Pidocchi: Cure e Rimedi
Ultima modifica 21.09.2020
INDICE
  1. Diagnosi
  2. Trattamento

Diagnosi

I pidocchi sono piccoli insetti, che agiscono come parassiti e rappresentano un'insidia costante, soprattutto tra i bambini. La pediculosi è un'infestazione cutanea comune e una fonte di preoccupazione per molti genitori. Spesso, il disagio è causato dall'erroneo pregiudizio che collega i pidocchi alla scarsa igiene personale, fattore attualmente negato dalla comunità scientifica. In realtà, questi parassiti non fanno differenza tra capelli corti o lunghi, puliti o sporchi. L'infestazione da pidocchi si manifesta con un'irritazione e un intenso prurito nella zona interessata. Un'accurata ispezione del cuoio capelluto è sufficiente per identificarla. I trattamenti anti-pediculosi disponibili sono efficaci, ma è importante agire con tempestività.

Prima Parte: Pidocchi

Pediculosi: come viene diagnosticata?

Nelle fasi iniziali, la diagnosi di pediculosi si basa sul ritrovamento dei pidocchi, con l'ausilio di una lente di ingrandimento o del microscopio ottico. In uno stadio più tardivo, si rendono evidenti le lendini, strettamente adese a peli, capelli o vestiario.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/09/21/diagnosi-pediculosi-orig.jpeg Shutterstock

Si possono altresì notare lesioni da grattamento e - nella pediculosi pubica - le cosiddette macchie cerulee, piccole chiazze di colorito bluastro e di ampiezza variabile che compaiono preferenzialmente nella parte inferiore dell'addome o in quella superiore delle cosce, come risultato dell'accumulo locale di un derivato emoglobinico originatosi dall'azione di un enzima inoculato dal pidocchio durante la suzione.

Frequente è anche il riscontro di piccole macchie di sangue o detriti puntiformi e nerastri sulla biancheria intima, residui delle piccole crosticine ematiche o delle deiezioni dei parassiti.

La presenza dei pidocchi va ricercata accuratamente, poiché il loro numero varia da soggetto a soggetto ed in genere è limitato, spesso non superiore alle dieci unità. Per questo motivo è molto importante anche la ricerca delle uova, che sono facilmente identificabili alla luce Wood, sotto la quale assumono un colorito giallo-verdastro brillante.

Per saperne di più: Sintomi Pediculosi

Trattamento

Quali prodotti usare in caso di Pidocchi

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/09/21/trattamento-pediculosi-orig.jpeg Shutterstock

In caso di pediculosi accertata, è indicato il ricorso a prodotti pediculociti. In commercio, sono disponibili polveri aspergibili, mousse, shampoo, lozioni, gel o spray.       

I principi attivi contenuti in questi sono principalmente:

  • Malathion, appartenente alla classe degli organofosforici, provoca la paralisi respiratoria del pidocchio ed è attivo anche sulle uova.
  • Estratto di piretro o piretroidi di sintesi (come tetrametrina e fenotrina) si comportano come agenti occlusivi e uccidono i pidocchi per soffocamento, ma sono meno efficaci sulle lendini.

In genere, viene consigliato l'utilizzo di prodotti direttamente sul capello asciutto, con un prolungato massaggio e una diffusione del prodotto alla pelle sottostante, con un pettine che verrà poi pulito. Dopo aver lasciato riposare il medicamento per 5-10 minuti, è opportuno procedere con il lavaggio e il risciacquo con acqua o uno shampoo neutro. In genere, è necessaria una seconda applicazione di insetticida 7-10 giorni dopo la prima, per uccidere i pidocchi nati dalle uova schiuse dopo il primo trattamento.

Per tutte le persone che preferiscono non utilizzare agenti chimici, sono disponibili anche preparati a base di estratti vegetali, come le piretrine naturali oppure prodotti a base di dimenticone, che agiscono con un'azione di tipo fisico e occlusiva.

Queste alternative possono essere utilizzate in associazione con l'accurata rimozione meccanica delle lendini, con un pettine a denti indeformabili e fitti, in grado di trascinare le uova e i pidocchi uccisi lungo il capello.

Per approfondire, leggi: Farmaci per Eliminare i Pidocchi »

Come evitare la re-infestazione

Un metodo semplice per la prevenzione consiste nel lavaggio di lenzuola e capi d'abbigliamento ad una temperatura superiore ai 60°C e nell'immersione in acqua calda di pettini e spazzole. I genitori, che pettinano e controllano regolarmente i capelli dei propri figli, possono individuare facilmente i pidocchi. Ciò aiuta il resto della famiglia ad evitare l'espandersi dell'infestazione.

In lavatrice

La distruzione delle uova presenti nella biancheria o negli indumenti è affidata al calore umido o a quello secco; a tale scopo è sufficiente porre gli effetti personali in stufa per almeno tre ore a 75°C, 2 ore a 80°C oppure un'ora a 90°C. In alternativa si può compiere un lavaggio a caldo del vestiario (almeno 60°C), con semplice detersivo, perborato di sodio o appositi detergenti a base di piretrine; lo stesso trattamento dovrebbe essere riservato anche a pettini e spazzole, che possono essere "sterilizzati" anche immergendoli in alcol per circa un'ora.

Shampoo per pidocchi

shampoo pidocchi

Paranix trattamento spray elimina pidocchi e lendini in 15 minuti ed è indicato sia per gli adulti sia per i bambini (che abbiano compiuto almeno 2 anni) grazie alla sua formulazione originale con 3 diversi oli essenziali.
Grazie all’offerta lancio, viene venduto insieme a Paranix shampoo, studiato appositamente per favorire il distacco e l'eliminazione delle lendini (uova) e dei pidocchi morti dai capelli dopo l'uso del trattamento antipediculosi. L'azione emolliente aiuta a rinforzare i capelli e l'olio di ylang ylang lenisce la cute portando sollievo alle zone irritate.

Pettine per pidocchi e ledini

pettine pidocchi

Metodo naturale ed ecologico per eliminare completamente i pidocchi e le lendini in modo indolore, questo pettine ergonomico con lunghi denti di metallo è spedito congiuntamente ad una spazzola rimovibile per la pulizia e una lente d’ingrandimento integrata.
I denti lunghi e leggermente chiusi del pettine sono concepiti appositamente per staccare i pidocchi e le lendini (uova piccoline). La forma rotonda delle punte rispetta la direzione di crescita dei capelli, evitando così di danneggiarli.
Per un corretto utilizzo, districare i capelli prima dell’uso per facilitare il passaggio del pettine. I capelli devono essere asciutti. A poco a poco pettinare lentamente i capelli dalla radice fino alle punte, prestando particolare attenzione in ogni zona dove potrebbero trovarsi pidocchi e lendini. La lente d’ingrandimento e la spazzola sul tappo del coperchio aiutano la rimozione anche dei più piccoli pidocchi e garantiscono una buona pettinatura. Se necessario, ripetere l’operazione più volte, soprattutto durante il periodo di prevenzione delle infezioni. Dopo l’uso, usare con cautela la spazzola per la pulizia dei denti del pettine anti pidocchi. Si consiglia di disinfettare la parte metallica con alcol al 70% dopo ogni utilizzo.

Altri articoli su 'Pidocchi: Cure e Rimedi'

  1. Pidocchi
  2. Lendini
  3. Piattole
  4. Pidocchi - Farmaci per Curare la Pediculosi

Contenuto sponsorizzato: My-personaltrainer.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, My-personaltrainer.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Autore

Dott.ssa Giulia Bertelli

Dott.ssa Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici