Sindrome da Smartphone: cause e rimedi del mal di collo

Sindrome da Smartphone: cause e rimedi del mal di collo
Ultima modifica 21.12.2021
INDICE
  1. Introduzione
  2. Sindrome da smartphone, un problema sempre più diffuso
  3. Le cause più comuni
  4. I sintomi da non sottovalutare
  5. Le cure per la sindrome da smartphone
  6. I consigli più utili
  7. Gli esercizi da fare

Introduzione

L'uso scorretto ed eccessivo dei dispositivi tecnologici, degli smartphone in particolare, non espone solo a un rischio di dipendenza psicologica, ma anche a rischi fisici. Uno dei più comuni è rappresentato dalla sindrome da smartphone, ossia un mal di collo persistente e fastidioso.

Sindrome da smartphone, un problema sempre più diffuso

I cellulari in sé non sono così pericolosi, è l'utilizzo che se ne fa a rappresentare un pericolo per la salute. L'eccesso di tecnologia, infatti, fa male a muscoli e ossa. Il problema, purtroppo, è molto diffuso: basti pensare che secondo uno studio condotto lo scorso anno da Vision Direct, negozio virtuale di lenti a contatto e prodotti per la cura degli occhi, gli italiani trascorrono in media circa 17 ore al giorno davanti a uno schermo (non solo dello smartphone ovviamente, ma anche di pc, TV, tablet, videogiochi). Non deve stupire, dunque, che siano sempre più numerose le persone che soffrono di sindrome da smartphone.

Le cause più comuni

L'errore più comune riguarda la posizione in cui si usano gli smartphone. Raramente, infatti, le persone li tengono davanti agli occhi, come invece si dovrebbe fare per evitare problemi. Nella maggior parte dei casi, si tengono gli schermi in basso: questo però obbliga a piegare il collo in avanti, di conseguenza i muscoli di spalle e collo sono costretti a sopportare un carico aggiuntivo. Quando, infatti, il collo è piegato in avanti, il peso della testa non è correttamente distribuito sull'intera colonna vertebrale, ma ricade sul tratto cervicale della colonna, andando a sovraccaricare i muscoli circostanti (trapezio e muscoli lunghi del collo).

Anche tenere gli schermi di lato rispetto al proprio viso non va bene poiché quando la testa è piegata a destra o sinistra subentrano problemi simili, perché si finisce con il sovraccaricare un lato del corpo.

Un altro errore da evitare è tenere il cellulare fra orecchio e spalla, piegando il capo di lato e alzando il braccio. Il rischio, infatti, è sempre quello di creare contratture.

 

L'uso eccessivo degli smarphone può causare anche la FOMO

I sintomi da non sottovalutare

La sindrome da smartphone si può manifestare con la comparsa di contratture a carico dei muscoli del tratto cervicale e/o dei trapezi (muscoli delle spalle). In particolare, può comparire una cervicalgia muscolo-tensiva, cioè un'infiammazione locale, caratterizzata da un dolore che parte dal collo e si irradia alle spalle e, nei casi più gravi, alle braccia, rendendo difficoltosi i movimenti.
Alla base c'è proprio una piccola alterazione delle strutture meccaniche(muscoli, legamenti, dischi intervertebrali, articolazioni) situate nel primo tratto della colonna vertebrale.

Le cure per la sindrome da smartphone

Per migliorare i sintomi della sindrome da smartphone è importante innanzitutto agire sulla causa, ricordandosi di alzare il tablet e il cellulare quando li si usa. Ogni volta che si guarda un video, si naviga in internet, si scrive un messaggio, fare in modo che lo schermo sia all'altezza degli occhi e non costringa dunque il collo a piegarsi. La stessa regola vale per il computer.

Posizionare il tablet sulle ginocchia e lo smartphone sul tavolo, quindi, è sbagliato. Quando si telefona, la cosa migliore è usare l'auricolare così da ridurre anche le esposizioni, o eventualmente tenere l'apparecchio con la mano. Attenzione anche alla posizione che si assume quando si è sdraiati sul divano o nel letto. Assicurarsi sempre di non tenere il collo in posizioni innaturali.

I consigli più utili

Se i sintomi sono accentuati, nell'attesa di risolvere la causa, può essere utile ricorrere a dei rimedi sintomatici. Ecco qualche soluzione indicata in questi casi:

  • tenere la parte al caldo per due-tre giorni, per esempio indossando sciarpe o fasce elastiche;
  • evitare di sottoporre schiena e collo a sforzi;
  • in molti casi è d'aiuto applicare pomate miorilassanti, che aiutano a sciogliere le contratture e promuovono la guarigione;
  • se il fastidio non passa, si possono prendere farmaci antinfiammatori per tre-quattro giorni;
  • spesso risulta di grande beneficio un trattamento fisioterapico mirato, che sia finalizzato cioè a ri-adottare una corretta postura e dunque a riportare i muscoli di spalle e collo a una condizione di benessere. Sarà lo specialista a stabilire, in relazione al caso specifico, se è meglio fare una ginnastica correttiva, terapie fisiche o entrambe.

Gli esercizi da fare

Per combattere la sindrome da smartphone e rafforzare i muscoli di schiena e collo, è utile anche cercare di avere uno stile di vita attivo, di alzarsi dalla scrivania ogni ora o comunque di muoversi in maniera frequente. Sì, anche a eseguire esercizi specifici per queste parti. Eccone un paio molto utili.

 

Esercizio 1

In posizione eretta, con il braccio sinistro disteso in alto e quello destro piegato dietro la schiena (la mano è fra le scapole). Piegare il braccio sinistro e portarlo dietro la schiena, il più vicino possibile a quello destro. Se si riesce, intrecciare le dita. Mantenere la posizione per 10 secondi e ripetere 10 volte.

 

Esercizio 2

Seduti a terra con le gambe incrociate e le dita delle mani intrecciate. Stendendo i gomiti, portare le braccia in alto e, se si riesce, leggermente all'indietro. Mantenere la posizione per qualche secondo. Ripetere 10 volte.