Mash, cos'è l'infiammazione cronica del fegato?

Mash, cos'è l'infiammazione cronica del fegato?
Ultima modifica 02.05.2024
INDICE
  1. Introduzione
  2. Mash: cos'è l'infiammazione al fegato?
  3. Sintomi della Mash
  4. Fattori di rischio della Mash
  5. Lo studio: colpisce maggiormente i giovani
  6. Consigli e raccomandazioni

Introduzione

Mash è un'infiammazione cronica di cui sono a rischio maggiore i soggetti che presentano obesità, diabete e resistenza insulinica. Può non dare segni per lungo tempo restando asintomatica, ma determinare la comparsa di fibrosi epatica e, nei casi più gravi, di cirrosi. Secondo uno studio americano, a soffrirne sono sempre di più i giovani.

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità

 

Mash: cos'è l'infiammazione al fegato?

Si chiama Mash, metabolic dysfunction-associated steatohepatitis, e a lungo andare può causare la comparsa di fibrosi epatica e cirrosi, nei soggetti diabetici. Un'infiammazione cronica al fegato di natura metabolica disfunzionale che presenta una lunga fase asintomatica. In questo lasso di tempo è ancora possibile arrestare il danno epatico. 

La steatosi epatica, o «fegato grasso», è molto comune: interessa oltre il 25% della popolazione mondiale ne soffre, e il 55% dei soggetti diabetici e/o obesi. Questa condizione predispone a una steatoepatite, ossia un danno a carico del fegato - di natura non alcolica - che si ingrossa per via dei depositi di grasso nelle sue cellule

Se il danno epatico peggiora, possono subentrare gravi cicatrici epatiche, ossia cirrosi, e persino cancro del fegato. Sino ad ora questa patologia prendeva il nome di Nash ma è in corso una trattativa sul cambio di terminologia in Mash, metabolic dysfunction-associated steatohepatitis, ossia «steatoepatite associata a disfunzione metabolica» in quanto considera i fattori metabolici e include anche chi non consuma quantitativi rilevanti di alcol.

NAFLD cos'è?

Nafld (non-alcoholic fatty liver disease), è la malattia del fegato non alcolica dovuta ad un accumulo eccessivo di grasso nel fegato nelle persone in sovrappeso o obese. Si presenta sotto forma di steatosi epatica, ossia il «fegato grasso», o di steatoepatite non alcolica (Nash o Mash).

 

Sintomi della Mash

Fattori di rischio della Mash

Si parla di steatosi epatica quando almeno il 5% delle cellule del fegato presenta un deposito di grasso rilevante, e si è in presenza di almeno un fattore di rischio cardiometabolico senza consumo significativo di alcol, come:

Lo studio: colpisce maggiormente i giovani

Uno studio condotto dai ricercatori dell'Università di Bristol ha evidenziato come a 24 anni, un giovane su 5 mostri segni di fegato grasso e uno su 40 fibrosi (cicatrizzazione) del tessuto epatico. Hanno analizzato un campione di 14mila bambini nati tra il 1991 e il 1992, osservati per oltre 25 anni.

Le analisi sono state condotte in due step distinti sui partecipanti, quando avevano 17 e 24 anni. A 17 anni uno su 40 (2,5%) presentava segni di malattia del fegato grasso; a 24 il problema riguardava uno su cinque (poco più del 20%). Uno su 40 presentava fibrosi epatica. 

 

Consigli e raccomandazioni