portare ad una diminuzione del desiderio sia negli uomini, che nelle donne. La bassa libido provoca anche disfunzione erettile, secchezza vaginale o persino problemi di immagine corporea, rendendo il sesso non confortevole o semplicemente impossibile.

In questi casi, è importante consultare il medico per capire quali siano le strategie disponibili per affrontare queste problematiche o potenziare le proprie energie.

E se non fosse Stanchezza?

Talvolta, la stanchezza viene utilizzata quale alibi per mascherare i veri motivi per cui si è disinteressati a fare sesso:

  1. Problemi di relazione: quando si perde la libido, spesso le persone si preoccupano di avere una malattia sottostante, ma il più delle volte questo non è il caso. Gli esperti di relazioni spesso credono che le incomprensioni tra una coppia possano portare ad un accumulo di tensione, insieme a rabbia e risentimento, e questa combinazione di sentimenti negativi spesso raggiunge la camera da letto. I disaccordi, la mancanza di fiducia e la scarsa comunicazione sono comuni fattori alla base del disinteresse per il sesso.
  2. Stress cronico: molti si destreggiano tra lavoro e vita domestica, oltre ad avere un'agenda stracolma di scadenze, appuntamenti e impegni, nonostante tutti abbiamo bisogno di uno spazio personale e di un tempo per elaborare i propri pensieri e le proprie emozioni. Quando questo manca, le menti vanno incontro ad un sovraccarico che contribuisce ad aumentare lo stress. Quest'ultimo innesca nel sistema nervoso simpatico una situazione di "lotta, paura o fuga", quindi il corpo reagisce come se dovesse affrontare una potenziale minaccia, non come se dovesse prepararsi al sesso! Lo stress cronico è noto per essere un fattore capace di smorzare il desiderio sessuale.
  3. Ansia da prestazione: gli uomini spesso soffrono di ansia da prestazione; temono che potrebbero perdere l'erezione o eiaculare troppo rapidamente. Anche le donne si preoccupano di non essere pronte per il sesso o che questo potrebbe essere doloroso. È comprensibilmente difficile avere queste conversazioni e, alla fine, il sesso potrebbe essere evitato del tutto.
  4. Privazione del sonno: come anticipato, gli impegni di lavoro, le responsabilità domestiche, la tv e i social media contribuiscono a far andare a letto tardi e rendere incapaci di addormentarsi facilmente. Dormire a sufficienza è essenziale per una buona salute fisica e mentale. La privazione del sonno, d'altra parte, aumenta il rischio di ansia e depressione, entrambe fortemente associate alla perdita della libido.
  5. Depressione: la perdita del desiderio sessuale si verifica molto comunemente in associazione con la depressione. Questa condizione fa sentire stanchi e privi di energia per fare qualsiasi cosa, compreso il sesso. Inoltre, non si ottengono le stesse piacevoli ricompense dalle cose che normalmente rendono appagati e soddisfatti; ciò si applica a qualsiasi cosa, dal mangiare cibo, alla lettura di un libro fino al sesso.
  6. Diverse pulsioni sessuali: nella maggior parte delle relazioni, un partner avrà un desiderio sessuale maggiore dell'altro. Ciò significa che uno dei partner sta facendo meno sesso di quello che desidera o di cui ha bisogno, mentre l'altro potrebbe cedere alle pressioni e fare sesso quando non è pronto o dell'umore giusto. Questo può creare risentimento e tensione, pertanto parlare con il/la propria partner è fondamentale. Anche se avviare la conversazione può essere difficile, una volta che il problema è emerso, è possibile trovare un modo per scendere a compromessi, come, per esempio, concordare un programma coerente per entrambi e stabilire alcune regole di base.

Autore

Dott.ssa Giulia Bertelli

Dott.ssa Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici