Mytho: cos’è e come agisce il nuovo gene anti-età che frena l’invecchiamento?

Mytho: cos’è e come agisce il nuovo gene anti-età che frena l’invecchiamento?
Ultima modifica 27.06.2024
INDICE
  1. Che cos’è il gene mytho?
  2. Perché è stato condotto questo studio?
  3. Cosa hanno scoperto i ricercatori sul gene Mytho?
  4. Quali fattori ostacolano la longevità?
  5. Quali buone abitudini aiutano a frenare l'invecchiamento?

Che cos’è il gene mytho?

Mytho è il nome che è stato assegnato a un nuovo gene scoperto recentemente che aiuta a frenare l'invecchiamento e a favorire la longevità, permettendo di vivere in salute più a lungo. A individuarlo una ricerca durata nove anni, pubblicata sul Journal of Clinical Investigation.

Lo studio è stato condotto da un'equipe internazionale di ricercatori, guidata da un gruppo di studiosi dell'Università di Padova. Hanno partecipato allo studio anche esperti dell'Università di Bologna, dell'Istituto Telethon di Genetica e Medicina di Pozzuoli e dell'Istituto Superiore di Sanità.

Perché è stato condotto questo studio?

Questo studio è partito da una ricerca informatica che aveva l'obiettivo di individuare geni ancora sconosciuti, e in particolare potenziali geni implicati nei meccanismi che controllano la qualità delle proteine e delle strutture cellulari. Occorre sapere, infatti, che ancora oggi la maggior parte del codice genetico umano rimane non nota, per questo negli ultimi anni sono stati avviati numerosi studi per cercare di raccogliere il maggior numero di informazioni in questo ambito.

Gli studiosi si sono concentrati su quattro geni, focalizzandosi poi su quello che è stato denominato Mytho perché è quello maggiormente conservato tra le diverse specie animali, dall'uomo fino ai vermi e perché si è visto essere implicato nell'autofagia, l'unico meccanismo che consente alle cellule di rimuovere molecole e altre strutture danneggiate. Si tratta di una reazione che l'organismo attiva nelle condizioni di stress e la cui disattivazione è stata riscontrata in numerose malattie legate all'invecchiamento.

Cosa hanno scoperto i ricercatori sul gene Mytho?

I ricercatori hanno condotto alcuni studi in laboratorio, fra cui alcuni test sul verme Caenorhabditis Elegans, un modello animale utilizzato nel laboratori di genetica di tutto il mondo per gli studi sul Dna. Hanno così scoperto che disattivando il gene Mytho le cellule del modello invecchiano precocemente e l'aspettativa di vita si riduce, al contrario attivandolo si riesce a mantenere più a lungo un buono stato di salute.

Il ruolo protettivo del gene Mytho nei confronti del processo di invecchiamento è stato dimostrato non solo nel verme C. elegans, ma anche in cellule di mammifero e in biopsie di tessuto muscolare su individui di diverse età. Gli autori hanno anche ipotizzato che questo gene potrebbe essere implicato anche nella comparsa di malattie genetiche di cui attualmente non si conoscono ancora le cause.

Il fatto che questo gene estremamente conservato tra le diverse specie animali "fa pensare che una sua modulazione in senso positivo possa contribuire a mantenere in salute le cellule e l'organismo, anche perché gli animali più longevi sono risultati essere quelli con il livello maggiore di attività di questo gene" hanno spiegato gli studiosi.

Quali fattori ostacolano la longevità?

  • Una dieta sregolata nella quantità e nella quantità
  • Uno stile di vita poco attivo o addirittura sedentario
  • Lo stress
  • Il fumo di sigaretta
  • Un sonno inadeguato
  • L'inquinamento
  • Le malattie
  • I lavoro logoranti
  • La mancanza di hobby e interessi culturali
  • Una vita sociale povera e arida

Quali buone abitudini aiutano a frenare l'invecchiamento?

  • Cercare di mangiare con moderazione. L'ideale è rivolgersi a uno specialista per capire quanto si può mangiare e qual è il proprio peso forma
  • Prediligere i cibi di origine vegetale
  • Praticare uno sport tre volte alla settimana, per circa un'ora consecutiva
  • Abbinare all'attività fisica uno stile di vita attivo
  • Dedicare del tempo a qualcosa che piaccia veramente e faccia stare bene
  • Praticare un'attività fisica meditativa, che rilassi, come la camminata a ritmi blandi, lo stretching, il pilates o lo yoga
  • Mantenere attiva la mente, con attività come leggere, studiare, fare cruciverba, parole crociate e quiz, prendere parte attiva a discussioni, ascoltare musica
  • Cercare di riposare a sufficienza
  • Coltivare le relazioni sociali

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità.