Destrometorfano: A Cosa Serve e Come si Assume
Ultima modifica 14.09.2020
INDICE
  1. Generalità
  2. A Cosa Serve
  3. Avvertenze e Precauzioni
  4. Interazioni
  5. Effetti Collaterali
  6. Come Agisce
  7. Dosaggio e Modo d'uso
  8. Gravidanza e Allattamento
  9. Controindicazioni

Generalità

Il destrometorfano è un principio attivo impiegato nel trattamento della tosse.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/09/14/destrometorfano---struttura-chimica-orig.jpeg Shutterstock
Destrometorfano - Struttura Chimica

Più precisamente, si tratta di un farmaco antitussivo - o sedativo della tosse, che dir si voglia - che viene utilizzato in presenza di tosse secca.

Per espletare la sua azione terapeutica, il destrometorfano viene assunto per via orale. Difatti, i medicinali che lo contengono (in forma di destrometorfano bromidrato) sono formulati come pastiglie, gocce orali, sciroppi. Tali medicinali, per essere acquistati, non necessitano di ricetta medica in quanto OTC (farmaci da banco) e SOP (farmaci senza obbligo di prescrizione). Essendo classificati come farmaci di fascia C, il loro costo è a totale carico del cittadino.

Esempi di Medicinali contenenti Destrometorfano

Nota: in questo articolo ci occuperemo delle caratteristiche del solo destrometorfano e non del destrometorfano associato ad altri principi attivi.

A Cosa Serve

Indicazioni Terapeutiche del Destrometorfano: per cosa si usa?

Come anticipato, l'uso del destrometorfano è indicato per calmare la tosse secca, sia in pazienti adulti che in bambini e adolescenti (in funzione del medicinale preso in considerazione).

Avvertenze e Precauzioni

Cosa bisogna sapere prima di assumere il Destrometorfano

Innanzitutto è bene sapere che, anche se i medicinali contenenti destrometorfano si possono acquistare liberamente, prima di assumerli sarebbe bene chiedere consiglio al proprio medico, a maggior ragione se si soffre di disturbi o malattie di qualsiasi tipo.

Inoltre, è bene ricordare che se dopo 5-6 giorni di utilizzo non si notano miglioramenti della tosse secca, il medico deve esserne informato. L'uso prolungato di destrometorfano, infatti, può causare assuefazione, tolleranza e dipendenza; questo è il motivo per cui il trattamento con il principio attivo deve essere di breve durata.

Il destrometorfano NON è indicato per il trattamento della tosse cronica e tantomeno per il trattamento della tosse causata dal vizio del fumo, da enfisema o asma.

Trattandosi di un antitussivo o sedativo della tosse, il principio attivo NON deve essere usato in presenza di tosse produttiva (tosse con muco o tosse grassa).

Inoltre, prima di iniziare ad assumere il destrometorfano, è molto importante informare il medico e sottoporsi ad una valutazione se:

In tutte le situazioni sopra elencate, l'uso del destrometorfano non è raccomandato o è riservato ai casi che il medico reputa di assoluta necessità.

NOTA BENE

  • Alcuni medicinali contenenti destrometorfano in forma di sciroppo e gocce orali contengono alcol etilico che può determinare positività ai test antidoping.
  • In funzione del medicinale preso in considerazione, l'impiego del destrometorfano potrebbe essere controindicato in bambini con meno di 12, 6 o 2 anni di età. Leggere con attenzione il foglietto illustrativo.
  • Il destrometorfano può causare effetti indesiderati in grado di alterare la capacità di guidare veicoli e utilizzare macchinari (ad esempio, vertigini e sonnolenza); pertanto, se simili effetti dovessero insorgere, tali attività devono essere evitate.

Interazioni

Interazioni Farmacologiche fra il Destrometorfano e Altri Farmaci

Alcuni tipi di medicinali - come gli IMAO - non devono essere assunti in concomitanza al destrometorfano, poiché vi è il rischio d'insorgenza di sindrome serotoninergica. In particolare, prima di assumere il destrometorfano è necessario informare il medico se si stanno assumendo o si sono recentemente assunti:

Inoltre, il medico deve essere informato e l'uso del destrometorfano deve essere fatto con cautela se si stanno assumendo:

L'assunzione concomitante di destrometorfano con benzodiazepine e farmaci correlati (sedativo ipnotici) aumenta il rischio d'insorgenza di sonnolenza e depressione respiratoria; pertanto, deve essere preferibilmente evitato. Nel caso in cui il medico prescriva comunque la somministrazione di destrometorfano e farmaci sedativi, dose e durata del trattamento dovranno essere limitate dallo stesso medico.

Ad ogni modo, prima di iniziare la terapia a base di destrometorfano, è necessario informare il medico se si stanno assumendo, sono stati recentemente assunti o si intende assumere farmaci o prodotti di qualsiasi tipo - anche se non riportati nei soprastanti elenchi - compresi i medicinali senz'obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici, ecc.

Destrometorfano con Cibi e Alcol

Durante l'assunzione del destrometorfano, è necessario evitare di assumere il succo di pompelmo e i prodotti che lo contengono in quanto possono verificarsi un aumento degli effetti tossici o una diminuzione dell'effetto.

Allo stesso modo, è necessario evitare l'assunzione di alcol.

Effetti Collaterali

Quali Effetti Indesiderati può causare il Destrometorfano?

Il destrometorfano, come del resto qualsiasi altro farmaco, può causare diversi effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano o li manifestano nello stesso modo. Difatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del farmaco manifestando effetti indesiderati diversi per tipo ed intensità, oppure non manifestandoli affatto.

Fra gli effetti indesiderati che possono manifestarsi, ricordiamo:

Per informazioni più dettagliate in merito agli effetti indesiderati dei medicinali contenenti destrometorfano, si invita ancora una volta all'attenta lettura del foglietto illustrativo del prodotto che si deve usare.

Sovradosaggio da Destrometorfano

In caso di sovradosaggio da destrometorfano possono manifestarsi:

Pertanto, qualora si sospetti o si abbia la certezza di aver assunto dosi eccessive di destrometorfano, è necessario contattare subito il medico o rivolgersi al più vicino ospedale. In questa sede, se necessario, il paziente potrà essere sottoposto a lavanda gastrica.

Come Agisce

Come Funziona il Destrometorfano e con quale Meccanismo d'Azione agisce?

Chimicamente parlando, il destrometorfano è lo stereoisomero destrogiro del 3-metossi levorfanolo, composto di natura oppioide, che agisce direttamente sui centri midollari della tosse inducendone un aumento della soglia di comparsa. Il destrometorfano, quindi, espleta un'azione antitussiva a livello centrale. Nonostante la sua natura, alle dosi consigliate, il principio attivo non possiede le proprietà tipiche delle sostanze oppioidi come depressione respiratoria, dipendenza e tolleranza. Tuttavia, l'uso scorretto potrebbe favorire la comparsa di simili effetti.

Dosaggio e Modo d'uso

Quando e Quanto Destrometorfano assumere

Come accennato, il destrometorfano è disponibile all'interno di pastiglie (gommose o da far sciogliere in bocca), sciroppi e gocce orali, quindi, deve essere assunto per via orale. La posologia può variare in funzione del tipo di medicinale preso in considerazione - quindi, in funzione della forma farmaceutica e della concentrazione di principio attivo presente - così come in funzione dell'età del paziente.

In linea di massima, nella maggior parte dei casi, la dose comunemente utilizzata in adulti e adolescenti con più di 12 anni di età varia dai 10 mg ai 20 mg di destrometorfano fino a 4 volte al dì. Ad ogni modo, tale dosaggio è puramente indicativo: per conoscere l'esatta posologia di un medicinale a base di destrometorfano, leggerne con scrupolosa attenzione il foglietto illustrativo e attenersi alle eventuali indicazioni fornite dal medico. In caso di dubbi, rivolgersi a questa figura sanitaria o al farmacista.

Gravidanza e Allattamento

Il Destrometorfano può essere usato durante la Gestazione e l'Allattamento al Seno?

Benché l'uso del destrometorfano non sia espressamente riportato nell'elenco delle controindicazioni di tutti i medicinali che lo contengono, il suo impiego deve essere comunque evitato nei primi tre mesi della gestazione. Nei successivi mesi, il principio attivo può essere assunto solo se prescritto dal medico in quanto lo ritiene assolutamente necessario e comunque sotto il suo stretto controllo.

NON assumere il destrometorfano e i medicinali che lo contengono senza prima aver chiesto consiglio al medico o al ginecologo.

L'uso del principio attivo deve essere evitato anche durante l'allattamento al seno.

Controindicazioni

Quando il Destrometorfano NON deve essere usato

L'utilizzo del destrometorfano e dei medicinali che lo contengono è controindicato in tutti i seguenti casi:

  • Allergia nota allo stesso destrometorfano e/o ad uno o più degli altri componenti (eccipienti ed eventuali altri principi attivi) del medicinale che si deve assumere;
  • Pazienti che soffrono/sono affetti da:
  • Pazienti che assumono contemporaneamente alcol;
  • Pazienti che stanno assumendo o hanno assunto nelle due settimane precedenti farmaci inibitori delle monoammino ossidasi (IMAO), poiché vi è il rischio di sindrome serotoninergica;
  • Donne nei primi tre mesi di gravidanza;
  • Allattamento al seno.

Alcuni medicinali contenenti destrometorfano sono controindicati anche nei bambini con meno di 12, 6 o 2 anni di età (in funzione del prodotto preso in considerazione) e nei pazienti che soffrono di intolleranza al fruttosio a causa della presenza di alcuni eccipienti.

Ricordiamo, comunque, che le controindicazioni possono variare in funzione del medicinale che si deve assumere, quindi, per informazioni dettagliate si consiglia ancora una volta di leggerne il foglietto illustrativo.

NOTA BENE

Nel corso di questo articolo si è cercato di riassumere le principali caratteristiche dei medicinali contenenti destrometorfano. Tuttavia, tali caratteristiche - come ribadito più volte - possono variare in funzione del prodotto preso in considerazione.

Per specifiche informazioni su indicazioni, avvertenze e precauzioni per l'uso, interazioni, modo d'uso e posologia, uso in gravidanza e allattamento, effetti indesiderati e controindicazioni di un dato medicinale contenente destrometorfano, si consiglia di leggere con attenzione il foglietto illustrativo del medicinale che si deve impiegare.

In caso di dubbi, consultare il medico o chiedere aiuto al farmacista.

Autore

Dott.ssa Ilaria Randi

Dott.ssa Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista