Pollachiuria o Minzione Frequente: Cosa Significa Urinare Spesso?

Pollachiuria o Minzione Frequente: Cosa Significa Urinare Spesso?
Ultima modifica 22.03.2022
INDICE
  1. Generalità
  2. Cos’è
  3. Cause e Fattori di Rischio
  4. Sintomi Associati
  5. Diagnosi
  6. Trattamento e Rimedi

Generalità

La pollachiuria (o minzione frequente) è l'aumento della frequenza della minzione che si traduce nella necessità spesso e dopo brevi intervalli di tempo.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2022/03/22/pollachiuria-orig.jpeg Shutterstock

Il paziente riferisce di urinare poco e spesso, con o senza bruciore o altri sintomi.

Urinare spesso è un sintomo fondamentale di infezione delle vie urinarie, ma può essere causata anche da altre malattie che colpiscono il tratto urinario a qualsiasi livello, come stati flogistici in atto, presenza di masse che comprimono la vescica, disordini neurologici e disturbi d'ansia.

La chiave per il trattamento della minzione frequente è affrontare la causa sottostante.

Cos’è

Cos’è la Pollachiuria?

La pollachiuria (o minzione frequente) è l'aumento della necessità di urinare senza un aumento del volume totale delle urine prodotte (cioè nelle 24 ore, la diuresi è normale). Più frequentemente, gli stati infiammatori (cistite) e le infezioni sono alla base del sintomo, ma il fatto di urinare spesso può dipendere da numerose cause di varia natura.

Secondo l'Urology Care Foundation, la minzione è frequente quando si urina almeno 8 volte in un periodo di 24 ore.

Cause e Fattori di Rischio

La pollachiuria (o minzione frequente) può essere causata da una ridotta capacità funzionale della vescica a causa di affezioni urologiche (infiammazioni, infezioni ecc.), da disfunzione neurologica o da compressione sulla vescica per l'ingrandimento di altri organi (come accede, per esempio, in gravidanza o in caso d'ipertrofia prostatica benigna) o la presenza di masse (fibromi uterini, masse ovariche, tumore prostatico ecc.).

Diversi fattori possono essere collegati alla minzione frequente, come ad esempio:

  • Infezione, malattia, lesione o irritazione della vescica
  • Condizioni che aumentano la produzione di urina
  • Cambiamenti nei muscoli, nei nervi o in altri tessuti che influenzano la funzione della vescica
  • Alcuni trattamenti contro il cancro
  • Farmaci o bevande che aumentano la produzione di urina
  • Età avanzata

Cause Minzione Frequente: Cosa Porta ad Urinare Spesso?

Numerose sono le cause potenzialmente in grado di provocare minzione frequente, vediamole nel dettaglio insieme agli altri sintomi che le caratterizzano:

  • Minzione frequente accompagnata a sete intensa e poliuria: sia nell'uomo, che nella donna è uno dei sintomi caratteristici di diabete mellito e diabete insipido.
  • Minzione frequente associata a bruciori e/o a perdite dal glande o dalla vagina: infezioni o infiammazioni del tratto urinario e/o malattie a trasmissione sessuale. Spesso accompagnate a stranguria (cioè a minzione dolorosa), febbre lieve, urine torbide, talvolta con tracce di sangue e maleodoranti.
  • Minzione frequente associata a nausea mattutina e aumentata sensibilità del seno: nella donna, potrebbe essere un segnale di gravidanza (sono implicati fattori ormonali) e dell'aumentato volume uterino che "spinge" contro la vescica.
  • Minzione frequente associata a piccole perdite: nella donna, dopo la menopausa, i mutamenti ormonali comportano alcune sfavorevoli modificazioni a carico della vescica, dell'uretra e di tutte le strutture coinvolte nell'eliminazione dell'urina. In alcuni casi, il risultato è l'incontinenza urinaria.
  • Ipertrofia prostatica: l'eccessiva crescita della prostata, abbastanza comune negli uomini dopo i 50-60 anni, tende a restringere sempre più l'uretra prostatica, determinando minzione frequente accompagnata a calo di intensità del getto urinario, stranguria, gocciolamento post-minzionale e sensazione di non aver svuotato del tutto la vescica.
  • Tumore alla prostata: negli stadi iniziali, la sintomatologia è sovrapponibile a quella dell'ipertrofia prostatica; per questo motivo, dopo i 50 anni è buona regola sottoporsi a screening periodici, anche in assenza di sintomi.
  • Calcoli delle vie urinarie: possono accompagnarsi a ematuria e a dolori e bruciori durante la minzione, ma non sempre si associano a dolore di tipo colico al fianco.
  • Insufficienza cardiaca congestizia: il riassorbimento notturno degli edemi può causare nicturia (emissione di urina, fastidiosa e frequente, soprattutto durante la notte).
  • Ictus, sclerosi multipla o altre malattie neurologiche: danni ai nervi che controllano la vescica possono causare minzione frequente.
  • Minzione frequente ed ipertensione: potrebbe essere riconducibile a determinati farmaci prescritti allo scopo di controllare la pressione arteriosa;
  • Fattori emozionali (stati di eccitazione psichica): possono essere causa di minzione frequente.
  • Neoplasie vescicali: sintomi frequenti sono la presenza di sangue nelle urine e la formazione di coaguli, la sensazione di bruciore alla vescica quando si comprime l'addome, la difficoltà e il dolore ad urinare, la maggior facilità a contrarre infezioni);
  • Neoplasie provenienti da organi limitrofi (utero, retto, sigma, prostata) che infiltrano la parete del detrusore (il muscolo della vescica che permette le contrazioni e lo svuotamento dell'urina).

Altre cause di Pollachiuria

Pollachiuria nella Cistite: Perché porta ad Urinare Spesso?

In caso di cistite, a causa dell'infiammazione, la soglia che innesca lo stimolo della minzione si riduce per cui il soggetto è portato ad urinare spesso piccoli volumi.

Sintomi Associati

Quali Sono i possibili Sintomi associati alla Pollachiuria?

A seconda della causa che porta ad urinare spesso, si potrebbero riscontrare altri sintomi urinari, come:

  • Dolore o fastidio durante la minzione (stranguria)
  • Difficoltà a urinare (disuria)
  • Forte bisogno di urinare (urgenza urinaria)
  • Perdita del controllo della vescica
  • Colore insolito delle urine

Altri sintomi dipendono dalle cause specifiche. Ad esempio, oltre alla pollachiuria, un'infezione delle vie urinarie può causare: sangue nelle urine (ematuria), urine torbide, dolore pelvico e spossatezza; le malattie sessualmente trasmissibili possono essere accompagnate da alterazioni cutanee visibili e un'infezione renale può essere accompagnata da febbre.

La minzione frequente può verificarsi sia di giorno, che di notte oppure può essere evidente solo durante la notte (nicturia). La minzione frequente può influire sul sonno e sul benessere generale.

Diagnosi

Pollachiuria: Esami per la Diagnosi

La causa che determina la minzione frequente può essere definita mediante una semplice valutazione, che può comprendere:

  • Anamnesi: valutazione dei sintomi e farmaci assunti, modello di assunzione di liquidi (incluso l'alcool), presenza di malattie sistemiche che potrebbero contribuire alla pollachiuria; è molto importante valutare le abitudini del paziente riguardanti la funzione urinaria poiché la frequenza delle minzioni può variare da soggetto a soggetto;
  • Esame dell'addome, pelvico (donne) e rettale (uomini);
  • Esami del sangue: elettroliti, glucosio, calcio, valutazione della funzione renale ecc.;
  • Analisi delle urine con pH, nitriti, emoglobina, leucociti e urinocoltura: per escludere infezione, ematuria e proteinuria;
  • Urodinamica: valuta il flusso urinario, volume residuo e altri parametri relativi all'alterata funzionalità vescicale.
  • Eventuali ulteriori test diagnostici, come ecografia della vescica o della prostata e cistoscopia.

In alcuni casi, possono essere necessari un tampone uretrale o vaginale e un test per le malattie a trasmissione sessuale.

Trattamento e Rimedi

Come viene trattata la Pollachiuria (Minzione Frequente)?

Il trattamento per la pollachiuria dipende dalla causa che porta ad urinare spesso. Ad esempio, se la causa è il diabete, il trattamento comporterà il controllo dei livelli di zucchero nel sangue.

Il primo passo per la gestione della minzione frequente consiste, quindi, nel determinare se questo sintomo è causato da infezioni, infiammazioni, fattori alimentari o un problema con la vescica o la prostata.

Le opzioni di trattamento per la pollachiuria possono includere:

1) Farmaci antidepressivi ad azione anticolinergica (come l'ossibutinina): riducono i sintomi della vescica iperattiva, agendo livello del muscolo destrusore e migliorando lo svuotamento vescicale.

2) Farmaci che riducono la produzione di urina:

  • Bumetanide e furosemide: diuretici che agiscono regolando la produzione di urina;
  • Imipramina: antidepressivo triciclico che diminuisce la produzione di urina;
  • Desmopressina: analogo della vasopressina che aiuta i reni a produrre meno urina.

La gestione delle infezioni urinarie prevede un trattamento farmacologico, spesso con antibiotici o antisettici urinari che devono essere prescritti dal medico. La terapia deve essere seguita per tutto il periodo indicato, anche quando i sintomi tendono a scomparire rapidamente; il rischio di una sospensione anticipata del trattamento, è di sviluppare recidive e di favorire la resistenza batterica agli antibiotici.

In presenza di un'infezione più grave, può essere necessario il ricovero ospedaliero e ricorrere al trattamento antibiotico per via endovenosa. La pielonefrite, in particolare, se non è riconosciuta e trattata rapidamente, può provocare danni permanenti e compromettere la funzionalità renale, portando addirittura alla necessità di ricorrere alla dialisi.

Infine, se l'infezione è sostenuta da difetti anatomici dell'apparato urinario, si può ricorrere alla correzione chirurgica dell'anomalia stessa.

La pollachiuria causata da patologie di altra natura si risolve trattando la malattia all'origine del disturbo.

Per controllare la minzione frequente possono essere utili le seguenti terapie comportamentali:

  • Modifica della dieta. Evitare qualsiasi cibo che sembra irritare la vescica o agire come diuretico. Questi possono includere caffeina, teina, alcol, bevande gassate, prodotti a base di pomodorocioccolato, dolcificanti artificiali e cibi piccanti. È anche importante mangiare cibi ricchi di fibre, perché la stitichezza può peggiorare la situazione;
  • Monitoraggio dell'assunzione di liquidi;
  • Esercizi di Kegel: questi esercizi aiutano a rafforzare i muscoli intorno alla vescica e all'uretra per migliorare il controllo vescicale e ridurre l'urgenza e la frequenza urinaria. Esercitare i muscoli pelvici per cinque minuti tre volte al giorno può fare la differenza nel controllo della vescica;
  • Biofeedback: può aiutare ad imparare come funzionano i tuoi muscoli pelvici per controllarli meglio.
Prosegui con la lettura di: Nicturia: Cos'è, Cause e Rimedi

Autore

Dott.ssa Giulia Bertelli

Dott.ssa Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici