La cervicale porta dolore al seno?
Ultima modifica 21.05.2024
INDICE
  1. Quando viene male al seno?
  2. Cosa c’entra la cervicale col seno
  3. Sintomi associati
  4. Quando preoccuparsi
  5. Trattamento e rimedi

Quando viene male al seno?

Il dolore al seno è uno dei disturbi più comuni tra le donne di età compresa tra i 15 e i 40 anni. Ciò che serve sapere è che non si tratta sempre di un sintomo funzionale (riferibile a cambiamenti fisiologici) o patologie mammarie. Non è raro, infatti, che il dolore riferito al seno dipenda da cause esterne o problematiche che nulla hanno a che vedere con le mammelle.

Dolore al seno in 5 punti chiave

  • Il dolore al seno è spesso sostenuto da una causa benigna e risulta essere frequente sia nelle donne in età fertile, sia in menopausa.
  • Meno spesso, la mastodinia segnala un problema più grave, come può essere, ad esempio, un tumore al seno (anzi, raramente è indice della sua presenza, quindi è considerato un inaffidabile indicatore di un cancro).
  • Il dolore al seno può assumere connotazioni differenti in base alla specifica causa sottostante (unilaterale o bilaterale; ciclico, intermittente o costante) ed alla percezione soggettiva del dolore (variabile da una semplice tensione mammaria ad un dolore acuto, sordo o penetrante).
  • Il dolore al seno può localizzarsi in particolari aree nella mammella e si può irradiare al dorso, alle braccia e, talvolta, al collo.
  • In ogni caso, il dolore al seno merita sempre un approfondimento medico e, una volta individuata la causa scatenante, il medico indicherà un trattamento specifico e mirato per risolvere o alleviare il problema.

Cosa c’entra la cervicale col seno

La cervicale può causare dolore al seno?

Il dolore al seno può essere riflesso e la cervicale è una delle possibili cause scatenanti. Si tratta di un disturbo che rientra nella cosiddetta mastodinia extramammaria: quando si manifesta, il dolore al seno prende origine da strutture anatomiche contigue (coste, muscoli pettorali ecc.); patognomonico è l'esacerbarsi del sintomo alla digitopressione.

Ogni mammella è, infatti, al centro di un intreccio di fibre nervose che provengono dalle ultime vertebre cervicali e dalle prime vertebre toraciche. Patologie che interessano questi distretti (ernie cervicali, artrosi, osteoporosi, gravi scoliosi) possono essere causa di sofferenza delle radici nervose con conseguente dolore nella regione mammaria.

La mastodinia extramammaria, di cui la cervicale può essere una delle cause, può essere provocata anche da altre condizioni, incluse:

Il dolore al seno da cervicale è più comune nelle donne in premenopausa e perimenopausa, ma anche le donne in postmenopausa possono raramente sviluppare il disturbo.

Sintomi associati

Come si manifesta il dolore al seno da cervicale?

Il dolore al seno associato alla cervicale è in alcune occasioni un dolore sordo, mentre altre volte viene riportato come pesantezza, senso di oppressione o bruciore nel tessuto mammario. Nella maggior parte dei casi, il dolore è localizzato nel quadrante superiore esterno del seno e, talvolta, può irradiarsi al braccio ipsilaterale.

Il dolore al seno associato alla cervicale varia da lieve a grave, può essere intermittente o costante durante il giorno e può interferire con la qualità della vita.

Quando preoccuparsi

La cervicale porta dolore al seno: quando preoccuparsi?

È importante consultare il medico di base per qualsiasi nuovo dolore al seno o ai capezzoli, soprattutto se è particolarmente intenso, tanto da impedire di svolgere le normali attività oppure quando peggiora o risulta costante

Sebbene la maggior parte dei casi di dolore al seno siano lievi e facilmente gestibili, non è consigliabile ritardare la diagnosi di cancro al seno o di una causa grave non correlata al seno.

Oltre al dolore, altri sintomi legati al seno che richiedono la valutazione tempestiva includono:

Un dolore che si presenta soprattutto in perimenopausa o in menopausa localizzato in un punto preciso, a fitte, persistente o che peggiora nel tempo, oppure associato a secrezione (ematica siero-ematica o acquosa-limpida), merita sempre un approfondimento diagnostico.

Per approfondire: Dolore al seno: perché il seno fa male e quando preoccuparsi

Trattamento e rimedi

Come alleviare il dolore al seno da cervicale

Per pianificare il trattamento più adeguato ed efficace, i medici devono conoscere con precisione le cause alla base dell'insorgenza del dolore cervicale associato alla mastodinia. Le strategie per alleviare questo sintomo, infatti, sono molteplici ed occorre intervenire in modo mirato sui fattori che lo hanno scatenato. Purtroppo, non tutte le condizioni patologiche all'origine del dolore cervicale possono essere curate, in quanto degenerative e/o progressive, ma possono essere tenute sotto controllo o alleviate dal punto di vista sintomatologico con farmaci antinfiammatori, miorilassanti e altri medicinali, sempre previo consiglio del medico.

Farmaci

Nel caso in cui il dolore cervicale sia di origine patologica, il medico può indicare il ricorso a farmaci topici (cerotti medicati, creme o pomate da applicare direttamente sulla zona) o sistemici (prescritti in caso di una sintomatologia grave; questi medicinali sono da assumere per via orale o altra via di somministrazione).

Nella fase acuta, il trattamento può prevedere l'assunzione di analgesici, antinfiammatori (es. FANS) e, talvolta, miorilassanti per limitare il dolore cervicale e consentire il movimento articolare. In casi particolari, è possibile ricorrere a corticosteroidi, limitatamente alle gravi infiammazioni. Occorre prestare attenzione, però, a non abusare di questi medicinali, in quanto, alla lunga, producono effetti collaterali non indifferenti.

Rimedi

Se il dolore al seno è dovuto alla cervicale, esistono diversi rimedi sintomatici, in aggiunta alle cure farmacologiche eventualmente necessarie:

Lo stile di vita è altrettanto importante. Il regolare movimento può aiutare ad evitare l'insorgere del disturbo, rinforzare la muscolatura e mantenere la funzione articolare. Attività motorie utili sono, ad esempio, il nuoto e le cosiddette ginnastiche "dolci", come lo yoga

Altri consigli per prevenire il dolore cervicale sono quelli di limitare il più possibile alcol e fumo, così come seguire una dieta che sia ben equilibrata e senza eccessi, soprattutto per quanto riguarda il sale e gli alimenti grassi.

Prosegui con la lettura di: Dolore Cervicale: cos'é e perché il collo fa male? Potrebbe interessare anche: Perché il seno fa male prima delle mestruazioni?

Autore

Dott.ssa Giulia Bertelli

Dott.ssa Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici