Inguine arrossato e irritato: cause e rimedi

Inguine arrossato e irritato: cause e rimedi
Ultima modifica 26.07.2023
INDICE
  1. Introduzione
  2. Inguine arrossato e irritato: sintomi
  3. Inguine arrossato e irritato: cause
  4. Come prevenire le irritazioni inguinali

Introduzione

L'inguine arrossato è un disturbo assai comune, che si accentua durante la stagione estiva o in particolari circostanze come allenamento o una micosi, che può provocare disagio e irritazione. Le cause dell'insorgenza di tale fastidio sono molteplici e, per trovare una cura efficace, occorre comprendere l'origine di tale condizione.

Se l'inguine arrossato persiste, peggiora o è associato a sintomi gravi, è sempre consigliabile consultare un medico o un dermatologo. 

Inguine arrossato e irritato: sintomi

  • Macchie di colore rosso acceso,
  • Cute che tende anche a gonfiarsi
  • Desquamazione
  • Prurito inguinale
  • Sensazione di calore
  • Bruciore
  • Dolore
  • Fastidio al tatto e sfregamento

 

Inguine arrossato e irritato: cause

Le cause dell'inguine irritato e arrossato sono diverse. Una tra le più comuni è l'irritazione da sfregamento della pelle in quella zona. Ciò si verifica durante l'attività fisica intensa, come il jogging o il ciclismo, indossando indumenti troppo aderenti o ruvidi che sfregano costantemente sulla pelle, creando una sorta di abrasione e di attrito. 

 Un'altra causa comune di inguine arrossato è la micosi, ossia un'infezione fungina, conosciuta anche come tinea cruris, "fungo dell'inguine" o "tigna" che può svilupparsi in ambienti caldi e umidi, che favoriscono la crescita come appunto la zona inguinale. I sintomi sono: arrossamento, prurito, bruciore e desquamazione della pelle.

Anche l'irritazione da prodotti chimici come detersivi per bucato, saponi aggressivi o prodotti per l'igiene intima, possono contribuire ad arrossare ed irritare l'inguine. La dermatite da contatto, invece, è una reazione allergica della pelle a sostanze irritanti o allergeni come cinture, bottoni o zip, ma anche tessuti. Allo stesso modo l'eczema, che si manifesta con arrossamento, prurito, vesciche e desquamazione, può causare irritazione alla zona inguinale che si ripresenta ciclicamente, essendo un disturbo cronico. 

Se l'inguine è arrossato ma sono presenti anche dolore, gonfiore e secrezione di pus, potrebbe essere presente un'infezione batterica, causata da lesioni, abrasioni o follicoliti. In questi casi, è importante consultare un medico per diagnosi precisa e trattamento adatto.

Se l'irritazione è causata dalla depilazione

La depilazione inguine può causare irritazione (prurito, fastidio ed arrossamento della pelle). Nella maggior parte dei casi si tratta di una reazione che si risolve e tende a scomparire rapidamente, ma potrebbe essere più fastidiosa e persistente in caso di pelle reattiva o molto sensibile. Se dopo 36 ore la pelle appare ancora irritata, si raccomanda di consultare il proprio medico.

Come prevenire le irritazioni inguinali

  • Durante l'esercizio fisico, soprattutto se si praticano attività come l'equitazione, il ciclismo, indossare indumenti che non impediscono la corretta traspirazione del sudore
  • Dopo la detersione è importante asciugare bene la zona inguinale, con un asciugamano. La pelle umida favorisce arrossamenti e irritazione.
  • Usare slip di cotone o in fibre naturali;
  • Non condividere biancheria intima e asciugamani per l'igiene personale