Mal d’auto e disturbi legati al movimento: cosa fare per prevenirli

Mal d’auto e disturbi legati al movimento: cosa fare per prevenirli
Ultima modifica 07.07.2023
INDICE
  1. Cos’è il Mal d’Auto
  2. Sintomi Mal d’Auto
  3. Come farlo passare
  4. Come si previene

Cos’è il Mal d’Auto

Il mal d'auto è una forma di cinetosi. Si tratta di un malessere da movimento causato da un'eccessiva stimolazione delle strutture dell'equilibrio situate nella parte più interna dell'orecchio (apparato vestibolare), deputate al rilevamento di movimento, accelerazione e gravità. Durante il viaggio, il malessere è spesso innescato da turbolenze, vibrazioni e cambiamenti di velocità e di direzione troppo rapidi, come quelli indotti dai mezzi di trasporto. Il mal d'auto è enfatizzato da calore, ansia, fame o eccesso di cibo.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2023/07/07/mal-d-auto-orig.jpeg Shutterstock

Cinetosi in sintesi

La cinetosi, o mal di movimento, è una sensazione di malessere che colpisce alcune persone durante i viaggi in seguito alle repentine variazioni del corpo nello spazio. Ciò accade quando si viaggia in auto, nave, treno o aereo. Nausea, pallore, vertigini, vomito e sudorazione fredda sono i sintomi più comuni. A soffrirne maggiormente sono i bambini di età compresa tra i 3 e 12 anni, il cui organismo non è ancora abituato ai continui scuotimenti del mezzo di trasporto in movimento.

Ecco qualche consiglio per evitarli durante i viaggi.

Approfondimento: cosa provoca il Mal d'Auto

Il sistema vestibolare è una complessa combinazione di nervi, piccoli canali e fluidi organizzati a livello dell'orecchio interno, che trasmette al cervello le informazioni circa i cambiamenti della posizione rispetto al campo terrestre e i movimenti in senso lineare (senza cambiamenti nella direzione) o angolare. Questi dettagli consentono al corpo di mantenere l'equilibrio e il bilanciamento. Molti esperti sostengono la teoria che la cinetosi sia causata da un conflitto di informazioni tra i sensi. Il cervello elabora e aggiorna costantemente le informazioni relative a posizione, accelerazione e bilanciamento del corpo, percepite da occhi e sistema vestibolare. Tuttavia, se i messaggi provenienti da questi due sensi sono discordanti, il cervello non può aggiornare il proprio stato attuale e indurre i sintomi della cinetosi. Ad esempio, se si viaggia in auto, il disturbo può insorgere perché al cervello elabora l'informazione proveniente dagli occhi che informa che si sta viaggiando a più di 30 Km/h, ma il sistema vestibolare dice al cervello che si è ancora seduti. Questa mancata corrispondenza degli stimoli recepiti può determinare i sintomi della cinetosi, come nausea e vomito.

Per approfondire: Cinetosi: Cos’è? Cause, Sintomi e Rimedi

Sintomi Mal d’Auto

Mal d’Auto: primi segni e disturbi associati

Il mal d'auto esordisce tipicamente con nausea e crescente senso di malessere, a cui possono seguire diversi disturbi come:

Questi sintomi possono presentarsi all'improvviso o gradualmente, man mano che si procede nel viaggio in auto.

Quanto dura il Mal d’Auto?

Nella maggior parte dei casi, i sintomi del mal d'auto migliorano quando il corpo si adatta agli stimoli che causano il malessere (es. movimento, tornanti in montagna, frequenti cambiamenti di andatura ecc.).

Se i sintomi persistono anche dopo aver concluso un viaggio, è consigliabile consultare il medico per escludere altre possibili cause all'origine delle manifestazioni, come ad esempio un'infezione dell'orecchio interno (labirintite). Non sono necessarie particolari indagini per formulare la diagnosi di cinetosi: il medico raccoglierà le informazioni relative ai sintomi e alle situazioni che hanno indotto il problema, per fornire al paziente alcuni consigli utili per evitare successivi episodi di cinetosi.

Come farlo passare

I trattamenti per il mal d'auto possono variare dai consigli per l'auto-gestione alla terapia farmacologica.

I sintomi lievi possono essere migliorati con alcuni comportamenti facilmente adottabili dal soggetto, come fissare l'orizzonte o distrarsi ascoltando la musica. Le manifestazioni più gravi possono rendere necessaria l'assunzione di alcuni farmaci utili a prevenire e combattere il disturbo. Quando viene intrapresa la terapia farmacologica, il medico dovrebbero assicurarsi che i pazienti comprendano i rischi e benefici, il profilo degli effetti collaterali indesiderati e le potenziali interazioni farmacologiche.

Farmaci Anti-Cinetosici

I farmaci anti-cinetosici possono aiutare a trattare e prevenire i sintomi caratteristici del mal d'auto durante il viaggio, che si tratti di vacanza o di semplice spostamento con la macchina.

Compresse e confetti da masticare

Farmaci da prendere all'occorrenza sono gli antistaminici a base di dimenidrinato (sicuro per i bambini oltre i 2 anni) o la dimenidrinato, principi attivi in grado di contrastare l'azione dell'istamina (implicata generalmente nelle allergie, ma anche in reazioni di eccessiva secrezione gastrica).

Le compresse devono essere generalmente assunte per via orale circa 30 minuti prima della partenza; se il viaggio è piuttosto lungo, potrebbe essere necessario ricorrere a una dose ogni 6-8 ore. Il chewing gum, invece, può essere masticato ai primi segnali di malessere: la massima efficacia si raggiunge dopo circa 5-10 minuti. Questi farmaci possono essere utilizzati anche dai bambini di età compresa fra i 4 e i 12 anni; le donne in gravidanza o in allattamento, invece, devono prima consultare il loro medico.

Farmaci a base di scopolamina

I farmaci anticolinergici a base di scopolamina sono in grado di bloccare lo stimolo del vomito da parte del cervello. Questi medicinali devono essere usati solo dietro consiglio medico per i possibili effetti indesiderati (come la dilatazione della pupilla o midriasi) che potrebbero comparire; inoltre, l'uso dei farmaci anticolinergici è controindicato in gravidanza, nei bambini di età inferiore ai 12 anni, negli anziani e in persone con disfunzioni epatiche o renali (la scopolamina potrebbe causare effetti tossici).

Possibili effetti collaterali dei farmaci anti-cinetosici

Antistaminici e anticolinergici provocano sonnolenza, a causa della loro azione sedativa. Per questo motivo è necessario prestare attenzione nella guida di autoveicoli o nel corso di altre attività che richiedono un alto grado di concentrazione. Nelle persone che abusano di questi farmaci anti chinetosici (ne assumono un quantitativo superiore alle quantità indicate o li usano con una certa frequenza) possono verificarsi effetti collaterali quali ridotta secrezione salivare, visione offuscata, ritenzione urinaria e stitichezza. La scopolamina è controindicata in persone a rischio di glaucoma ad angolo chiuso.

Come si previene

Come prevenire il Mal d’Auto

Le persone che soffrono di mal d'auto dovrebbero cercare di porsi nei punti del veicolo meno soggetti alle sollecitazioni: ad esempio, sui sedili anteriori dell'auto e verso il senso di marcia. Evitare alcolici e pasti troppo abbondanti, prima o nel corso del viaggio (gli spostamenti impediscono una corretta digestione ed aumentano la probabilità d'incorrere nel malessere), ma non viaggiare neppure a stomaco vuoto (il movimento aumenta le secrezione gastriche).

Le cinetosi possono essere contrastate concentrando lo sguardo su un punto fisso, tenendo gli occhi chiusi e mangiando piccole quantità di cibo secco, come fette biscottate, grissini o qualche biscotto.

Polsini anti-nausea

I bracciali anti-nausea sono dispositivi elastici dotati di una sfera rigida al centro, che preme su un punto dell'agopuntura (P6 o di Nei-Kuan), situato nella zona interna dell'avambraccio a quattro centimetri dalla piega del polso. Questi polsini agiscono dal momento in cui vengono indossati e sembrano essere in grado di controllare la nausea e il vomito, non hanno controindicazioni di alcun genere e possono essere utilizzati anche dalle donne in gravidanza.

Zenzero

Lo zenzero (Zingiber officinale) è un rimedio utilizzato nella tradizione contro la nausea e il vomito. L'assunzione di integratori che contengono l'estratto di zenzero può aiutare a prevenire i sintomi del mal d'auto, tuttavia non tutte le ricerche confermano un evidente beneficio applicato alla specifica condizione. Prima di assumere un integratore di zenzero, è comunque utile controllare con il medico che non esistano eventuali interazioni con altri farmaci assunti regolarmente. Ad esempio, lo zenzero può aumentare il rischio di sanguinamento, soprattutto se contemporaneamente si assumono anticoagulanti come il warfarin (Coumadin) o l'aspirina.

Altri rimedi per il Mal d’Auto

Si può cercare di alleviare i sintomi del mal d'auto, utilizzando attuando misure volte a ridurre la percezione del movimento che comprendono:

  • Mantenere lo sguardo fisso su un oggetto distante e stabile (ad esempio, guardare l'orizzonte):
    • Ridurre l'input sensoriale, ad esempio, mantenendo gli occhi sull'orizzonte.
    • Non leggere o giocare, in quanto possono peggiorare la cinetosi.
    • Chiudere gli occhi può aiutare ad alleviare i sintomi. 
  • Scegliere un posto in cui si sente meno il movimento:
    • Se possibile, in previsione di un viaggio, occupare i posti in cui il movimento si può avvertire in misura minore, come il sedile del passeggero anteriore.
  • Ridurre al minimo i movimenti della testa e del corpo.
    • Appoggiarsi contro lo schienale del sedile ed utilizzare un cuscino o un poggiatesta può aiutare a mantenere la ferma la posizione della testa.
    • Sedere nella direzione di marcia.
  • Prendere un po΄ d'aria fresca.
    • Se possibile, aprire le finestre per mantenere una buona ventilazione.
    • Non fumare o evitare di sedersi vicino a fumatori.
    • Evitare di consumare pasti abbondanti ed evitare alimenti con sapori e odori forti.
    • Mangiare piccole quantità di cibi leggeri, magri contenenti amido.
    • Non assumere bevande alcoliche (che possono aggravare la nausea).
Per approfondire: Farmaci per il Trattamento della Cinetosi o Mal da Movimento

Autore

Dott.ssa Giulia Bertelli

Dott.ssa Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici