Slip o boxer: cos'è meglio per la salute?

Slip o boxer: cos'è meglio per la salute?
Ultima modifica 11.03.2024
INDICE
  1. Pro degli slip
  2. Pro dei boxer
  3. Altri aspetti importanti

Per quanto riguarda la biancheria intima maschile, la scelta è indubbiamente più limitata rispetto a quella femminile, e consta essenzialmente di due opzioni: slip o boxer.

Le decisioni in merito il più delle volte rispondono a criteri di preferenza estetica o di praticità, tuttavia ognuna di esse presenta vantaggi e svantaggi dal punto di vista della salute, che è bene conoscere così da fare scelte più consapevoli su cosa indossare sotto i pantaloni.

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità.

Pro degli slip

Gli slip, a prescindere dalle tipologie (alcuni sono infatti più sgambati e altri meno), sono indubbiamente più stretti, e sono ad esempio particolarmente indicati per le persone che praticano spesso attività sportiva, soprattutto se l'allenamento prevede l'uso predominante degli arti inferiori.

Inoltre, sono adatti a chi preferisce avere una sensazione di maggiore contenimento, anche se dal punto di vista scientifico questo non è assolutamente necessario, visto che come hanno dimostrato diversi studi ,l'uomo potrebbe anche fare a meno degli indumenti intimi e i testicoli non hanno bisogno di sostegni per rimanere in salute e funzionare al meglio.

Gli slip sono anche meno visibili sotto i pantaloni.

Pro dei boxer

I boxer classici sono più larghi rispetto agli slip e sono quindi molto più adatti ad essere indossati di notte, quando il corpo rilassato può respirare senza eccessive costrizioni.

Anche se gli approfondimenti in materia non sono ancora pochi, scegliere i boxer con il passare del tempo potrebbe anche influire sui livelli di fertilità. Secondo quanto emerso da uno studio realizzato da Human Reproduction, infatti, le persone che indossano i boxer avrebbero un indice di fertilità maggiore rispetto a chi usa abitualmente gli slip. Il motivo è che per preservare la salute degli spermatozoi, questi devono stare a una temperatura di uno o due gradi in meno rispetto a quella corporea, possibile con i boxer che permettono una maggiore traspirazione dell'area e molto meno con slip e pantaloni aderenti, che spesso alzano la temperatura della zona.

Ma non solo, usare i boxer può anche aiutare a previene l'insorgenza di dermatiti nelle parti intime che provocano rossori e fastidi. Le pieghe naturali del corpo sono già di base soggette a sviluppare questa problematica, e quelle della zona inguinale ancora di più, proprio per la loro posizione. Ad aggravare la situazione può esserci però anche la scelta dell'intimo, che se troppo costrittivo può dar vita a irritazioni extra.

Altri aspetti importanti

Oltre al modello una grande differenza la fa anche il materiale che si indossa. L'ideale è optare per il cotone che non fa sudare e permette una maggiore traspirazione. Meglio invece evitando materiali sintetici o poco traspiranti come nylon, lycra o seta.

Da preferire anche il bianco rispetto ai colori, che stingendo potrebbero procurare reazioni allergiche.

Quando smette di crescere il pene?