Mal di Testa da Rapporto Sessuale: Cefalea Coitale e Orgasmica

Mal di Testa da Rapporto Sessuale: Cefalea Coitale e Orgasmica
Ultima modifica 26.04.2021
INDICE
  1. Mal di testa e Sesso: Quale Correlazione?
  2. Tipologie
  3. Cause e Fattori di Rischio
  4. Sintomi
  5. Quando Preoccuparsi
  6. Cosa Fare

Mal di testa e Sesso: Quale Correlazione?

La cefalea da rapporto sessuale è una forma di mal di testa che si manifesta proprio durante l'atto coitale o al raggiungimento dell'orgasmo. Si presenta più frequentemente negli uomini di età compresa tra i 35 e i 45 anni, in un rapporto di 4 a 1 rispetto al sesso femminile, e nelle persone predisposte a soffrire di emicrania o cefalea da sforzo.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/04/26/cefalea-coitale-orig.jpeg Shutterstock

Questo tipo di mal di testa è quasi sempre un sintomo benigno, cioè nella maggior parte dei casi non è espressione di alcuna patologia sottostante, soprattutto se:

  • Tende a risolversi in un breve arco di tempo (entro un'ora);
  • Non si associa a nessun altro disturbo.

Tipologie

Mal di Testa Sessuali: Tipologie

Esistono due tipi principali di "mal di testa sessuali":

  • Cefalea preorgasmica (o mal di testa coitale): il mal di testa insorge nel bel mezzo dell'attività sessuale e tende a peggiorare a mano a mano che aumenta l'eccitazione;
  • Cefalea orgasmica (o mal di testa post coitale): il mal di testa si manifesta a pochi minuti dall'orgasmo con un dolore intenso, si acuisce al raggiungimento del piacere sessuale, quindi scompare dopo breve tempo dalla risoluzione del rapporto.

Nota Bene: occorre segnalare che gli studi clinici non sono stati in grado di confermare una divisione coerente tra queste due tipologie di mal di testa da rapporto sessuale, quindi cefalea preorgasmica e cefalea orgasmica dovrebbero essere considerati, in realtà, come una condizione singola con presentazione variabile.

Classificazione Diagnostica

La "Classificazione Internazionale delle Cefalee" (ICHD), redatto dalla International Headache Society e approvato dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) distingue le cefalee primarie in base ai sintomi e le forme secondarie in base alla loro eziologia.

Secondo questa nomenclatura, il mal di testa da rapporto sessuale è definito come "Cefalea primaria associata all'attività sessuale", rientra tra gli "Altri disturbi primari della cefalea" (4.3) e viene definito come: "mal di testa innescato dall'attività sessuale, che di solito inizia come un dolore bilaterale sordo con l'aumentare dell'eccitazione sessuale e diventa improvvisamente intenso all'orgasmo, in assenza di qualsiasi disturbo intracranico."

Altro termine utilizzato per indicare il mal di testa da rapporto sessuale è cefalea sessuale benigna.

Cause e Fattori di Rischio

Mal di Testa da Rapporto Sessuale: Da Cosa Dipende?

Le esatte cause del mal di testa coitale non sono note, tuttavia è probabile che nell'insorgenza siano implicati meccanismi che accompagnano e concorrono al mantenimento dell'eccitazione sessuale:

  • Fattori ormonali e psicologici: in tal senso, negli uomini, il testosterone gioca un ruolo chiave, mentre nelle donne può aver peso soprattutto l'aumento dell'adrenalina e la sua successiva brusca diminuzione che si registrano subito prima e dopo l'orgasmo.
  • Fattori vascolari, come l'aumento della pressione arteriosa.

L'esordio della cefalea non è provocato solo dal rapporto sessuale: questi mal di testa possono essere attivati ​​da qualsiasi attività che esiti nell'orgasmo, come la masturbazione.

Il mal di testa da coito occorre con maggiore frequenza nelle persone predisposte a soffrire di emicrania o cefalea da sforzo.

Fattori Scatenanti e Aggravanti

Una maggiore probabilità di incidenza si verifica in caso di:

Altri fattori che possono scatenare o contribuire al peggioramento di un episodio di cefalea da rapporto sessuale sono:

Chi è Più a Rischio

Il mal di testa coitale e post coitale si verifica in prevalenza nei maschi (circa 4 volte più frequentemente che nelle femmine).

Le fasce d'età maggiormente colpite sono piuttosto ampie: la cefalea da rapporto sessuale si presenta più frequentemente negli uomini di età compresa tra i 35 e i 45 anni; in media, i picchi degli episodi tendono a manifestarsi durante i primi 20 anni d'età e intorno ai 40 anni.

Quanto è Comune?

I mal di testa sessuali non sono molto comuni. La prevalenza nella popolazione generale degli Stati Uniti è riportata intorno all'1%. Tuttavia, è probabile che questa condizione sia sottostimata a causa di imbarazzo o errata interpretazione dei sintomi.

Sintomi

Mal di Testa da Rapporto Sessuale: Come si Manifesta?

Cefalea Preorgasmica

I sintomi della cefalea da rapporto sessuale includono un dolore sordo su entrambi i lati della testa ("dolore a casco") associato alla sensazione di contrattura del collo e/o della mandibola, che inizia durante il coito ed aumenta proporzionalmente con l'incremento dell'eccitazione sessuale (cefalea preorgasmica). Il mal di testa tende a scomparire dopo breve tempo del raggiungimento dell'acme del piacere sessuale.

Cefalea Orgasmica

In altri casi, esordisce un'improvvisa e violenta emicrania subito pochi minuti dopo o durante l'orgasmo (cefalea orgasmica). Questo tipo di mal di testa può iniziare in risposta all'aumento della pressione sanguigna e può manifestarsi intorno o dietro gli occhi.

Quanto Dura un Episodio di Cefalea da Coito?

Gli attacchi di mal di testa collegati al sesso durano generalmente pochi minuti, ma possono protrarsi talvolta per alcune ore; solo in alcuni casi, la cefalea può persistere, con intensità lieve, per alcuni giorni successivi (72 ore).

Frequenza degli Attacchi di Mal di Testa

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/04/26/cefalea-orgasmica-orig.jpeg Shutterstock

La frequenza della cefalea da coito è imprevedibile e tende a ricadere in due schemi:

  • Decorso cronico: il mal di testa si manifesta con attacchi ricorrenti a intervalli regolari; si verifica in circa il 25% dei pazienti. Nel 69% di questi casi, si raggiunge la remissione della condizione nel giro di 3 anni.
  • Decorso episodico: si manifesta sporadicamente e gli attacchi che possono eventualmente cessare completamente; si verifica in circa il 75% dei pazienti. Coloro che soffrono di cefalea coitale episodica, di solito, notano che la condizione scompare entro settimane o mesi dopo l'inizio, spesso senza ricevere alcun trattamento specifico.

Pertanto, il mal di testa sessuale ha tipicamente una prognosi favorevole.

Cosa Aggrava il Dolore?

Nelle persone predisposte, l'accumulo di stress e la stanchezza eccessiva può rendere più violento l'episodio doloroso. Inoltre, le cefalee sessuali sono tipicamente peggiorate dal movimento. 

Soffri di Cefalea da Rapporto Sessuale?

Coloro che credono di soffrire di mal di testa sessuale dovrebbero chiedersi se i loro sintomi soddisfano i seguenti criteri:

  • Due o più episodi di dolore alla testa e al collo;
  • Il dolore si verifica solo durante l'attività sessuale;
  • Il dolore si intensifica in modo brusco e potente con l'aumentare dell'eccitazione sessuale e/o durante il periodo dell'orgasmo;
  • Il dolore dura tra un minuto (minimo) e settantadue ore (massimo);
  • Il dolore non è più accuratamente attribuito o causato da qualsiasi altra condizione nota.

Se tutte queste condizioni sono soddisfatte, una persona potrebbe soffrire di mal di testa sessuale. In ogni caso, solo un medico può diagnosticare e indicare come trattare correttamente questa condizione.

Quando Preoccuparsi

Sebbene il mal di testa da coito sia nella maggior parte dei casi benigno, raramente può essere un indicatore di un problema più serio, specialmente se il dolore si manifesta in modo molto grave, improvviso e tende a protrarsi per più di un'ora dalla conclusione del rapporto sessuale. Questi casi, dovrebbero essere valutati da un medico per escludere gravi patologie sottostanti (evenienza rara, ma possibile).

I mal di testa sessuali che sono seguiti da perdita di coscienza, vomito o torcicollo, così come un dolore intenso che dura più di ventiquattro ore, è più probabile che siano dovuti a fattori sottostanti.

Quando è Spia di Altri Problemi

Solitamente, la cefalea da rapporto sessuale non è motivo di preoccupazione. Tuttavia, quando il mal di testa è lancinante e persistente, si ripete nel tempo ed è associato a perdita di coscienza, vomito, rigidità del collo e altri sintomi neurologici è opportuno consultare il proprio medico per escludere la presenza di problemi cardiovascolari. In rari casi, infatti, la cefalea coitale potrebbe essere spia di:

Cosa Fare

Mentre alcuni episodi di mal di testa sessuale possono essere inevitabili, ci sono più passaggi che una persona può intraprendere nel tentativo di ridurre le probabilità di manifestare la cefalea coitale. In ogni caso, l'approccio più appropriato alla cefalea da rapporto sessuale deve sempre tenere in considerazione le indicazioni individuali stabilite dal medico, formulate in relazione all'entità del disturbo, alla sintomatologia ed alle esigenze personali del paziente. Fortunatamente, la maggior parte dei mal di testa da rapporto sessuale tende a scomparire da sola nel tempo.

Prevenzione e Trattamento della Cefalea Coitale

Il primo passo da attuare per gestire e prevenire gli episodi di mal di testa coitale consiste nel ridurre o, se possibile, eliminare i fattori scatenanti, attuando alcune modificazioni dello stile di vita (es. abitudini legate al sonno o dieta). Per evitare che il rapporto possa scatenare un attacco di mal di testa è importante cercare l'approccio sessuale in condizioni di rilassamento e non di stanchezza.

Se il controllo di questi stimoli è inefficace, è possibile ricorrere alla terapia farmacologica su indicazione del medico curante: di solito, per ridurre il dolore, vengono prescritti farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come indometacina e triptani.

Quando necessario, sempre previo consiglio medico, è possibile ricorrere, nel breve termine, all'assunzione di un farmaco anti-cefalea prima del rapporto, per ridurre il rischio che il problema si presenti. Le percentuali di successo nella prevenzione del mal di testa orgasmico hanno raggiunto l'80% utilizzando il propranololo (beta-bloccante).

Prima di iniziare questi trattamenti è necessario completare l'iter diagnostico (valutazione cardiologica, esecuzione di RMN cerebrale ecc.), per escludere potenziali lesioni vascolari secondarie, poiché l'indometacina è un FANS che può influire sulla coagulazione del sangue ed i triptani possono agire come vasocostrittori.

Bibliografia

4.3 Primary headache associated with sexual activity. ICHD-3 Beta The International Classification of Headache Disorders 3rd edition (Beta version). N.p., n.d. Web. 09 Apr. 2017.

Orgasmic and Pre-orgasmic Headache. American Migraine Foundation. N.p., 10 July 2016. Web. 09 Apr. 2017.

Redelman, Margaret J. What if the 'sexual headache' is not a joke? British Journal of Medical Practitioners. BJMP, 2010. Web. 09 Apr. 2017.

Sex headaches. Mayo Clinic. Mayo Foundation for Medical Education and Research, 02 Apr. 2015. Web. 11 May 2017.

Østergaard, John R., and Morten Kraft. Benign Coital Headache. Cephalalgia 12.6 (1992): 353-55. Web. 10 May 2017.

Sexual Benign Headaches. National Headache Foundation. N.p., 25 Oct. 2007. Web. 09 Apr. 2017.

Autore

Dott.ssa Giulia Bertelli

Dott.ssa Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici