Prurito sotto le dita o le piante dei piedi: cause e rimedi

Prurito sotto le dita o le piante dei piedi: cause e rimedi
Ultima modifica 27.11.2022
INDICE
  1. Cause del prurito sotto le dita o la pianta dei piedi
  2. Piede d'atleta
  3. Psoriasi
  4. Cancro della pelle
  5. Dermatite da contatto
  6. Colestasi da gravidanza
  7. Cheratolisi snocciolata
  8. Modo sbagliato di camminare

Il prurito è sempre fastidioso ma in alcune parti del corpo il disagio è maggiore, anche per la difficoltà immediata di intervenire per lenirlo.

Quello sotto le dita o la pianta dei piedi è uno di questi, soprattutto se sopraggiunge quando si è fuori dalla propria abitazione e non si possono togliere le scarpe.

I motivi che lo causano possono essere diversi e conoscerli è utile per arginare e in qualche caso prevenire l'insorgere del fastidio.

Cause del prurito sotto le dita o la pianta dei piedi

Piede d'atleta

Il piede d'atleta è una comune infezione fungina che provoca un forte prurito sotto le dita dei piedi. Spesso la si contrae negli spogliatoi di palestra o piscine, dove si cammina a piedi scalzi e la pelle a causa del caldo e dell'umidità indebolisce la propria naturale barriera di difesa verso l'esterno, consentendo al fungo di insinuarsi e proliferare.

Oltre al prurito solitamente il piede d'atleta genera arrossamenti e infiammazioni.

Se si sospetta di averlo meglio consultare subito un medico perché se non curata questa infezione fungina può diffondersi anche altrove.

Anche portare spesso scarpe che non fanno respirare i piedi e provocano una sudorazione eccessiva può dar luogo all'insorgenza del piede d'atleta.

Psoriasi

La psoriasi è una malattia autoimmune della pelle che si presenta con chiazze spesse e rosse e la presenza di squame sulla superficie. Questi fattori a loro volta generano prurito.

La psoriasi può verificarsi sulla pelle di ogni parte del corpo, compresi i piedi e molte volte i podologi si accorgono della sua esistenza prima dei dermatologi, poiché spesso le persone si rivolgono a questi specialisti convinti di avere un'infezione collegata al piede d'atleta che non risponde alle cure, salvo poi scoprire che si tratti di psoriasi.

Anche alcuni cambiamenti nelle unghie dei piedi possono indicare questa condizione.

In caso venga diagnosticata la psoriasi è poi il dermatologo ad indirizzare verso il trattamento più idoneo per la singola persona e stato di avanzamento della malattia.

Cancro della pelle

Nonostante si tratti di zone del corpo spesso sottovalutate, anche le piante dei piedi e la parte sotto delle dita possono essere colpite dal cancro. In particolare, a svilupparsi lì sono solitamente i diversi tipi di tumori della pelle, primo tra tutti il melanoma, a causa soprattutto del fatto che raramente ci si ricorda di stendere la crema solare in questa porzione di epidermide. Tale dimenticanza rende quindi la zona particolarmente vulnerabile.

Anche se i melanomi la maggior parte delle volte sono asintomatici, se si sviluppano leggermente in rilievo lo sfregamento dato dalla camminata e dal contatto con l'interno della scarpa può portare a prurito.

Per accorgersi per tempo dell'eventuale presenza di questa malattia è bene sottoporsi spesso a controlli mirati della pelle e alla mappatura dei nei.

Dermatite da contatto

La dermatite da contatto si verifica quando la pelle entra in contatto con una superficie percepita come tossica che irritazione, arrossamento e prurito. I materiali con i quali sono fatte le calze o l'interno delle scarpe, ad esempio, possono causare una reazione di questo tipo.

Se togliendosi le scarpe a fine giornata ci si rende conto di avere piedi rossi e irritati la ragione del prurito potrebbe essere questa. In tal caso la soluzione è abbastanza semplice e consiste nel non venire più in contatto con il materiale irritante, smettendo di indossare scarpe o calzini incriminati e optando per altre soluzioni.

Colestasi da gravidanza

La colestasi da gravidanza è una condizione che si verifica quando, durante la gestazione, il normale flusso della cistifellea si interrompe o rallenta, causando prurito e ittero che si manifesta con l'ingiallimento del bianco degli occhi.

Anche se il forte prurito può verificarsi ovunque, spesso è più pronunciato sulle mani e sulla parte inferiore dei piedi.

La colestasi può portare a gravi complicazione in grado anche di danneggiare il feto, quindi è fondamentale informare immediatamente il proprio medico in caso in gravidanza si notino segni di ittero o forte prurito ai piedi.

Cheratolisi snocciolata

Con questo nome si indica un'infezione batterica che colpisce la pianta dei piedi, provocando prurito e rilasciando un cattivo odore.

Vivere in un luogo dal clima caldo e umido, indossare calzature che trattengono l'umidità o soffrire di iperidrosi o diabete può rendere più vulnerabile all'infezione.

Se ci si trova a dover gestire la cheratolisi snocciolata gli antibiotici topici sono il trattamento principale per debellarla ma anche in questo caso prima di intervenire è indispensabile consultarsi con il medico e non agire autonomamente.

Modo sbagliato di camminare

Se si soffre di prurito sotto le dita dei piedi o la pianta ma nessuna di queste casistiche sembra la propria, un podologo potrebbe aiutare a fare chiarezza sulle cause reali, che potrebbero anche essere riconducibili a un problema di postura o camminata.

Anche il prurito al palato può essere particolarmente fastidioso.

Ecco invece cosa indica il prurito all'ombelico.