Incubi Notturni: Cosa Sono? Significato e Rimedi

Incubi Notturni: Cosa Sono? Significato e Rimedi
Ultima modifica 05.02.2021
INDICE
  1. Cosa Sono
  2. Cause
  3. Sintomi associati
  4. Diagnosi
  5. Cura e Rimedi

Cosa Sono

Gli incubi notturni sono sogni spaventosi, minacciosi o particolarmente stressanti che si verificano durante il sonno REM (fase in cui il cervello è molto attivo) ed arrivano a svegliare il soggetto in uno stato di angoscia e agitazione intensa, disturbandone il riposo. 

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/02/03/incubi-notturni-orig.jpeg Shutterstock

Questo fenomeno rientra nelle parasonnie (perturbazioni non patologiche del sonno) e risulta piuttosto comune nei bambini in età prescolare, ma può interessare anche gli adulti. Incubi frequenti possono interferire con il sonno, l'umore e/o le normali funzionalità diurne.

Gli incubi possono avere una chiara connessione con quanto accade durante la veglia. I sogni correlati all'ansia e allo stress, in particolare il disturbo da stress post-traumatico, possono comportare flashback o immagini direttamente collegate a eventi traumatici. Tuttavia, non tutti gli incubi hanno una relazione facilmente identificabile con la vita quotidiana. Gli incubi possono avere contenuti bizzarri o sconcertanti difficilmente riconducibili a circostanze specifiche.

Cosa Sono gli Incubi Notturni?

Gli incubi sono sogni vividi che possono essere minacciosi, sconvolgenti, bizzarri o comunque fastidiosi; si verificano più spesso durante il sonno REM, nella seconda metà della notte.

Al risveglio da un incubo, è normale essere consapevoli di ciò che è accaduto nel sogno e molte persone si sentono turbate o ansiose.

Incubi Notturni: sono un Disturbo Grave?

Avere occasionalmente un incubo è da considerarsi normale, che fa parte dello sviluppo e della vita di ognuno, ma per alcune persone si ripresentano frequentemente, interrompendo il sonno e influenzando negativamente anche la loro vita da svegli.

Incubo o Brutto Sogno? Nonostante siano entrambi caratterizzati da un contenuto del sogno inquietante, solo un incubo provoca il risveglio dal sonno.

Cause

Quali sono le Cause degli Incubi Notturni

Gli incubi notturni sono parasonnie - cioè perturbazioni non patologiche del sonno - associate alla fase REM.  Questi sogni dal contenuto terrificante si verificano soprattutto, ma non solo, nei bambini di età compresa tra i 4 e i 12 anni di età; gli incubi tendono a manifestarsi in modo intermittente e per brevi periodi, quindi mostrano una graduale e spontanea remissione associata alla crescita.

In Breve: Cosa sono le Parasonnie?

Le parasonnie sono un gruppo eterogeneo di disturbi del sonno. Questi sono caratterizzati da comportamenti anomali o eventi fisiologici inusuali che si verificano mentre si dorme. In particolare, le parasonnie possono verificarsi: durante l'addormentamento, in prossimità del risveglio o mentre si dorme. Le parasonnie avvengono senza particolari alterazioni dei meccanismi o dei cicli temporali quotidiani del sonno stesso. Per saperne di più, consulta l'articolo dedicato.

Perché si hanno gli Incubi?

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/02/03/incubi-nei-bambini-orig.jpeg Shutterstock

Non esiste una spiegazione univoca sul motivo per cui gli incubi si manifestano e, in effetti, il dibattito tra esperti di medicina del sonno e neuroscienziati è ancora attuale. Alcuni studiosi ritengono che il sogno sia uno dei metodi che la mente utilizza per elaborare le emozioni e consolidare la memoria. In tal senso, gli incubi potrebbero rappresentare una componente della risposta emotiva alla paura e agli eventi traumatici, ma sono necessarie ulteriori ricerche per spiegare definitivamente perché si verificano.

Incubi: Fattori Predisponenti e/o Aggravanti

Gli incubi si verificano prevalentemente durante i periodi di stress, ma possono anche essere correlati alla visione di un film o un programma televisivo dai contenuti spaventosi. Pertanto, questi sogni terrificanti non sono un motivo di allarme, tranne nei casi in cui si manifestino molto frequentemente.

Altre cause generali che possono predisporre al manifestarsi degli incubi notturni sono le condizioni che disturbano il sonno, quali:

Negli adulti, altri fattori che possono favorire il manifestarsi degli incubi notturni comprendono:

In età adulta, situazioni tristi, traumatiche o preoccupanti che inducono ansia e depressione possono provocare incubi ricorrenti con maggiore probabilità.

Incubo: Differenze con il Terrore nel Sonno (o Pavor Nocturnus)

  • Gli incubi si manifestano durante il fase REM, mentre i terrori notturni sono fenomeni tipici del sonno profondo non-REM, durante il quale non c'è consapevolezza, come il sonnambulismo. I disturbi del sonno NREM sono noti anche come disordini dell'arousal.
  • Nel caso degli incubi, prima di svegliarsi, la persona emette qualche suono o può muoversi involontariamente, ma raramente si verificano manifestazioni che indicano l'attivazione del sistema nervoso autonomo, come palpitazioni, sudorazione eccessiva, rigidità muscolare e respiro accelerato (al contrario dei terrori notturni o pavor nocturnus).
  • I terrori del sonno non implicano un risveglio completo; invece, una persona rimane per lo più addormentata e difficile da svegliare. Se risvegliati, probabilmente saranno disorientati. Al contrario, quando una persona si sveglia da un incubo, tende ad essere vigile e consapevole di ciò che stava accadendo nel suo sogno.
  • Il giorno successivo, una persona con incubi di solito ha un chiaro ricordo del sogno. Chi sperimenta terrore del sonno molto raramente ha consapevolezza dell'episodio. Il pavor nocturnus è associato ad un'amnesia parziale o totale.
  • Gli incubi sono più comuni nella seconda metà della notte, mentre i terrori del sonno si verificano più spesso nella prima metà.
Per approfondire: Pavor Nocturnus o Terrore Notturno

Sintomi associati

Incubi Notturni: Come si Manifestano?

Gli incubi notturni innescano in chi li sperimenta una forte risposta emotiva e sono accompagnati da sentimenti quali:

  • Agitazione intensa;
  • Paura;
  • Rabbia;
  • Tristezza;
  • Altre emozioni sgradevoli (definite come disforiche).

Il sogno può contenere situazioni di disagio psicologico o terrore fisico.

Incubi Notturni: Quando si Manifestano?

  • Gli incubi notturni si verificano con frequenza variabile, irregolare e non prevedibile.
  • Gli incubi tendono a presentarsi nelle prime ore dell'alba e si contraddistinguono per il fatto che il soggetto può ricordare completamente e vividamente il contenuto ed i dettagli del sogno al risveglio.

Quanto Dura un Incubo?

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/02/03/conseguenze-degli-incubi-orig.jpeg Shutterstock

Di norma, la durata dell'evento è breve (circa 4-15 minuti), ma spesso, dopo l'episodio, il soggetto potrebbe non essere in grado di riaddormentarsi.

Possibili Conseguenze degli Incubi Notturni

Le conseguenze degli incubi possono coinvolgere il soggetto che sperimenta questa forma di parasonnia e/o la persona che dorme accanto a lui. In generale, un episodio non altera significativamente la struttura del sonno, ma la reiterazione nel tempo può predisporre, in qualche caso, alla frammentazione del riposo, con effetti sulla salute generale.

Possibili conseguenze diurne degli incubi sono anche:

Vedi anche Incubi: Sintomi e Cause

Diagnosi

Identificare e affrontare una causa sottostante può aiutare a rendere gli incubi meno frequenti e meno fastidiosi.

Incubi Notturni: Quando rivolgersi al Medico

Quando necessario, cioè gli incubi sono particolarmente frequenti o determinano importanti conseguenze, è indicato riferire i sintomi al medico di base o al pediatra, affinché individui rapidamente il problema e le eventuali correlazioni fisiche o psichiche.

L'esame strumentale (polisonnografia) è indicato nel caso in cui si renda necessaria una diagnosi differenziale con episodi di natura epilettica durante il sonno oppure quando viene sospettata la contemporanea presenza di patologie respiratorie.

Cura e Rimedi

Cosa Fare in caso di Incubi Notturni?

Durante l'episodio, se una persona si risveglia spaventato da un incubo notturno, è bene tranquillizzarlo fino alla scomparsa dello stato di agitazione e paura. A tale scopo, può essere utile ascoltare il racconto del brutto sogno, adottando un comportamento calmo e rassicurante.

In linea generale, è consigliabile:

  • Seguire un programma di sonno coerente: andare a letto sempre alla stessa ora, mantenere un regolare ritmo sonno-veglia, evitare l'assunzione di bibite contenenti caffeina alla sera ecc.;
  • Non cercare di svegliare la persona che sta sperimentando l'incubo: questo comportamento potrebbe aumentare l'agitazione e prolungare l'evento; è utile, invece, cercare di parlargli con voce tranquilla e toni bassi;
  • Evitare attività eccitanti prima di andare a letto, in particolare attività che richiedano eccessiva attenzione, tensione, emozione.
  • Utilizzare metodi di rilassamento: trovare modi per rilassarsi, anche la respirazione profonda di base, può aiutare a ridurre lo stress e la preoccupazione che danno origine agli incubi.
  • Creare un ambiente confortevole per dormire.

In genere, gli incubi notturni tendono ad autolimitarsi e non rende necessario alcun tipo di intervento medico, nonostante possa proseguire per anni.  Se il disturbo persiste, solo quando strettamente necessario, è possibile ricorrere ad una terapia farmacologica a base di ansiolitici o antidepressivi per ridurre l'incidenza degli attacchi e stabilizzare il sonno. Un approccio particolarmente efficace nel risolvere il disturbo è la terapia cognitivo-comportamentale.

Prosegui con la lettura di: Psicoterapia Cognitivo Comportamentale: a cosa serve?

Autore

Giulia Bertelli
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici