Rughe e Postura: quale relazione?

Rughe e Postura: quale relazione?
Ultima modifica 01.02.2024
INDICE
  1. Cosa sono le Rughe: le basi
  2. Rughe da postura: le cause
  3. Tech neck
  4. Cosa fare

Cosa sono le Rughe: le basi

Le rughe rappresentano il segno più significativo dell'invecchiamento cutaneo. Dal punto di vista morfologico, queste appaiono come solchi lineari della pelle, che variano nel numero e nella profondità.

In generale, le rughe si possono formare:

  • Come conseguenza di una dermocontrazione (dovuta alla diminuzione della capacità dei muscoli mimici del viso di decontrarsi);
  • Come risultato dell'atrofia della cute e della degradazione delle fibre elastiche.

I fattori che favoriscono la formazione delle rughe possono essere intrinseci ed estrinseci: i primi sono determinati dalla genetica, mentre i secondi sono diretta conseguenza del rapporto tra rughe e ambiente esterno (es. clima, esposizione ai raggi UV), dieta e assetto ormonale. Tra le cause principali delle rughe ricordiamo anche i movimenti muscolari e la forza gravitazionale. Oltre a questi elementi c'è un nemico della longevità che si tende spesso a sottovalutare: la cattiva postura.

Ascolta su Spreaker.

Rughe da postura: le cause

Come la postura può influenzare l’invecchiamento

Una cattiva postura può causare diversi problemi, come mal di testa, dolore al collo e alle spalle, rigidità articolare, mal di schiena e mialgie, ma una cosa a cui si potrebbe non aver pensato è che fa sembrare più vecchi di quanto non si sia in realtà.

Mantenere per periodi prolungati delle posizioni viziate, da seduti o in piedi, può accelerare il processo di invecchiamento, in quanto predispongono alla formazione di rughe precoci nei punti di tensione; se la postura non viene corretta, la condizione può essere resa permanente.

Le posture innaturali e forzate incidono, inoltre, sul sistema linfatico, alterando il corretto funzionamento in termini di circolazione e drenaggio; ciò può predisporre ad un accumulo di liquidi che si può tradurre in pesantezza dei tratti, aspetto stanco e gonfiori capaci di accentuare i segni dell'invecchiamento.

Tech neck

Come la flessione del collo sullo smartphone favorisce le rughe

Un esempio di cattiva postura che favorisce o peggiora l'aspetto delle rughe è il "tech neck", il cosiddetto "collo tecnologico", che costringe alla flessione continua del capo: mento in giù, spalle ricurve in avanti e collo tirato per mantenere gli occhi su cellulari e tablet è una delle posizioni più dannose, poiché predispone alla formazione di pieghe innaturali ed al rilassamento dei tessuti della parte bassa del viso.

Oltre ad essere considerato come una potenziale ragione per l'insorgenza precoce delle rughe orizzontali del collo, le frequenti e prolungate flessioni del collo accentuano, in combinazione con la gravità che contribuisce alla lassità dei tessuti e alla fisiologica perdita di collagene, i segni dell'invecchiamento sul viso.  

Come risultato, il costante ripiegamento della pelle dovuto a questo movimento ripetitivo provoca rughe, doppio mento e problemi di cedimento. Se il problema viene trascurato, l'effetto cumulativo dell'avanzare dell'età con i danni dei raggi UV, la perdita di elastina e collagene, la postura sbagliata e l'intervento di altri fattori, questi segni possono divenire più marcati e permanenti.

Cosa fare

Rimedi e consigli per correggere la postura e rallentare l’invecchiamento

Può sembrare piuttosto banale, ma condurre uno stile di vita generalmente equilibrato è importante quando si adottano delle strategie per rallentare l'invecchiamento cutaneo, vale a dire: esercizio moderato, dieta sana a basso indice glicemico che preveda molta frutta e verdura, non fumare, sonno adeguato e routine di cura della pelle con prodotti anti-age performanti.

In tal contesto, controllare la postura che si assume abitualmente, non solo consente di evitare tensioni e vizi di posizione, ma contribuisce a:

Per quanto riguarda il tech neck, potrebbe valere la pena controllare la propria postura ogni volta che si usano i dispositivi (cioè fino a quando una buona postura non torni ad essere un'abitudine), soprattutto se questa generava tensioni o allungamenti forzati del collo. Nel caso delle rughe del viso, ridurre al minimo la flessione o guardare in basso per lunghi periodi di tempo potrebbe aiutare, così come potrebbe essere una strategia non sporgersi in avanti o allungare il collo troppo in basso o in avanti e sollevare gli smartphone o altri dispositivi all'altezza degli occhi.