Ritonavir: che cos'è, come agisce, effetti collaterali

Ritonavir: che cos'è, come agisce, effetti collaterali
Ultima modifica 22.12.2023
INDICE
  1. Che cos'è il Ritonavir?
  2. A cosa serve?
  3. Avvertenze e precauzioni
  4. Interazioni
  5. Effetti indesiderati
  6. Sovradosaggio da Ritonavir
  7. Come funziona?
  8. Dose e modo d'uso
  9. Uso in gravidanza e allattamento
  10. Controindicazioni

Che cos'è il Ritonavir?

Il ritonavir è un principio attivo antivirale contenuto all'interno di diversi medicinali, sia da solo che in associazione ad altri principi attivi.

La maggior parte di tali medicinali è dispensabile solo dietro presentazione di ricetta medica non ripetibile di tipo limitativo (RNRL - farmaci vendibili al pubblico solo su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti).

Le indicazioni terapeutiche dei medicinali contenenti ritonavir possono variare; ad ogni modo, la maggior parte di essi trova impiego nel trattamento delle infezioni da HIV, ad eccezione dell'associazione ritonavir/nirmatrelvir. Questa associazione, infatti, presente all'interno del medicinale Paxlovid® trova impiego nel trattamento della COVID-19 (malattia provocata da SARS-CoV-2) nei pazienti a rischio di sviluppare la patologia in forma grave.

Ad ogni modo, in questo articolo ci si concentrerà sulle caratteristiche del solo ritonavir - quindi principalmente del suo uso contro HIV - e non del ritonavir associato ad altri principi attivi.

Per maggiori informazioni sul Paxlovid, leggi: Paxlovid: cos'è? Come funziona, efficacia ed effetti collaterali

Esempi di medicinali contenenti Ritonavir

  • Kaletra® (in associazione a lopinavir)
  • Lopinavir Ritonavir Mylan® (in associazione a lopinavir)
  • Norvir®
  • Paxlovid® (in associazione a nirmatrelvir)
  • Ritonavur Mylan®
  • Ritonavir Sandoz®
Ritonavir - Struttura chimica Shutterstock
Ritonavir - Struttura chimica

A cosa serve?

Indicazioni terapeutiche del Ritonavir: quando si usa?

L'utilizzo del ritonavir è indicato in bambini a partire dai due anni di età, adolescenti e adulti per la gestione delle infezioni da HIV, generalmente, in associazione ad altri farmaci.

NOTA BENE

Il ritonavir è impiegato nella gestione delle infezioni da HIV, ma NON è una cura per l'infezione da HIV o l'AIDS. I pazienti che assumono il ritonavir possono sviluppare infezioni o altre malattie associate con l'infezione da HIV o l'AIDS e possono ancora trasmettere l'infezione mentre sono in terapia con il principio attivo, sebbene il rischio possa essere ridotto.

Per maggiori informazioni, consultare il medico.

Avvertenze e precauzioni

Cosa è bene sapere prima di iniziare ad assumere il Ritonavir

Prima di indiziare il trattamento con il ritonavir il medico dovrà essere messo al corrente delle condizioni di salute generale del paziente e della presenza di qualsivoglia altro disturbo o malattia, attuali o pregressi. In particolare, il medico dovrà essere informato se si soffre o si è sofferto in passato di:

Durante il trattamento con il principio attivo, invece, il medico va subito informato se si manifestano:

Interazioni

Interazioni farmacologiche fra il Ritonavir e altri farmaci

Il ritonavir può instaurare interazioni con molteplici farmaci, per questo va usata cautela nel suo utilizzo.

Il medico beve essere infamato se si stanno assumendo o sono stati recentemente assunti uno o più dei seguenti farmaci, in quanto è richiesta particolare attenzione o è necessario evitare del tutto l'assunzione concomitante:

In qualsiasi caso, prima di iniziare la terapia con il ritonavir, è necessario informare il medico se si stanno assumendo, sono stati recentemente assunti, o si potrebbero assumere, farmaci o prodotti di qualsiasi tipo, inclusi i farmaci senza obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici, gli integratori alimentari, i prodotti omeopatici, ecc.

Effetti indesiderati

Ritonavir effetti collaterali: quali sono?

Il ritonavir, così come qualsiasi altro farmaco, può causare diversi effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano o li manifestano nello stesso modo. Infatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del principio attivo, manifestando effetti indesiderati diversi per tipologia e grado di severità, oppure non manifestandone affatto.

Effetti indesiderati molto comuni

Effetti indesiderati comuni

Effetti indesiderati non comuni e rari

Nota bene

Il soprastante elenco non vuole essere esaustivo e riporta solo alcuni dei possibili effetti indesiderati che possono manifestarsi in seguito all'assunzione del ritonavir. Per conoscere nel dettaglio tutti gli effetti indesiderati di un dato medicinale a base di questo principio attivo, si rimanda all'attenta lettura del suo foglietto illustrativo e al consulto con il medico.

In qualsiasi caso, si raccomanda di informare questa figura sanitaria della comparsa di qualsiasi effetto collaterale o sintomo durante il trattamento con il ritonavir, anche se non riportato nei soprastanti elenchi.

Sovradosaggio da Ritonavir

In caso di assunzione di dosi eccessive di ritonavir, possono manifestarsi formicolii, intorpidimenti o sensazione di pizzicore.

Qualora si sospetti - o si abbia la certezza - di un sovradosaggio da ritonavir, contattare immediatamente il medico o recarsi nel più vicino pronto soccorso, avendo cura di portare con sé la confezione del medicinale assunto.

Come funziona?

Ritonavir meccanismo d'azione: su cosa agisce?

Il ritonavir - in funzione del dosaggio cui viene somministrato e dei farmaci con i quali viene prescritto in terapia - può essere utilizzato:

  • Come potenziatore farmacocinetico: essendo un principio attivo capace di esercitare una potente inibizione sul citocromo P3A (CYP3A), il ritonavir è in grado di inibire il metabolismo di un principio attivo inibitore della protesi (sempre diretto contro HIV) somministrato in concomitanza. Grazie a questa azione inibitoria si assiste pertanto al potenziamento farmacocinetico di quest'ultimo farmaco somministrato in associazione al ritonavir.
  • Come agente antiretrovirale: il ritonavir è anche un inibitore delle aspartil proteasi di HIV-1 e HIV-2, attivo per via orale. L'inibizione di questi enzimi fa sì che vengano prodotte unità di HIV di morfologia immatura, incapaci di iniziare nuovi cicli di infezione. In questo modo, il ritonavir contribuisce attivamente al controllo dell'infezione.

Dose e modo d'uso

Come assumere il Ritonavir?

Il ritonavir si assume per via orale. Difatti è disponibile in forma di compresse o di polvere per sospensione orale.

Dose e frequenza delle somministrazioni verranno stabilite dal medico per ciascun paziente - su base individuale - e possono variare in funzione di come il farmaco viene utilizzato (se come potenziatore farmacocinetico o come agente antiretrovirale). Si raccomanda, pertanto, di attenersi scrupolosamente alle indicazioni da esso fornite.

Per il corretto modo d'uso del farmaco (e per la corretta preparazione per quel che concerne la sospensione orale), si raccomanda la lettura del foglietto illustrativo del medicinale a base di ritonavir che si deve assumere e, ancora una volta, si raccomanda di seguire le istruzioni ricevute dal medico.

Per qualsiasi dubbio, consultare nuovamente questa figura sanitaria.

Uso in gravidanza e allattamento

Il Ritonavir può essere usato durante la gestazione e nelle madri che allattano al seno?

Le donne in gravidanza, che sospettano o che stanno pianificando una gestazione, devono necessariamente informare il medico della loro condizione nel caso in cui fosse necessario iniziare un trattamento a base di ritonavir.

Il principio attivo viene escreto nel latte materno; ad ogni modo, per evitare la trasmissione dell'infezione al bambino, le madri con HIV devono evitare l'allattamento al seno.

Controindicazioni

Quando il Ritonavir NON deve essere assunto

L'uso del ritonavir è controindicato in tutti i seguenti casi:

  • Allergia nota allo stesso ritonavir e/o ad uno o più degli altri componenti (eccipienti ed eventuali altri principi attivi) del medicinale che si deve assumere;
  • Presenza di una grave patologia epatica;
  • Se si stanno assumendo uno o più dei seguenti farmaci:

Ad ogni modo, come già detto, il medico deve essere informato dell'assunzione di qualsiasi tipo di farmaco, anche se non riportato in questo elenco.

NOTA BENE

In questo articolo si è cercato di fornire una panoramica generale sulle principali caratteristiche del ritonavir e dei medicinali che lo contengono. Tuttavia, per informazioni più specifiche e dettagliate, si rimanda alla lettura del foglietto illustrativo del medicinale che si deve impiegare. Per qualsiasi dubbio, rivolgersi al medico.

Autore

Dott.ssa Ilaria Randi

Dott.ssa Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista