Ipomania: cos’è? Sintomi episodio ipomaniacale, cause e cura

Ipomania: cos’è? Sintomi episodio ipomaniacale, cause e cura
Ultima modifica 11.01.2024
INDICE
  1. Ipomania: cos’è
  2. Cause e trigger comuni
  3. Sintomi Ipomania
  4. Diagnosi
  5. Terapia

Ipomania: cos’è

Cos'è l'ipomania?

L'ipomania è una condizione caratterizzata un umore anormalmente elevato o irritabile, accompagnato da livelli di energia o di attività insolitamente aumentati e non contestuali.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2023/10/09/ipomania-orig.jpeg Shutterstock

Si tratta di una forma meno estrema di mania, con la differenza che gli episodi ipomaniacali sono generalmente di durata più breve, meno gravi e non comportano il manifestarsi di sintomi psicotici.

Cosa s’intende per episodio ipomaniacale?

Con episodio ipomaniacale, s'intende il manifestarsi questi marcati cambiamenti rispetto all'umore e all'energia di base di una persona, per la maggior parte della giornata, per almeno quattro giorni.

In sintesi: l'ipomania è uno stato dell'umore caratterizzato da elevati livelli di energia, umore e attività che sono notevolmente diversi dal livello di base, ma meno gravi della mania totale. A differenza della mania, l'ipomania in genere non compromette il funzionamento quotidiano, né richiede il ricovero in ospedale e non presenta psicosi

Cause e trigger comuni

Cosa scatena un episodio ipomaniacale?

Per ciascuno, i fattori scatenanti un episodio ipomaniacale possono essere diversi. Alcuni trigger comuni includono:

  • Una situazione o un ambiente altamente stimolante (ad esempio: molto rumore, luci intense, grandi folle)
  • Un importante cambiamento di vita (es. divorzio, matrimonio, perdita del lavoro)
  • Mancanza di sonno
  • Uso di sostanze, come droghe ricreative o alcol

Quali sono le cause dell’ipomania?

L'ipomania è un tipico sintomo del disturbo bipolare, ma può segnalare anche altre situazioni patologiche e non.

Le potenziali cause dell'ipomania includono:

  • Depressione e altri disturbi di salute mentale: l'ipomania è un potenziale sintomo di patologie quali il disturbo bipolare, ma può verificarsi anche come parte di altri disturbi dell'umore. Il disturbo bipolare è un disturbo di salute mentale in cui una persona sperimenta cambiamenti nell'umore, nell'energia, nei livelli di attività e nei modelli di pensiero; a seconda del tipo, gli episodi possono includere estremi alti (mania o ipomania) e/o bassi (depressione). Nella ciclotimia, l'ipomania si presenta in alternanza a periodi di calo dell'umore (disforia). Sintomi ipomaniacali si possono riscontrare anche nel disturbo narcisistico di personalità e nella schizofrenia. La depressionepuò essere parte del disturbo bipolare, ma può anche esistere da sola e concomitanza con l'ipomania. In alcuni casi, è il trattamento della depressione che porta all'ipomania, quale effetto collaterale dei farmaci usati per gestirla (sindrome serotoninergica).
  • Consumo di alcol o droghe: episodi di ipomania possono essere indotti dall'abuso di alcol e droghe (come anfetamine, cocaina, oppiacei e cannabinoidi).
  • Cambiamenti nei modelli di sonno: in alcuni individui, l'insonnia è associata ad esperienze ipomaniacali, in particolare se il ritmo circadiano è costantemente interrotto. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare se i problemi del sonno causano l'ipomania o se l'ipomania causa problemi del sonno.
  • Genetica: la ricerca suggerisce che l'ipomania può essere ereditata geneticamente, con questo rischio maggiore per i maschi (59%) che per le femmine (29%).
  • Alti livelli di stress: livelli più elevati di stress possono contribuire allo sviluppo di comportamenti ipomaniacali.
  • Farmaci: come anticipato, l'ipomania può rappresentare l'effetto collaterale di alcuni medicinali. Uno di questi è l'escitalopram, farmaco usato per trattare sia la depressione che il disturbo d'ansia generalizzato. 

Sintomi Ipomania

Sintomi dell'ipomania: quali sono?

I sintomi specifici sperimentati durante l'ipomania possono variare da persona a persona e possono anche cambiare nel tempo. 

  • Nella maggior parte dei casi, l'ipomania si manifesta con un innalzamento dell'umore (euforia) che risulta significativamente diverso dal normale stato mentale, che s'associa ad un aumento dell'energia o dell'attività non contestuale. Durante un episodio ipomaniacale, il soggetto è energico, iperattivo, estremamente loquace, disinibito e presenta eccessi di autostima.
  • Altre volte, l'episodio ipomaniacale non è caratterizzato da uno stato euforico, ma da facile distraibilità, deficit di attenzione, irritabilità insolita e pensieri frenetici; l'individuo è aggressivo ed adotta comportamenti sregolati, sconvenienti ed irresponsabili.

L'ipomania si associa ad un ridotto bisogno di sonno e ad un incremento dell'attività psicomotoria. Il soggetto può avere la tendenza a parlare velocemente e molto più del solito, producendo un flusso di idee, iniziative e pensieri che può risultare caotico e senza senso (logorrea).

Come si riconosce un episodio ipomaniacale?

Esempi di comportamenti e caratteristiche ipomaniacali includono:

  • Sentirsi estremamente felici o eccitati; di contro, è possibile si manifestino anche irritabilità, ostilità o aggressività insolita
  • Avere un livello anormalmente alto di energia
  • Stare svegli fino alle prime ore del mattino o non andare a letto per niente e non sentirsi stanchi il giorno successivo
  • Entrare in un'intensa frenesia di pulizia o pulire l'intera casa
  • Comportarsi in modo inappropriato nelle situazioni sociali, come fare commenti volgari durante una cena
  • Essere facilmente distratti da cose non importanti o non correlate
  • Essere ossessionati e completamente assorbiti da un'attività su cui ci si concentra
  • Avviare un progetto, o più di uno, e lavorare senza sosta su questo/i per periodi estremamente lunghi
  • Sperimentare agitazione psicomotoria, sensazione di irrequietezza ansiosa che induce una persona a compiere movimenti involontari e senza scopo, come camminare su e giù o agitarsi quando si è seduti
  • Perseguire eccessivamente attività che potrebbero avere conseguenze dolorose o indesiderate
  • Correre rischi che normalmente non verrebbero colti perché ci si sente fortunati
  • Saltare da un argomento a un altro argomento non correlato mentre si parla
  • Parlare così velocemente che è difficile per gli altri seguire ciò che viene detto
  • Mostrare comportamenti impulsivi che possono portare a scelte sbagliate come spendere in modo sconsiderato, come comprare un'auto che non ci si può permettere
  • Desiderio di sesso più forte del solito o ipersessualità, che può comportare richieste insolite al proprio partner, avance sessuali inappropriate o avere una relazione extraconiugale

Sebbene alcune persone possano comunque mettere in atto molti di questi comportamenti, i comportamenti dovrebbero essere considerati anormali per l'individuo e associati a energia, irritabilità o felicità insolitamente eccessive per essere considerati un episodio ipomaniacale.

Dopo un episodio ipomaniacale

Dopo un episodio ipomaniacale, potrebbe manifestarsi quanto segue:

  • Sentirsi felici o imbarazzati per il proprio comportamento
  • Essere sopraffatti da tutte le attività o progetti intraprese
  • Avere solo pochi ricordi o ricordi poco chiari di ciò che è accaduto durante l'episodio ipomaniacale
  • Sentirsi molto stanchi o aver bisogno di dormire molto
  • Sentirsi depressi.

Quanto dura un episodio ipomaniacale?

Secondo i criteri per stabilire la diagnosi di ipomania, un episodio deve durare almeno quattro giorni, ma può ricorrere anche per diversi mesi.

Impatto dell'Ipomania: quali sono le possibili conseguenze?

Anche in assenza della psicosi e degli stati d'animo esagerati associati alla mania, l'ipomania può avere gravi conseguenze nel lungo termine, poiché gli episodi di oscillazione dell'umore possono influenzare il sonno, il giudizio e la capacità di pensare chiaramente. L'ipomania può portare, ad esempio, a trascurare la famiglia, a fare spese sconsiderate possono provocare gravi difficoltà finanziarie oppure ad adottare comportamenti inappropriati sul lavoro.

Non tutti gli impatti sono negativi: gli aumenti di energia, così come il comportamento diretto all'obiettivo correlato all'ipomania possono contribuire a fare di più; l'aumento della fiducia può aiutare a sentirsi bene mentalmente; e si potrebbe anche notare più creatività. L'unica cosa da ricordare, però, è che questi benefici sono spesso associati alla pura ipomania euforica, il che è raro poiché l'ipomania si trasforma tipicamente in qualcosa di più negativo che positivo.

Per approfondire: Ipomania - Cause e Sintomi

Diagnosi

Diagnosi di Ipomania

La diagnosi dell'ipomania dipende dalla presenza di una combinazione di sintomi e caratteristiche chiave. In particolare, deve essere presente un umore persistente e anormalmente elevato, irritabile o espansivo accompagnato da attività ed energia insolitamente aumentate per la maggior parte della giornata per almeno quattro giorni.

L'umore, l'attività e i comportamenti presenti nell'ipomania sono chiaramente diversi dallo stato normale e quotidiano di una persona e facilmente notabili da coloro che la circondano. L'assenza di fluttuazioni dell'umore e la persistenza dello stato dell'umore aiutano a distinguere un episodio ipomaniacale dalla normale variazione dell'umore.

Durante l'iter diagnostico è importante anche escludere l'uso di farmaci o sostanze ricreative come possibile fonte dei sintomi.

Qual è la differenza tra ipomania e mania?

Per definizione, alcune caratteristiche e comportamenti escludono una diagnosi di ipomania e indicano, invece, un episodio maniacale.

Ad esempio, i sintomi della psicosi – come allucinazioni o deliri – escludono la possibilità di un episodio ipomaniacale. Inoltre, i sintomi così gravi da interferire in modo significativo con il funzionamento quotidiano o da richiedere il ricovero in ospedale sono maniacali e ipomaniacali.

 

Ipomania

Mania

Quanto dura l'episodio

Almeno quattro giorni consecutivi

Almeno una settimana

Gravità dell'episodio

Non abbastanza grave da influenzare in modo significativo il funzionamento sociale o lavorativo/scolastico

Causa un grave impatto sul funzionamento sociale o lavorativo/scolastico

Necessità di ricovero ospedaliero

NO, in genere non richiede il ricovero in ospedale

Potrebbe richiedere il ricovero in ospedale

Altre caratteristiche

·        Esordio graduale o improvviso

·        Lieve compromissione del funzionamento

·        Esordio spesso brusco

·        Compromissione significativa del funzionamento

Episodio ipomaniacale vs. episodio maniacale

Mentre gli episodi maniacali durano tipicamente una settimana o più e possono avere un impatto grave su altre aree della vita di una persona, gli episodi ipomaniacali hanno una durata leggermente più breve (quattro o più giorni) e spesso non sono abbastanza gravi da avere un impatto sul lavoro, sulla scuola o sul funzionamento sociale.

Terapia

I trattamenti per i sintomi ipomaniacali hanno lo scopo di aiutare le persone affette da questa condizione a mantenere l'umore stabile ed a gestire le condizioni associate.

Trattamento dell'ipomania

La psicoterapia e l'uso di farmaci stabilizzanti dell'umore sono le strategie più comuni ed efficaci per trattare l'ipomania.

In particolare, possono essere prescritti uno o più dei seguenti:

  • Antipsicotici: questi farmaci, tra cui risperidone, aripiprazolo e olanzapina, possono ridurre i sintomi ipomaniacali fino a quando altri medicina, come li il litio o l'acido valproico, non raggiungono il loro pieno effetto.
  • Benzodiazepine: sono noti come farmaci ansiolitici, comunemente indicati come tranquillanti minori. Questi includono alprazolam, diazepam e lorazepam. Questi farmaci sono spesso utilizzati per il controllo a breve termine dei sintomi acuti associati all'ipomania come l'insonnia o l'agitazione. 
  • Litio: questo farmaco è uno stabilizzatore dell'umore con effetti antidepressivi solitamente molto efficace nel controllare gli sbalzi d'umore, in particolare gli episodi maniacali e ipomaniacali nel disturbo bipolare. Possono essere necessarie alcune settimane per agire completamente, rendendolo migliore per il trattamento a lungo termine che per i sintomi acuti.
  • Acido valproico: questo è un farmaco anticonvulsivante che agisce per livellare l'umore. Tende ad avere un'azione più rapida rispetto al litio e può essere utilizzato per prevenire alti e bassi estremi.

Le persone che stanno assumendo farmaci per i sintomi ipomaniacali non dovrebbero interrompere l'assunzione di questo farmaco senza prima parlare con il proprio medico. L'interruzione improvvisa del trattamento può portare a sintomi più gravi in ​​caso di ritorno dell'ipomania, nonché al rischio di pericolosi sintomi di astinenza (effetto rebound).

Per approfondire: Effetto Rebound: cos’è? Quando si verifica, farmaci più a rischio e cosa fare

Anche alcuni cambiamenti nello stile di vita che possono aiutare nel trattamento dell'ipomania, tra cui:

  • Evitare stimolanti che potrebbero agire come fattori scatenanti come la caffeina, lo zucchero e i contesti sociali rumorosi e affollati rientrano tutti in questa categoria
  • Consumare i pasti regolarmente
  • Fare esercizio fisico ogni giorno
  • Dormire dalle sette alle otto ore ogni notte

Come affrontare l'ipomania

Qualora si fossero riscontrati manifestazioni riferibili all'ipomania, è consigliabile rivolgersi ad un professionista della salute mentale, come uno psichiatra che può determinare se una diagnosi di ipomania è accurata e se è un sintomo di un disturbo bipolare sottostante.

Per approfondire: Ipomania - Cause e Sintomi

Autore

Giulia Bertelli

Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici