COVID e influenza: si possono contrarre insieme? Come distinguerli?

COVID e influenza: si possono contrarre insieme? Come distinguerli?
Ultima modifica 14.12.2023
INDICE
  1. COVID-19 e influenza: si possono contrarre insieme?
  2. COVID e influenza: sintomi e come distinguerli
  3. COVID e influenza: cosa fare?

Nel pieno dell'autunno-inverno 2023/2024 si ritorna a parlare della possibilità di sviluppare in contemporanea la COVID-19 e l'influenza stagionale. Ma è davvero possibile contrarre le due infezioni insieme? Entriamo più nel dettaglio.

COVID e influenza Shutterstock

COVID-19 e influenza: si possono contrarre insieme?

Già lo scorso anno ci si poneva la domanda se fosse possibile contrarre sia l'infezione da SARS-CoV-2 sia i virus responsabili dell'influenza ed andare incontro alla cosiddetta "flurona", ossia alla situazione di coesistenza all'interno di una stessa persona di queste due differenti infezioni virali.

Ebbene, la risposta alla domanda è: sì, è possibile contrarre entrambe le infezioni virali. Difatti, le co-infezioni - ossia lo sviluppo di più infezioni contemporaneamente - non sono così insolite come si potrebbe pensare.

Il problema, molto spesso, risiede nel saper distinguere quale è una e quale è l'altra; questo perché sia le infezioni da SARS-CoV-2 che quelle da virus dell'influenza si manifestano con una sintomatologia sovrapponibile, così come simili possono essere le complicanze.

Leggi anche: Flurona: cos'è e quali sono i sintomi?

COVID e influenza: sintomi e come distinguerli

Partiamo con il dire che sia le infezioni sostenute da SARS-CoV-2 che quelle sostenute da virus dell'influenza possono presentarsi in forma asintomatica, oppure in forma sintomatica. In quest'ultimo caso, distinguere fra le due è del tutto impossibile basandosi semplicemente sui sintomi manifestati, poiché - come già detto - sono molto simili.

In particolare, fra i sintomi che possono insorgere in presenza di COIVD-19 e/o influenza, ritroviamo:

Talvolta possono altresì verificarsi nausea e/o vomito (solitamente più comuni nei bambini) o diarrea. Sintomi come l'improvvisa alterazione o perdita dell'olfatto e/o del gusto che potrebbero essere indizio di COVID-19 (in quanto generalmente più comuni in questa malattia), con l'arrivo delle nuove varianti di SARS-CoV-2 sembrano essere ormai piuttosto rari, benché in alcuni casi vengano ancora segnalati.

Oltre ai sintomi, COVID-19 e influenza possono avere anche complicanze comuni, quali ad esempio:

Nonostante le complicanze analoghe, con la COVID-19 il rischio che queste si manifestino sembra essere più alto rispetto a quanto non avviene con l'influenza.

Come distinguere COVID-19 e influenza?

Secondo quanto riportato dai CDC (Centers for Disease Control and Prevention) statunitensi, COVID-19 e influenza si possono manifestare, dopo il contagio, ad intervalli di tempo leggermente diversi. In particolare, i CDC affermano che:

  • Con l'influenza, l'individuo può manifestare i sintomi della malattia da 1 a 4 giorni dopo l'avvenuto contagio.
  • Con la COVID-19, la persona infettata da SARS-CoV-2 può manifestare i sintomi della malattia da 2-5 fino a ben 14 giorni dopo l'avvenuto contagio.

Nonostante queste indicazioni, è comunque difficili riuscire a capire come e quando può essere avvenuto il contagio, soprattutto se si considera che nell'attuale contesto, test diagnostici, dispositivi di protezione individuale e isolamento in caso di positività non sono più obbligatori.

Per tutti i motivi finora elencati, l'unico modo veramente efficace per determinare se si è affetti da COVID-19, da influenza o da entrambe, consiste nell'esecuzione di specifici test diagnostici.

In caso di sintomatologia riconducibile a queste malattie infettive, il consiglio rimane quello di isolarsi - in particolare, dalle persone più fragili e/o considerate a rischio (ad esempio, anziani, bambini, donne in gravidanza, persone con patologie croniche pregresse, con patologie oncologiche, immunodepresse, ecc.) - e di contattare il proprio medico per ottenere indicazioni su come è meglio procedere.

Per approfondire: Sintomi Influenza Dicembre 2023: come riconoscerli? Influenza o COVID?

COVID e influenza: cosa fare?

La prevenzione, infatti, rimane lo strumento fondamentale con cui contrastare la possibile insorgenza di infezioni e, conseguentemente, di COVID-19 e influenza.

Per fare ciò è necessario:

  • Isolarsi in caso si manifestino sintomi compatibili con COVID-19 o influenza e contattare subito il proprio medico.
  • In caso di sintomi o in caso di positività a test diagnostici per COVID-19, anche in assenza di sintomi e anche se non è più previsto l'obbligo di isolamento, indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie (mascherine).
  • Evitare i luoghi affollati nei quali il contagio potrebbe essere favorito, a maggior ragione se si è pazienti considerati a rischio.
  • Assicurare una corretta igiene delle mani.
  • Coprire il naso e la bocca con un fazzoletto o con il gomito quando si starnutisce o si tossisce.

Inoltre, è altresì possibile ricorrere anche alla vaccinazione, sia contro COVID-19 che contro l'influenza. Le istituzioni sanitarie raccomandano la ricezione di questi vaccini a tutte le persone considerate a rischio per lo sviluppo delle malattie in forma grave, ma - naturalmente - anche coloro che non rientrano nelle categorie di rischio possono richiedere la vaccinazione contro queste infezioni virali.

A questo proposito, si ricorda che, volendo, i vaccini - contro COVID-19 e antinfluenzale - possono essere somministrati contemporaneamente. Ad ogni modo, per maggiori informazioni in merito, rivolgersi al proprio medico.

Potrebbe interessarti anche: Sintomi COVID oggi: quali sono e cosa fare in caso di contagio? Farmaci COVID-19: quali sono? Come si Cura la COVID? Vaccini COVID 2023: quali disponibili? Perché farli?

Autore

Dott.ssa Ilaria Randi

Dott.ssa Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista