Cimetidina: Cos'è e A Cosa Serve

Cimetidina: Cos'è e A Cosa Serve
Ultima modifica 01.04.2020
INDICE
  1. Generalità
  2. A Cosa Serve
  3. Avvertenze e Precauzioni
  4. Interazioni
  5. Effetti Collaterali
  6. Come Agisce
  7. Dosaggio e Modo d'uso
  8. Gravidanza e Allattamento
  9. Controindicazioni

Generalità

Che cos'è la Cimetidina?

La cimetidina è un principio attivo utilizzato nel trattamento di bruciore di stomaco e iperacidità gastrica.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/02/18/cimetidina-orig.jpeg Shutterstock
Cimetidina - Struttura Chimica

Più nel dettaglio, si tratta del capostipite della classe degli antagonisti dei recettori H2 dell'istamina. A partire dalla cimetidina sono poi stati sviluppati gli altri principi attivi anti-H2 ancora oggi utilizzati in terapia: famotidina, nizatidina e ranitidina.

Mentre fino a qualche tempo fa la cimetidina veniva utilizzata nel trattamento di ulcere (duodenale, gastrica, recidivante), dell'esofagite da reflusso gastroesofageo e della sindrome di Zollinger-Ellison (medicinali che necessitano di ricetta medica per essere dispensati), attualmente (febbraio 2020) questo principio attivo trova impiego perlopiù nel trattamento sintomatico dell'eccessiva secrezione acida dello stomaco e del bruciore che tipicamente ne deriva (farmaci da banco o OTC).

Nota:in commercio è ancora possibile reperire alcuni farmaci a base di cimetidina indicati per contrastare ulcere, sindrome di Zollinger-Ellison ed esofagite da reflusso; ma si tratta di prodotti che rimarranno in commercio solo fino ad esaurimento scorte (ultimo aggiornamento a Gennaio 2020).

Cimetidina per Uso Veterinario

La cimetidina viene utilizzata anche all'interno di un medicinale veterinario (Zitac Vet®) che viene impiegato nel trattamento sintomatico per la riduzione del vomito associato a gastrite cronica nei cani. Naturalmente, per essere dispensato, tale medicinale richiede la presentazione di apposita ricetta medica veterinaria (ricetta ripetibile unico esemplare). Come qualsiasi altro farmaco veterinario, il prezzo è a totale carico del cittadino.

Esempi di Medicinali contenenti Cimetidina attualmente impiegati in terapia

  • Cimetidina Farmakopea®
  • Etideme®
  • Ulis® (in esaurimento scorte)

A Cosa Serve

Indicazioni Terapeutiche della Cimetidina

Come accennato, l'uso di medicinali a base di cimetidina è attualmente indicato per il solo trattamento sintomatico del bruciore di stomaco e dell'iperacidità gastrica occasionali.

Avvertenze e Precauzioni

Cosa bisogna sapere prima di assumere la Cimetidina

Prima di iniziare ad assumere la cimetidina - anche se reperibile all'interno di farmaci da banco di libera vendita - è opportuno informare il medico se:

Si ricorda che la cimetidina può mascherare i sintomi del tumore dello stomaco non ancora individuato, rallentando in questo modo la diagnosi della malattia; questo è il motivo per cui è necessario consultare il medico prima di assumere la cimetidina se i sintomi si sono manifestati da poco tempo, ne compaiono di nuovi e/o si modificano quelli già presenti, a maggior ragione se si è in età matura o avanzata.

È altresì importante informare il medico se si è intolleranti ad alcuni zuccheri, in quanto potrebbero essere presenti come eccipienti nei medicinali a base di cimetidina.

Nota Bene

  • La cimetidina potrebbe causare vertigini o sonnolenza interferendo con la capacità di guidare veicoli e utilizzare macchinari. Pertanto, si raccomanda cautela.
  • Se dopo 7 giorni di trattamento con cimetidina i sintomi non migliorano o peggiorano, è necessario rivolgersi subito al medico.

Interazioni

Interazioni Farmacologiche fra la Cimetidina e Altri Farmaci

La cimetidina è in grado di inibire il citocromo P450 interferendo così con l'attività di numerosi farmaci. Per tale ragione, prima di iniziare ad assumere la cimetidina è assolutamente necessario informare il medico se si stanno assumendo, se sono stati assunti da poco o si ha intenzione di assumere medicinali o prodotti di qualsiasi tipo, compresi i farmaci senz'obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici, i prodotti omeopatici, ecc.

In particolare, la somministrazione di cimetidina e dei seguenti farmaci dovrebbe essere evitata o comunque richiede una cauta valutazione e una stretta sorveglianza da parte del medico:

L'impiego della cimetidina in associazione ai seguenti farmaci comporta meno rischi ma necessita comunque di un'attenta sorveglianza medica:

Infine, si ricorda che la cimetidina non deve essere somministrata con farmaci antiacidi contenenti alluminio o magnesio poiché questi potrebbero interferire con il suo assorbimento, diminuendone così l'efficacia.

Effetti Collaterali

Quali Effetti Indesiderati può causare la Cimetidina?

La cimetidina può causare diversi effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano o li manifestano nello stesso modo. Infatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del farmaco, manifestando effetti indesiderati diversi per tipo ed intensità, oppure non manifestandone affatto.

Fra gli effetti indesiderati osservati durante il trattamento con cimetidina, ricordiamo:

Più raramente sono stati anche osservati:

Si segnala, infine, che sono stati riportati anche casi di ginecomastia e impotenza. Ad ogni modo, rispettando le indicazioni riportate sul foglietto illustrativo del medicinale a base di cimetidina che si deve assumere, il rischio di comparsa di effetti indesiderati si riduce.

Sovradosaggio da Cimetidina

In caso di sovradosaggio da cimetidina possono manifestarsi sintomi quali:

  • Pupille dilatate;
  • Difficoltà di parola;
  • Agitazione;
  • Gravi sintomi neurologici.

Il trattamento consiste nella messa in pratica di manovre utili alla rimozione del medicinale dal tratto gastrointestinale, nel monitoraggio del paziente e nell'inizio delle terapie di supporto necessarie.

In caso di sovradosaggio da cimetidina - accertato o presunto che sia - è quindi opportuno contattare subito il medico e recarsi nel più vicino pronto soccorso, avendo cura di portare con sé la confezione del medicinale assunto.

Come Agisce

Come Funziona la Cimetidina e con quale Meccanismo d'Azione agisce?

In quanto antagonista dei recettori H2 dell'istamina, la cimetidina inibisce il legame di quest'ultima con i suoi recettori tipo 2, ostacolando in questo modo la secrezione acida dello stomaco, sia basale che indotta dall'assunzione di cibo. Ricordiamo, infatti, che l'attivazione dei recettori H2 localizzati sulla mucosa dello stomaco da parte dell'istamina stimola la secrezione degli acidi gastrici.

Dosaggio e Modo d'uso

Come si assume la Cimetidina e in quale Dose?

I medicinali contenenti cimetidina per il trattamento di bruciore di stomaco e iperacidità gastrica occasionali sono formulati in forma di compresse effervescenti che devono essere preventivamente disciolte in acqua appena prima dell'assunzione.

La dose abitualmente impiegata è di 200 mg di principio attivo (una compressa) due volte al giorno, preferibilmente a stomaco vuoto, ma se necessario, è possibile prendere il medicinale anche vicino ai pasti.

In caso di persistenza dei sintomi, la dose giornaliera può essere aumentata fino ad un massimo di 800 mg al dì (4 compresse); tale dose è la dose massima giornaliera che non si deve mai superare. Prima di incrementare il dosaggio, tuttavia, è comunque bene parlarne con il medico.

I medicinali a base di cimetidina devono essere usati solo per brevi periodi di tempo (NON più di 7 giorni). In caso i sintomi non migliorino, peggiorino o subiscano modificazioni, il medico deve essere subito contattato.

Gravidanza e Allattamento

La Cimetidina può essere utilizzata durante la Gestazione e nelle Madri che Allattano al Seno?

Dal momento che la cimetidina oltrepassa la placenta e viene escreta nel latte materno, il suo impiego nelle donne in gravidanza e nelle madri che allattano al seno è generalmente controindicato.

Non vi sono studi clinici adeguati e ben controllati sull'uso del principio attivo nelle gestanti ed è pur vero che gli studi di tossicità pre-clinici non hanno rivelato possibili effetti negativi sul feto, ma nonostante ciò, non si può escludere un rischio per quest'ultimo in caso di utilizzo del principio attivo da parte della gravida. Pertanto, il medico potrebbe decidere di somministrare il farmaco ad una gestante solo se lo ritiene assolutamente necessario e indispensabile e solo dopo un'attenta valutazione del rapporto fra i potenziali rischi per il feto e i benefici attesi per la madre.

Per quanto riguarda l'allattamento, invece, la cimetidina può causare danni al lattante; pertanto, qualora il trattamento col principio attivo in questione fosse indispensabile, l'allattamento al seno dovrebbe essere interrotto.

In qualsiasi caso, le donne in gravidanza e le madri che allattano NON devono assumere cimetidina senza il consulto preventivo del proprio medico e/o del proprio ginecologo.

Controindicazioni

Quando la Cimetidina NON deve essere usata?

L'utilizzo della cimetidina è controindicato in tutti i seguenti casi:

  • Allergia nota alla stessa cimetidina e/o ad uno o più degli eccipienti presenti nel medicinale che si deve assumere;
  • Allergia nota ad altre sostanze chimicamente correlate alla cimetidina (sono stati riportati casi di allergia crociata con altri antagonisti dei recettori H2);
  • Nei bambini con meno di 12 anni di età;
  • In gravidanza e durante l'allattamento al seno.

Autore

Dott.ssa Ilaria Randi

Dott.ssa Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista