Cistite Interstiziale: Cos'è? Sintomi Iniziali, Cause e Cura

Cistite Interstiziale: Cos'è? Sintomi Iniziali, Cause e Cura
Ultima modifica 08.03.2021
INDICE
  1. Cos’è
  2. Cause
  3. Sintomi
  4. Diagnosi
  5. Trattamento

Cos’è

La cistite interstiziale è un'infiammazione non infettiva della vescica, cronica e debilitante, caratterizzata da elevata frequenza e urgenza minzionale e dolore pelvico.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/03/05/cistite-interstiziale-orig.jpeg Shutterstock

A differenza delle forme più comuni, si tratta di una condizione patologica non sempre associata ad una causa facilmente identificabile. La cistite interstiziale, infatti, provoca numerosi problemi, che vanno dalla necessità quasi costante di urinare al dolore ad ogni minzione, in assenza di infezioni o altre patologie vescicali.

La cistite interstiziale è un disturbo, ancora oggi, difficile da diagnosticare. Talvolta, la vescica sembra assolutamente normale, sebbene il paziente lamenti disagio e forti dolori. In più, si aggiunge il fatto che la cistite interstiziale è una patologia difficile da curare. Fortunatamente, la sua comparsa è rara.

Cos'è la Cistite Interstiziale?

La cistite interstiziale è una malattia infiammatoria cronica della vescica, che può essere estremamente debilitante.

La cistite interstiziale si presenta con gli stessi sintomi della "classica" cistite, quindi con bruciore, dolori pelvici e al riempimento della vescica, stimolo minzionale impellente e frequente. Tuttavia, non ci sono segni di infezione urinaria, le analisi microbiologiche risultano negative e l'assunzione di antibiotici non comporta alcun miglioramento.

Sinonimi di Cistite Interstiziale

  • Sindrome del dolore pelvico
  • Sindrome della vescica dolorosa

Cause

La cistite interstiziale è una tra le patologie più complesse in ambito urologico. L'eziologia di quest'infiammazione della vescica non è ancora stata stabilita con certezza, nonostante siano stati ipotizzati alcuni fattori che potrebbero innescare o aggravare il processo patologico sottostante.

Cistite Interstiziale: Quanto è Comune?

La cistite interstiziale può colpire persone di qualsiasi età o sesso. Tuttavia, si manifesta con maggior frequenza nelle donne, di età compresa tra i 20 e i 50 anni.

Patogenesi della Cistite Interstiziale

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/03/05/cause-cistite-interstiziale-orig.jpeg Shutterstock

All'origine dell'infiammazione, è stata riscontrata un'alterazione della parete vescicale. In particolare, nel corso della cistite interstiziale si verifica una perdita di mucina dall'urotelio con riduzione della funzione protettiva dello stesso. Ciò predispone alla penetrazione del potassio urinario e di altre sostanze all'interno della parete vescicale, con stimolazione dei nervi sensitivi (causa di dolore cronico) e danno a carico della muscolatura liscia. La conseguenza di tale meccanismo è la riduzione della distensibilità e della capacità della vescica.

Quali sono le Cause della Cistite Interstiziale?

Come anticipato, la causa alla base di questa infiammazione della vescica è al momento sconosciuta, anche se sono state proposte origini infettive, ormonali, vascolari, neurologiche o secondarie a una patologia immunitaria.

Tra i diversi fattori eziologici sono stati ipotizzati:

  • Disordini autoimmuni;
  • Infezioni recidivanti del tratto urinario;
  • Malattie sessualmente trasmesse;
  • Allergie o altre reazioni avverse a trattamenti farmacologici;
  • Patologie vascolari;
  • Traumi, anche chirurgici, nella zona pelvica.

Sintomi

Per approfondire: Sintomi Cistite Interstiziale

Cistite Interstiziale: Come si Manifesta?

La cistite interstiziale è inizialmente asintomatica. Le manifestazioni tipiche del disturbo compaiono e si aggravano nel corso degli anni, mano a mano che la parete vescicale subisce alterazioni. La cistite interstiziale può essere estremamente debilitante.

Spesso, sono presenti:

  • Bruciore durante la minzione;
  • Senso di pesantezza e dolore a livello sovrapubico, pelvico ed addominale, soprattutto al riempimento della vescica;
  • Stimolo minzionale impellente e frequente (fino a 60 volte al giorno).
https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/03/05/sintomi-cistite-interstiziale-orig.jpeg Shutterstock

Nelle donne, la cistite interstiziale è spesso associata a dolori vaginali, tali da provocare un'impossibilità ad avere rapporti sessuali.

Gli uomini affetti dal disturbo, invece, possono soffrire di dolore ai testicoli, allo scroto ed al perineo, oltre ad avere eiaculazioni dolorose.

Oltre ai sintomi già elencati, alcuni pazienti riferiscono anche di avere:

Scendendo più nei dettagli, sembra anche che la cistite interstiziale sia associata, in modo ancora non ben compreso, ad alcune condizioni croniche come la fibromialgia, la sindrome dell'intestino irritabile e altre sindromi dolorose.

Molti pazienti affetti da cistite interstiziale presentano però solamente sintomi a livello della vescica, occasionali o costanti.

Sintomi Cistite Interstiziale: Quando Peggiorano?

I sintomi della sintomi della cistite interstiziale peggiorano col riempimento della vescica e diminuiscono quando i pazienti urinano.

In alcuni casi, le manifestazioni della cistite interstiziale s'intensificano durante l'ovulazione, le mestruazioni ed i rapporti sessuali. I sintomi possono peggiorare anche nel corso di allergie stagionali e periodi di stress fisico o emotivo.

Diagnosi

Cistite Interstiziale: Come viene formulata la Diagnosi?

Per la maggior parte delle persone affette da cistite interstiziale non è affatto facile definire la diagnosi. Questa è suggerita dall'anamnesi e si basa fondamentalmente sull'esclusione di altre malattie e condizioni che causano sintomi simili, sia clinicamente (le analisi microbiologiche risultano negative), che mediante cistoscopia e biopsia della parete vescicale.

Diagnosi Differenziale della Cistite Interstiziale

La diagnosi differenziale deve perciò escludere:

Per raggiungere una diagnosi certa di cistite interstiziale, l'urologo deve ricorrere a test diagnostici accurati, tra cui l'urinocoltura e la cistoscopia, un esame endoscopico dello stato della vescica che si esegue in anestesia generale o locale.

Urinocoltura, Cistoscopia e Biopsia

L'urinocoltura è necessaria per la ricerca di batteri, virus e miceti. Partendo, infatti, dalla considerazione che la comune cistite è spesso causata da un'infezione, questa si scopre facilmente con l'urinocoltura. Se, invece, le urine sono sterili, ma il paziente presenta la stessa sintomatologia, probabilmente si tratta di cistite interstiziale.

Se non è presente un'infezione e non viene rilevata alcun'altra patologia, il medico può ricorrere ad una cistoscopia con idrodistensione della vescica, cioè mediante soluzioni saline fisiologiche, per permettere una migliore visione della mucosa. La distensione della vescica durante l'indagine è particolarmente utile, in quanto consente di evidenziare un quadro caratteristico.

All'ispezione, è evidente l'irritazione delle mucose vescicali, a livello delle quali possono essere presenti numerose piccole macchie rosso scuro, simili a petecchie, talora ulcerate. Tali lesioni, chiamate ulcere di Hunner, quando presenti, sono diagnostiche per la cistite interstiziale.

A questo punto, per la conferma definitiva, può rendersi necessaria una biopsia della parete vescicale. L'esame istologico che segue la biopsia rileva un infiltrato infiammatorio tipico della cistite interstiziale, con cellule immunitarie e glomerulazioni tissutali, in assenza di infezioni o di altre patologie.

Da ricordare

La cistite interstiziale è caratterizzata da alterazioni della parete vescicale rilevabili con la cistoscopia e gli approfondimenti istologici.

Trattamento

Cistite Interstiziale: Qual è il Trattamento previsto?

A differenza della "comune" cistite batterica, la cistite interstiziale non risponde alla convenzionale terapia con antibiotici. Occorre, inoltre, sottolineare che, ad oggi, non esiste un trattamento risolutivo per la malattia (cioè una cura), ma fino al 90% dei pazienti migliora con le opzioni disponibili a cui è possibile ricorrere a seconda della gravità dei sintomi.

Per il momento, esistono misure farmacologiche, fisiche o chirurgiche, finalizzate a ridurre l'infiammazione e il disagio alla vescica.

Farmaci e altre terapie conservative

Le terapie farmacologiche per via orale prevedono la prescrizione di antidolorifici, anti-infiammatori (es. FANS) e antidepressivi triciclici, quali l'amitriptilina. Altri farmaci per via orale previsti per il trattamento della cistite interstiziale sono il pentosano polisolfato sodico (molecola simile all'eparina e al glicosaminoglicano uroteliale) e alcuni anti-istaminici, come la cimetidina.

Un altro approccio terapeutico consiste nell'instillare direttamente in vescica farmaci con capacità riparative nei confronti della mucosa, quali il dimetilsulfossido e l'eparina.

Altri interventi terapeutici sono rappresentati da: instillazione vescicale di acido ialuronico, iniezione della tossina botulinica, neurostimolazione elettrica transcutanea o TENS ecc.

La riduzione dello stress e il biofeedback (rafforzare i muscoli del pavimento pelvico, ad esempio con esercizi di Kegel) possono contribuire al miglioramento della sintomatologia.

Modifiche della dieta

Anche l'alimentazione può aggravare il problema della cistite interstiziale. I cibi molto piccanti o irritanti, come le spezie, gli insaccati e le bevande alcoliche possono rendere, infatti, più serio il disturbo esistente. Altri esacerbanti i sintomi sono il tabacco e gli alimenti con alto contenuto di potassio (agrumi, cioccolata, bevande contenenti caffeina, pomodori). È quindi importante alimentarsi in modo sano, cercando di ridurre o eliminare gli alimenti che possono causare irritazione e infiammazione della vescica.

Chirurgia

La chirurgia può essere presa in considerazione nel caso di pazienti con dolore intollerabile refrattario a tutti gli altri trattamenti tradizionali. Nessun trattamento si è dimostrato efficace nel determinare la guarigione completa, ma l'associazione di due o più trattamenti non chirurgici è consigliabile prima di considerare l'ipotesi chirurgica.

Punti Chiave

  • La cistite interstiziale è un'infiammazione non infettiva della vescica.
  • La cistite interstiziale tende a provocare dolore pelvico cronico e pollachiuria.
  • La diagnosi richiede l'esclusione di altre cause che provocano gli stessi sintomi, la cistoscopia e la biopsia.
  • Il trattamento della cistite interstiziale può prevedere modifiche della dieta, esercizi vescicali e farmaci; la chirurgia è l'ultima risorsa nel caso di pazienti con dolore intollerabile refrattario a tutti gli altri trattamenti.

Autore

Giulia Bertelli
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici