Non stai mangiando abbastanza: ecco quali sono i segnali

Non stai mangiando abbastanza: ecco quali sono i segnali
Ultima modifica 18.06.2021
INDICE
  1. Introduzione
  2. Dieta non equilibrata e Calo di Energie
  3. Appetito costante: segnale di carenze alimentari
  4. Insonnia e irritabilità: segnali di alimentazione non corretta
  5. Disfunzioni ormonali: quanto influisce l'alimentazione
  6. Stitichezza: segno di una dieta non corretta

Introduzione

Quali sono i segnali di un regime alimentare non corretto ed equilibrato? Spesso si tende a non mangiare a sufficienza, a livello quantitativo o qualitativo, prediligendo pasti più veloci ma completamente sbilanciati dal punto di vista nutrizionale. Non assumere abbastanza calorie può rappresentare un problema, che sia dovuto a restrizioni alimentari intenzionali, diminuzione dell'appetito o altri motivi. In effetti, mangiare poco e regolarmente può causare a una serie di disturbi a livello psicofisico.  

Dieta non equilibrata e Calo di Energie

Le calorie sono unità di energia di cui l'organismo si avvale per funzionare al meglio. Quando non si assumono abbastanza calorie , è probabile avvertire maggiore stanchezza. Il numero di calorie necessarie per queste funzioni di base in un lasso di tempo di 24 ore è indicato come tasso metabolico a riposo. La maggior parte delle persone ha un tasso metabolico a riposo superiore a 1.000 calorie al giorno. Con l'aggiunta delle comuni attività quotidiane, di hobby ed attività fisica, il fabbisogno giornaliero può aumentare di altre 1.000 calorie o più. Certi sportivi raggiungono e superano le 3.000. Sebbene anche gli ormoni svolgano un ruolo nell'equilibrio energetico, generalmente quando si assumono più calorie del necessario, viene immagazzinata la parte dell'eccesso come grasso. Se si assumono meno calorie del necessario, nella maggior parte dei casi, si verifica invece una perdita di peso.

Limitare l'assunzione a meno di 1.000 calorie al giorno può rallentare il tasso metabolico e portare all'affaticamento poiché non si stanno assumendo abbastanza calorie per supportare anche le funzioni di base. Mangiare troppo poco è stato particolarmente collegato a bassi livelli di energia nelle persone anziane, la cui assunzione di cibo può diminuire a causa della riduzione dell'appetito.

 

Appetito costante: segnale di carenze alimentari

Avere sempre fame è uno dei segni più evidenti che non si sta mangiando abbastanza cibo. Gli studi confermano che l'appetito e il desiderio di cibo aumentano in risposta alla drastica restrizione calorica dovuta ai cambiamenti nei livelli di ormoni che controllano la fame e il senso di sazietà. La restrizione calorica può causare fame e desiderio di cibo sia nei soggetti normopeso che in sovrappeso. Inoltre, è stato dimostrato che un basso apporto calorico aumenta la produzione di cortisolo, un ormone dello stress che è stato collegato alla fame e all'aumento del grasso addominale

 

Insonnia e irritabilità: segnali di alimentazione non corretta

È stato scoperto che la privazione del sonno porta alla resistenza all'insulina e all'aumento di peso. Mentre l'eccesso di cibo può causare difficoltà a dormire, pare acclarato che anche una dieta rigorosa possa portare a problemi di sonno. E' stato dimostrato come la restrizione calorica drastica causi frequentemente interruzioni del sonno e una riduzione del sonno a onde lente, noto anche come sonno profondo. Sentirsi come se fossi troppo affamato per addormentarti o svegliarti affamato sono segni importanti che non stai mangiando abbastanza. Anche l'irritabilità può essere un segnale di una dieta poco equilbrata ed insufficiente. Malumore e altri sintomi legati a manifestazioni ansiose, possono essere collegate ad un mancato equilibrio nel fabbisogno calorico

 

Il sonno è uno dei segnali per capire se l'allenamento funziona

Lo sapevi che la perdita dei capelli...

Perdere i capelli durante i cambi di stagione può considerarsi una conseguenza normale. Tuttavia, se viene notata una maggiore quantità di capelli che si accumula nella spazzola, o semplicemente passando le mani, potrebbe essere un segno di una alimentazione carente. Sono necessari molti nutrienti per mantenere una crescita dei capelli normale e sana. L'assunzione inadeguata di calorie, proteine, biotina, ferro e altri nutrienti è una causa comune di caduta dei capelli.

 

Disfunzioni ormonali: quanto influisce l'alimentazione

L'insufficienza di cibo può interferire con la salute e la fertilità della donna. L'ipotalamo e la ghiandola pituitaria che si trovano nel cervello lavorano insieme per mantenere l'equilibrio ormonale, compresa la salute riproduttiva. L'ipotalamo riceve segnali dal corpo che gli consentono di sapere quando deve agire per la regolazione ormonale. Sulla base dei segnali che riceve, l'ipotalamo produce ormoni che stimolano o inibiscono la produzione di estrogeni, progesterone e altri ormoni da parte della ghiandola pituitaria. Questo complesso sistema è molto sensibile ai cambiamenti nell'apporto calorico e nel peso. Quando l'apporto calorico o la percentuale di grasso corporeo scendono troppo, i segnali possono essere compromessi, portando a cambiamenti nella quantità di ormoni rilasciati. Senza il giusto equilibrio degli ormoni riproduttivi, ad esempio, possono subentrare difficoltà di concepimento e problemi transitori di fertilità. Il primo sintomo è l'amenorrea ipotalamica, ovvero l'assenza del ciclo mestruale per tre mesi o più.

Stitichezza: segno di una dieta non corretta

La stitichezza può essere un segnale di cattiva alimentazione. Consumare poche calorie con i cibi, nonostante l'assunzione corretta di acqua e fibre, oltre alla giusta percentuali di grassi - i fattori più importanti per una corretta funzione intestinale - non stimola la corretta evacuazione giornaliera. Stare a dieta e mangiare troppo poco può anche causare stitichezza provocata da un rallentamento del metabolismo.