Allergia al sudore: sintomi, cause e rimedi

Allergia al sudore: sintomi, cause e rimedi
Ultima modifica 29.07.2022
INDICE
  1. Introduzione
  2. Sintomi
  3. Cause e diagnosi
  4. Rimedi e Consigli

Introduzione

    Si può essere allerigici al sudore? La risposta è affermativa se ci riferiamo a quella manifestazione cutanea sottoforma di dermatite oppure orticaria generata dall'eccessiva sudorazione che, nei mesi estivi trova un peggioramento della sintomatologia e dell'infiammazione. Si tratta, infatti, di una vera e propria patologia infiammatoria della pelle che si evidenza soprattutto in alcune zone del corpo come: ascelle, schiena, viso, inguine e regione toraco-addominale.

    Si manifesta in linea genere con la comparsa di evidenti rush cutanie, eruzioni, arrossamenti da eritema, prurito, bruciore, sensazione di calore anche al tatto, e pomfi rossi e violacei. Il fattore scatenante è appunto il sudore, che irrita la cute e provoca l'insorgenza della dermatite correlata ad altri sintomi più seri come cefalea, nausea, vomito, palpitazione, ipotensione e dolori addominali. L'allergia da sudore, soprattutto se confinata alle manifestazioni cutnaee, si risolve nel giro di pochi giorni, osservando alcuni accorgimenti quali non esporsi al sole, mantenere la pelle idratata, fresca e pulita, e non sostare troppo a lungo in luoghi umidi.

    Ad essere maggiormente colpiti dall'allergia al sudore sono bambini, anziani e persone in sovrappeso, e soggetti con pelle delicata e uiltra reattiva. I sintomi, tuttavia, tendono a scomparire in pochi giorni, spontaneamente. 

    Sintomi

    L'allergia al sudore si manifesta soprattutto in zone come: viso, ascelle, piedi, incavi delle braccia, collo, torace. I sintomi più comiuni dell'allergia al sudore, comprendono:

    Nelle forme più gravi di allergia al sudore, compaiono:

     

     

    I sintomi peggiorano se...

    Alcuni fattori possono peggiorare i sintomi dell'allergia al sudore perché favoriscono la sudorazione, responsabile della reazione infiammatoria della pelle. Tra essi, includiamo:

    • variazioni della temperatura 
    • clima caldo-umido
    • eccessiva sudorazione durante la pratica di attività sportive
    • pelle molto sensibile o particolarmente reattiva.
    • Stress emotivi
    • Bagni\docce calde
    • Saune
    • Virus, batteri o funghi che attaccano la pelle
    • Sovrappeso o obesità
    • indumenti aderenti o poco traspiranti
    • alimenti piccati o speziati

    Lo sapevi che si chiama anche Sudamina

    La dermatite da sudore, o allergia da sudore, viene spesso chiamata anche "miliaria" o "sudamina". Ovviamente ci si riferisce sempre ad una condizione dermatologica scatenata da uno stato indiammatorio della cute. La patologia della pelle in questione si manifesta sotto forma di irritazione con rush cutanei, arrossamenti localizzati, vescicole pruriginose che a volte possono essere anche maleodoranti. Non è da confondere con la Candidosi da sudore che colpisce prevalentemente le zone preposte alla sudorazione, come inguine, ascelle, sottoseno, e zone interdigitali. Qui si manifesta come micosi, con arrossamenti spesso maleodoranti.

    Cause e diagnosi

    La dermatite da sudore è una forma di orticaria colinergica, ossia una forma di orticaria che non dipende da fattori di natura allergico ma da uno stimolo esterno, come quello climatico in questo caso, e quindi da un agente termico che incrementa la produzioine di sudore e favorisce l'infiammazione cutanea.

    L'agente irritante specifico in questo caso è il calore che fa sudare maggiormente. Quando si suda copiosamente vengono rilasciata l'acetilcolina, un neurotrasmettiutore che provoca iperattività cutanea: il caldo innesca la sudorazione che scatena prurito e infiammazione. 

    La diagnosi clinica e si basa sulla raccolta della sintomatologia riferita dal paziente e attraverso attento esame obiettivo delle lesioni cutanee. Lo specialista in dermatololgia potrà eventualmente prescrivere, post anamnesi ed osservazione, accertamenti quali biopsie o esami microbiologici, in grado di escludere la presenza di infezioni batteriche e/o micotiche.

    Rimedi e Consigli

    I sintomi dell'allergia al sudore e le conseguenti lesioni cutanee dovrebbero risolversi e scomparire spontaneamente in breve tempo, anche se il disturbo potrebbe ripresentarsi altre volte. E' possibile trattare la dermatite da sudore a seconda dell'aggressività e dell'entità dell'infiammazione. 

    Se si presenta in forma lieve, è consigliato:

    Nelle forme più gravi, qualora lo specialista lo ritenesse necessario, potrebbero essere prescritti:

    Alcuni consigli pratici per prevenire lo sviluppo dell'allergia al sudore:

    • Indossare indumenti traspiranti,
    • Usare tessuto naturale (lino, seta, cotone)
    • Bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno 
    • Evitare di grattarsi per non peggiorare l'infiammazione;
    • Limitare l'esposizione al sole
    • Evitare i luoghi molto umidi;
    • Utilizzare detergenti delicati
    • fare doccia fredda e mai troppo calda
    • dopo il bagno in mare fare subito una doccia con acqua dolce
    • applicare sempre protezione solare resistente al sudore