Occhiaie Nere

Generalità

Le occhiaie nere sono degli antiestetici segni o aloni scuri che compaiono al di sotto della palpebra inferiore.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/04/21/occhiaie-nere-orig.jpeg

Nonostante non siano una problematica medica, le occhiaie nere possono rappresentare un difetto estetico per un gran numero di persone, in quanto, con i loro bordi, sottolineano la regione perioculare. L'effetto prodotto dalla loro presenza è, dunque, quello di un viso affaticato, dall'incarnato spento e non omogeneo.

Le occhiaie nere possono comparire per i motivi più disparati. Tra le ragioni più comuni rientrano lo stress particolarmente intenso, la disidratazione, lo scarso riposo, le alterazioni della pigmentazione cutanea, la cattiva alimentazione, la fragilità capillare e la dermatite atopica o allergica da contatto. A volte, addirittura, le occhiaie nere possono rientrare tra i sintomi di un'anemia o di un disturbo della tiroide.

I trattamenti disponibili per questi aloni scuri tanto indesiderati sono diversi e prevedono rimedi cosmetici e procedure di medicina estetica più o meno invasive.

Cosa sono

Si parla di occhiaie nere quando la zona sotto o attorno agli occhi assume un colorito più scuro rispetto al resto dell'incarnato. A seconda dei fattori scatenanti, questi segni possono essere violacei, bluastri o tendenti al marrone-grigio.

Caratteristiche della zona perioculare

Rispetto al resto del viso, la cute che circonda gli occhi (zona perioculare):

Attorno agli occhi, inoltre, il grasso sottocutaneo è presente in quantità inferiore, così come la matrice dermica contiene meno fibre collagene ed elastiche. Per questi motivi, la zona perioculare (o periorbitale) risulta così fragile e sensibile. Inoltre, la zona è sottoposta alle sollecitazioni della mimica facciale e risente dell'azione del sole, del vento e degli sbalzi di temperatura.

A ciò si aggiunge il fatto che la microcircolazione venosa e linfatica risulta rallentata, particolare che rende la cute suscettibile al ristagno di liquidi interstiziali e sangue, quindi soggetta a gonfiori ed all'insorgenza di occhiaie nere e borse.

Cause

L'insorgenza delle occhiaie nere è un fenomeno complesso, che riconosce molteplici fattori eziologici.

  • Tra i motivi principali dell'insorgenza delle occhiaie nere, vi è un processo di scurimento dermico da depositi di melanina (iperpigmentazione) o congestione emodinamica.
    • In pratica, il rallentamento della microcircolazione venosa e linfatica, che determina un ristagno di sangue, con deposito di liquidi (edema periorbitale) e pigmenti, e conferisce alla zona perioculare il tipico colore bruno-bluastro.
    • Se l'alone sotto all'occhio è di colore marrone scuro, è probabile sia presente un'alterazione della normale pigmentazione causata dalla produzione di una maggior quantità di melanina nello strato basale dell'epidermide. Questa sostanza, migrando in superficie, conferisce alle occhiaie una tonalità più scura (allo stesso modo di quanto accade, ad esempio, per le macchie solari). L'iperpigmentazione può manifestarsi anche se ci si espone al sole senza un'adeguata protezione, indipendentemente dal colore della carnagione. Tra le strategie utili alla prevenzione delle occhiaie nere rientra, infatti, l'uso di occhiali solari e di cosmetici per il contorno occhi dotati di filtro anti-UV.
  • Le occhiaie nere sono rese più evidenti dalla presenza di una pelle particolarmente sottile (o quasi traslucida) in queste zone. In alcune persone, la posizione superficiale del sistema vascolare contribuisce ad accentuare questi segni.
  • Le occhiaie nere possono essere causate dall'innescarsi di un processo flogistico locale. In particolare, l'iperpigmentazione è post-infiammatoria e può essere secondaria a:

Nota: la ritenzione idrica nella zona perioculare può causare anche l'insorgenza di borse.

Occhiaie: perché sono scure?

A conferire il colore scuro alle occhiaie nere sono principalmente l'accumulo dei cromofori cutanei (sostanze che conferiscono colore alla pelle) e la stasi vascolare. Queste condizioni sono difficilmente distinguibili, in quanto possono essere contemporanee e, in qualche, modo connesse.

I principali cromofori cutanei implicati nell'insorgenza delle occhiaie nere sono:

  • Emoglobina e derivati: nell'iperpigmentazione post-infiammatoria, la zona sotto la palpebra inferiore può variare dal blu-viola al giallo, per la presenza dell'emoglobina (proteina di colore rosso che si forma nel midollo osseo e trasporta l'ossigeno alle cellule) e dei prodotti derivanti dalla sua degradazione (emosiderina, bilirubina ecc.). Questo tipo di occhiaie nere è, in genere, temporaneo e tende a risolversi spontaneamente entro breve tempo. In caso contrario, possono essere sintomo di una diversa condizione sottostante, quale scarsa funzionalità renale, cattiva digestione o disturbi del fegato.
  • Melanina: la pigmentazione delle occhiaie può essere attribuita ad un'ipermelanosi attorno all'occhio. L'accumulo di melanina rende la zona al di sotto delle palpebre inferiori di colore marrone-nero. Oltre che per il colore, questo tipo di occhiaie si può distinguere per i bordi più sfumati.

L'aspetto scuro delle occhiaie nere può essere dovuto anche a:

  • Perdita di tessuto adiposo nella palpebra o intorno all'occhio (secondaria, ad esempio, al processo di invecchiamento o all'abitudine di fumare);
  • Palpebre gonfie (possono dipendere da predisposizione personale, dermatite, allergia, malattie della tiroide ed altre condizioni sistemiche);
  • Pelle sottile e traslucida (quest'aspetto dell'epidermide attorno agli occhi è influenzata da fattori genetici e dall'età; la combinazione con una carnagione chiara spesso enfatizza le occhiaie nere);
  • Ombre dovute alla forma anatomica dell'orbita (risulta più evidente in presenza di stanchezza o mancanza di sonno, edema periorbitale e disidratazione).

Le occhiaie nere possono essere favorite anche dai vasi sanguigni e dalla stasi del sangue posizionati in modo superficiale.

In alcune persone, la comparsa delle occhiaie nere dipende da una predisposizione genetica; in tal caso, il tratto somatico tende a comparire durante l'infanzia e l'adolescenza.

Occhiaie nere: possibili disturbi associati

Le occhiaie nere possono riscontrarsi in presenza di particolari condizioni, patologiche e non.

  • Allergie. Le reazioni allergiche stagionali possono accompagnarsi spesso alle occhiaie nere; oltre al bruciore agli occhi, alla sensazione di naso chiuso ed alla gola che pizzica, questo segno può dipendere dal contatto con un allergene. A livello sistemico, ciò provoca l'attivazione delle istamine si attivano, provocando una dilatazione dei vasi sanguigni. Quest'ultimo fenomeno non produrrà alcun effetto nelle zone del corpo dove la pelle è più spessa; sotto agli occhi, dove l'epidermide è estremamente sottile, invece, la reazione allergica farà sembrare le palpebre più gonfie e scure.
  • Disturbi del sonno. L'insonnia, la privazione di sonno o il riposo particolarmente agitato, con risvegli frequenti durante la notte, possono contribuire alla formazione delle occhiaie. Quando non si dorme, infatti, i vasi sanguigni della zona sotto agli occhi tendono a dilatarsi, dando così origine ai cerchi scuri sotto alla palpebra inferiore, che potrebbe anche apparire più gonfia. Anche la situazione opposta, cioè un eccesso di riposo, può contribuire alla comparsa delle occhiaie nere.
  • Disidratazione. La carenza di acqua si ripercuote su tutto l'organismo; a livello cutaneo, ciò si traduce nella perdita di elasticità della pelle, che può risultare particolarmente evidente soprattutto nella zona sotto agli occhi. In particolare, la sottile epidermide disidratata può apparire quasi trasparente, enfatizzando le occhiaie nere.
  • Anemia. Le occhiaie nere possono manifestarsi quale sintomo dell'anemia, patologia caratterizzata da una carenza di globuli rossi o di emoglobina. In tal caso, gli aloni scuri sotto gli occhi possono accompagnarsi a molti altri sintomi, tra cui pallore, stanchezza e vertigini.

Ulteriori cause delle occhiaie nere sotto gli occhi sono:

Sintomi

Le occhiaie nere possono essere definite come dei segni iperpigmentati bilaterali, rotonde ed omogenee, che sottolineano la regione perioculare (o periorbitale) con i loro bordi più marcati e netti o meno sfumati.

L'insorgenza di questi segni può avvenire con diverse modalità: in qualche caso, sono sempre presenti, altre volte sono visibili soprattutto al mattino, dopo essersi coricati.

Le occhiaie nere si distinguono per il colore (più o meno scure; tendente al marrone o al blu).

Tipologie di occhiaie nere

In base alle cause ed all'aspetto con le quali si presentano, è possibili distinguere:

  • Occhiaie nere costituzionali: si manifestano come un segno iperpigmentato di colore scuro, grigiastro o tendente al marrone, che interessa la zona sotto la palpebra inferiore;
  • Occhiaie nere post-infiammatorie: si manifestano con aloni che possono variare dal blu-viola al giallo;
  • Occhiaie nere vascolari: in questo caso la colorazione è bluastra; questa tonalità è dovuta all'estrema sottigliezza della cute che fa trasparire i vasi sanguigni sottostanti;
  • Occhiaie nere ad "effetto ombra": consistono in un alone scuro che appare evidente sotto il muscolo tarsale che, se illuminato, scompare.

Diagnosi

In considerazione del fatto che alla determinazione delle occhiaie nere concorrono molteplici fattori, è essenziale identificare la causa per scegliere il trattamento più appropriato.

A tale scopo, è opportuno rivolgersi ad un dermatologo, il quale può dare utili indicazioni per correggere la pigmentazione delle palpebre inferiori.

La diagnosi delle occhiaie nere sotto gli occhi può implicare anche la raccolta dei dati anamnestici personali e familiari e l'esame obiettivo dell'area. Per controllare la presenza di un'allergia o un'anemia, il medico può indicare l'esecuzione di un esame completo del sangue.

Trattamento

Il trattamento delle occhiaie nere dipende fondamentalmente dalle cause; le strategie disponibili per rimediare al problema vanno dai cosmetici per il contorno occhi fino alle procedure estetiche mediche e chirurgiche.

Cosmetici per il contorno occhi

Per quanto riguarda l'iperpigmentazione della zona perioculare, occorre innanzitutto prevenire l'insorgenza del problema usando sempre prodotti cosmetici per il contorno occhi. Oltre ad essere specifiche, le formulazioni più adatte al mantenimento di quest'area sono delicate ed ipoallergeniche. Infatti, alcuni disturbi, come le irritazioni degli occhi, sono spesso una conseguenza dell'utilizzo di cosmetici non adatti alla zona perioculare. Oltre a correggere le rughe d'espressione e tonificare efficacemente la pelle nell'area perioculare, le creme, i sieri o i gel per il contorno occhi possono contenere attivatori della microcircolazione e filtri solari, utili per prevenire i depositi di melanina ed i danni da foto-invecchiamento.

Altro espediente per minimizzare le occhiaie nere consiste nell'applicare cosmetici a base di agenti illuminanti o correttori pigmentati per un efficace camouflage. Va segnalato che quest'ultime soluzioni riescono solamente a nascondere le macchie e gli aloni neri sotto agli occhi, limitandosi a coprire il problema senza risolverlo.

Procedure estetiche mediche e chirurgiche

In rarissimi casi, qualora si desiderasse una soluzione per le occhiaie nere, il dermatologo può indicare il ricorso alla chirurgia (es. blefaroplastica, lifting ecc.) per rimuovere l'eccesso di grasso, muscoli e pelle.

In linea generale, per ridurre la pigmentazione cutanea, si preferisce optare per interventi dermatologici e di medicina estetica meno invasivi, quali:

  • Lipofilling per contrastare l'effetto ombra dovuto alla perdita di tessuto con l'età (impianti dermici; ad esempio: iniezioni di acido ialuronico o innesti di grasso);
  • Peeling esfoliante per ridurre le linee sottili e la pigmentazione superficiale;
  • Trattamenti laser o luce pulsata intensa (IPL).

Questi trattamenti agiscono sulle parti scure, intorno agli occhi, rigenerando il derma dall'interno e rendendo la zona più tonica. In molti casi, però, è necessario programmare diversi trattamenti per eliminare le occhiaie nere per ottimizzare i risultati.

Rimedi naturali

Per rendere gli aloni scuri attorno agli occhi meno evidenti, esistono, poi, dei rimedi naturali, come applicare per qualche minuto delle fettine di cetriolo (meglio se vengono raffreddate precedentemente in frigo) oppure delle bustine di camomilla ben strizzate. Anche delle fettine di patate o del succo di pomodoro possono risultare efficaci nel ridurre l'aspetto dei vasi sanguigni prominenti. Chiaramente, questi espedienti attenuano le occhiaie nere in modo temporaneo, ma non sono per nulla invasivi e possono essere utilizzate all'occorrenza.

Prevenzione

Per prevenire la comparsa delle occhiaie nere attorno agli occhi, è possibile seguire alcuni accorgimenti:

  • Bere molto durante il giorno: se l'organismo è ben idratato, anche la pelle ne beneficia, inclusa la zona del contorno occhi, apparendo più luminosa e con meno discromie.
  • Evitare di fumare e limitare l'assunzione di alcolici: questi vizi possono ripercuotersi anche sulle occhiaie.
  • Riposare bene e liberarsi dallo stress: dormire il numero adeguato di ore (l'ideale sarebbero 8 ore a notte), assumere uno stile di vita meno frenetico e praticare attività che consentono di alleviare le tensioni possono contribuire a minimizzare le occhiaie nere ed i segni di stanchezza dal contorno occhi. Se borse e occhiaie diventano un problema ricorrente, occorre regolare diversamente le ore di riposo notturne.
  • Proteggere la zona del contorno occhi con occhiali da sole.
  • Adottare un regime alimentare sano: la dieta può essere d'aiuto per contrastare gli aloni scuri attorno agli occhi. In particolare, andrebbero preferiti cibi ricchi di antiossidanti e di altre sostanze utili per il micro-circolo, come il tè verde o nero, i mirtilli e l'uva. Anche gli alimenti ricchi di vitamina C e K, come agrumi, kiwi, pomodori, fragole e lattuga, sono in grado di rafforzare i capillari ed aiutano a ridurre il fenomeno delle occhiaie nere.