Carotenosi: cos’è la carotenemia e perché la pelle diventa arancione

Carotenosi: cos’è la carotenemia e perché la pelle diventa arancione
Ultima modifica 28.06.2023
INDICE
  1. Cos’è
  2. Cause
  3. Sintomi
  4. Diagnosi
  5. Trattamento e rimedi

Cos’è

Cos’è la Carotenosi (Carotenemia)

La carotenosi (nota anche come carotenodermia) è una condizione clinica caratterizzata dalla pigmentazione arancione della pelle (xantoderma) e da un aumento dei livelli di beta-carotene nel sangue (carotenemia).

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2023/06/28/carotenosi-orig.jpeg Shutterstock

Nella maggior parte dei casi, la condizione segue il consumo prolungato ed eccessivo di alimenti ricchi di carotene (come carote, zucca e patate dolci) o di integratori.

La carotenosi è considerata un segno significativo, ma generalmente si tratta di una condizione innocua e reversibile; il rischio maggiore è che possa essere confusa con l'ittero (occasionalmente, la carotenemia può presentarsi con colorazione del palato), evenienza esclusa con gli esami del sangue.

A tal proposito, un particolare importante è che la pigmentazione tipica della carotenosi risparmia sempre le sclere e le mucose (a differenza dell'ittero).

Oltre ai termini già indicati, la carotenosi viene indicata anche come xanthaemia, ipercarotenosi o carotenoderma.

Cause

Pelle arancione: cause della Carotenosi

La carotenosi è spesso causata dal consumo di quantità eccessive di alimenti o integratori ad alto contenuto di carotene. La pelle arancione risulta, quindi, da alti livelli di beta-carotene nel sangue (carotenemia), che vanno a depositarsi nello strato corneo liposolubile e le conferiscono questa particolare pigmentazione; elevati livelli sierici di carotene variano tra 250 e 500 µg/dL.

Varie eziologie sono responsabili di questo fenomeno:

Il beta-carotene è, infatti, un lipocromo che normalmente aggiunge colore giallo-arancio alla pelle. Con elevati livelli ematici di carotene, la prominenza di questo ingiallimento aumenta. La carotenemia può essere particolarmente evidente quando lo strato corneo è ispessito o quando è presente molto grasso sottocutaneo. La condizione è più facilmente apprezzabile nelle persone di carnagione chiara e può presentarsi principalmente come ingiallimento dei palmi e delle piante dei piedi in individui con pigmentazione più scura.

Perché la pelle diventa arancione?

Beta-carotene e altri carotenoidi (ad es. alfa-carotene, licopene, luteina) sono una parte normale della nostra dieta: si tratta di pigmenti prodotti dalle piante, responsabili del colore giallo-arancione di verdure e frutta, che contribuiscono alla fotosintesi trasmettendo alla clorofilla l'energia luminosa che assorbono.

Nell'uomo, i caroteni hanno due principali funzioni:

Tuttavia, poiché il corpo converte giornalmente solo una quantità limitata di carotene in vitamina A, un'assunzione eccessiva di alimenti ricchi di carotene per mesi può causare carotenemia primaria (causa più comune).

Ulteriori cause di carotenemia (secondaria) includono condizioni come:

La pica può produrre una compulsione a mangiare quantità eccessive di carote, che possono portare alla carotenemia.

Carotenosi nei bambini

Neonati e bambini piccoli che mangiano grandi quantità di purea di verdure arancioni e verdi possono sviluppare carotenemia. Questo potrebbe, in un primo momento, essere confuso erroneamente con l'ittero. Cucinare, schiacciare e frullare questi alimenti aumenta la biodisponibilità.

Quali sono gli alimenti ricchi di carotene?

Gli alimenti ricchi di carotene includono frutta e verdura a foglia verde rossa, gialla, arancione e scura. Questi includono carote, patate dolci, papaia, melone, zucca invernale, broccoli, spinaci, cavoli, peperoni rossi e gialli e pomodori.

Non correla a ipervitaminosi A

L'eccessiva ingestione di carotenoidi non è tossica. Sebbene nella carotenemia alimentare, un elevato livello di carotene sierico sia spesso accompagnato da un corrispondente aumento dei livelli sierici di vitamina A, l'ipervitaminosi A non si osserva, presumibilmente perché la conversione dei carotenoidi in vitamina A è regolata. In altre cause di carotenemia, i livelli sierici di vitamina A rientrano nei range di riferimento o sono bassi.

Sintomi

Come si manifesta la Carotenosi? Sintomi di Carotenemia

Il sintomo caratteristico della carotenemia è la pelle giallo-arancio chiamata carotenoderma

Il carotenoderma in tutto il corpo è raro; di solito, questo fenomeno tende ad apparire nelle aree della pelle spesse, come i palmi delle mani, le piante dei piedi e le pieghe naso-labiali.

La carotenemia è caratterizzata da una pigmentazione gialla della pelle che è più pronunciata sotto la luce artificiale; poiché il carotene viene escreto dalle ghiandole sebacee ed è presente nel sudore, la pigmentazione gialla è particolarmente evidente nelle aree in cui la sudorazione è marcata.

Altri sintomi, che possono essere dovuti a specifiche cause rare di carotenemia, includono:

Carotenosi: differenze con l’ittero

L'ittero è una condizione in cui anche la pelle appare giallastra, così come mucose, sclere oculari e liquidi corporei. Si tratta di un segno che risulta evidente quando il livello di bilirubina - sottoprodotto del catabolismo dell'emoglobina - è attorno a 2-3 mg/dL (iperbilirubinemia). In alcune patologie epatiche, in caso di colestasi o nel corso di malattie emolitiche, il contenuto di bilirubina nel plasma aumenta. L'ittero, quindi, può essere causato da un eccesso di produzione di bilirubina o da un difetto nell'attività del fegato. In altri casi, è dovuto a stasi biliare: la bilirubina è normalmente prodotta, ma questa incontra un ostacolo e non può essere normalmente eliminata. Molte patologie e l'uso di alcuni farmaci possono causare ittero. Le cause più comuni sono l'epatite infiammatoria (virale, autoimmune, lesione epatica o tossica), l'epatopatia alcolica e l'ostruzione del dotto biliare (per presenza di calcoli o malattie del pancreas). Importanti sintomi che precedono la comparsa dell'ittero comprendono febbre, prurito, steatorrea e dolore addominale (compresa l'ubicazione, la gravità, la durata e le radiazioni). Talvolta, sono presenti anche nausea, vomito, perdita di peso e possibili sintomi di coagulopatia (facile sanguinamento, ecchimosi o feci catramose).

Una differenza importante tra ittero e carotenemia è che mentre entrambe le condizioni possono provocare la pelle arancione-gialla, solo l'ittero si associa alla pigmentazione gialla delle sclere (bianco degli occhi).

Di solito è presente una storia di assunzione eccessiva di carotene coerente con la diagnosi di ipercarotenemia.

Diagnosi

Come viene diagnosticata la Carotenosi?

Il medico può diagnosticare la carotenosi sulla base dell'anamnesi (descrizione delle abitudini dietetiche incluse) e di un esame fisico per valutare le aree della pelle con pigmentazione gialla o arancione. Se la causa non è chiara, deve essere eseguito uno screening per altre condizioni che possono verificarsi con la carotenemia.

Esami per la diagnosi di Carotenemia

La carotenosi derivante dalla dieta di solito non richiede conferma di laboratorio. Tuttavia, il medico può prescrivere esami del sangue per convalidare la diagnosi. La carotenemia può essere confermata da un livello elevato di beta-carotene, un livello normale o leggermente elevato di vitamina A e risultati normali dei test di funzionalità epatica.

Trattamento e rimedi

Di solito, la carotenemia non è grave e non progredisce in altri sistemi del corpo. Il trattamento principale consiste nel ridurre la quantità di alimenti ricchi di carotene nella dieta, che nel tempo risolveranno lentamente il colore arancione della pelle.

Come si cura la Carotenosi

La carotenosi può essere risolta riducendo l'assunzione di carotene. In genere, si tratta di una condizione innocua e non dovrebbe causare complicazioni.

Il trattamento principale per la carotenemia (alti livelli di carotene nel sangue) è, quindi, la riduzione della quantità di alimenti e integratori ricchi di carotene nella dieta. Tuttavia, è importante non evitare completamente gli alimenti contenenti carotene, poiché forniscono molti nutrienti essenziali per la salute.

Se la causa della carotenemia non è il risultato della dieta, il trattamento comporterà l'affrontare la condizione sottostante.

Ad esempio, supponiamo che il diabete sia all'origine della carotenemia. In tal caso, la riduzione dei livelli di zucchero nel sangue attraverso la dieta, i cambiamenti dello stile di vita o i farmaci può risolvere la condizione.

Dopo aver ridotto la quantità di alimenti ad alto contenuto di carotene nella dieta, la pigmentazione della pelle dovrebbe migliorare lentamente nel tempo. La carotenemia indotta dalla dieta non è progressiva ed è improbabile che porti a conseguenze gravi.

I farmaci non sono indicati per il trattamento della carotenemia indotta dalla dieta.

Quanto dura la Carotenosi?

Con l'eliminazione dell'assunzione di alimenti ricchi di carotene, i livelli sierici di carotene diminuiscono bruscamente entro una settimana e la colorazione arancione della pelle scompare gradualmente nell'arco di diverse settimane o mesi.

Autore

Dott.ssa Giulia Bertelli

Dott.ssa Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici