Come ridurre la circonferenza dell'addome?

Come ridurre la circonferenza dell'addome?
Ultima modifica 31.01.2022
INDICE
  1. Introduzione
  2. Rischi del grasso addominale
  3. Come ridurre la circonferenza addominale?
  4. Ridurre la pancia: esercizi mirati

Introduzione

Un girovita troppo abbondante può essere il campanello d'allarme di alcune patologie e causarne altrettante. Il deposito di grasso addominale va contrastato non soltanto per una questione estetica, ma in primis di salute. Ridurre la circonferenza addominale è fondamentale perché parliamo di una zona del corpo in cui facilmente si tende ad accumulare grasso viscerale, il più pericoloso per l'organismo. Eliminare il grasso localizzato non è semplice, ma si possono seguire alcuni accorgimenti quotidiani efficaci.

Cos'è il grasso viscerale?

Il grasso viscerale è quello localizzato a livello dell'addome. Viene definito in questo modo per via della vicinanza agli organi viscerali quali fegato , pancreas, reni , ecc.  Avere un deposito adiposo proprio sull'addome è un fattore di rischio concreto per lo sviluppo di malattie cardiocircolatorie. Le persone in sovrappeso o obese presentano una cironferenza addominale maggiore o decisamente maggiore dei soggetti normopeso. La misura raccomandata dall'OMS per la circonferenza del girovita è di un massimo di 80 cm per le donne 94 cm per gli uomini . Chi ha una circonferenza vita superiore a 88 cm (per le donne) o a 102 cm (per gli uomini) viene categorizzato come obeso viscerale e a un rischio cardiovascolare elevato. 

Rischi del grasso addominale

L'eccesso di grasso addominale si associa ad un rischio generalmente ( e scientificamente) più elevato di malattie cardiacheipertensione, insulino-resistenza e diabete di tipo 2. All'obesità addominale viene spesso connessa anche la sindrome metabolicaridotta tolleranza al glucosio e insulino-resistenza, diabete mellito tipo 2 conclamato e aumentato rischio di sviluppare malattie cardiovascolari

L'accumulo di grasso addominale può essere una manifestazione delle lipodistrofie, un gruppo di malattie ereditate o dovute a cause secondarie, inoltre è un sintomo della sindrome di Cushing, e anche molto comune nelle donne con sindrome dell'ovaio policistico (PCOS).

Come ridurre la circonferenza addominale?

Esistono alcuni accorgimenti che, uniti ad uno stile di vita sano ed equilbrato, possono decisamente contrastare l'accumulo adiposo addominale. Ridurre la circonferenza del girovita, infatti, non è meramente una questione estetica. Per raggiungere questo obiettivo bisogna svolgere con costanza l'attività fisica ad elevata intesità, aerobica per almeno 300 minuti a settimana, e non introdurre calorie in eccesso, ma soltanto quelle che occorrono al fabbisogno giornaliero

Tra le regole da osservare per ridurre la circonferenza addominale, vengono incluse:

 

Lontani dallo stress e dal cortisolo alto

Ridurre lo stress, è un obiettivo di salute generale che tutti dovrebbero perseguire. In questo caso, quando un soggetto tende ad accumulare grasso addominale, ancora di più. L'ormone dello stress, il cortisolo, è prodotto dalle cellule della fascicolata del surrene in risposta all'ormone ipofisario. L'eccesso di cortisolo determina l'aumento del grasso viscerale a livello dell'addome (il più pericoloso per la salute, soprattutto per quella del cuore) e incide notevolmente sulla difficoltà a dimagrire.

Ridurre la pancia: esercizi mirati

Le corrette abitudini alimentari, come è noto, non sono abbastanza, da sole, a contrastare il deposito di graddo addominale se non associate all'esercizio fisico. L' attività fisica costante e mirata, può aiutare a ridurre la circonferenza della pancia. Fonadamentale, nello schema di allenamento, è l'esercizio aerobico che comprende: corsa, la camminata sostenuta (o fitwalking), nuoto, ciclismo , ecc. da seguire per un minimo di 30 minuti ogni giorno. Oltre all'attività puramente cardio vanno eseguiti allenamenti di definizione e forza muscolare, come: plank e addominali.

 

È importante eseguire anche gli esercizi per addominali bassi