Polmonite Batterica

Generalità

La polmonite batterica è l'infezione degli alveoli polmonari sostenuta dall'azione di un batterio.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/08/15/polmonite-batterica-orig.jpeg

Le polmonite batteriche sono le forme di polmonite più temute, in quanto possono dar luogo a complicanze potenzialmente letali.
Tra gli batteri che causano la polmonite batterica, spiccano: Streptococcus pneumoniae, Staphylococcus aureus, Haemophilus influenzae, Moraxella catarrhalis, Pseudomonas aeruginosa, Klebsiella pneumoniae, Escherichia coli, più tutta una serie di patogeni definiti atipici.
I sintomi tipici della polmonite batterica sono: tosse con produzione di catarro, dispnea da sforzo, febbre alta, brividi e respirazione rumorosa.
Per la diagnosi di polmonite batterica, sono fondamentali: il racconto dei sintomi, l'anamnesi, l'esame obiettivo, l'RX-torace e l'analisi in laboratorio di sangue ed espettorato.
Un'infezione come la polmonite batterica impone il ricorso a una terapia causale, a base di antibiotici, e una terapia sintomatica e di supporto, fondata sul riposo, l'idratazione e l'uso di antipiretici e antidolorifici.

Breve ripasso del significato medico del termine Polmonite

In medicina, prende nome di "polmonite" qualsiasi malattia polmonare caratterizzata dall'infiammazione degli alveoli. Conosciuti anche come alveoli polmonari, gli alveoli sono le piccole sacche situati al termine dell'albero bronchiale, in cui termina la propria corsa l'aria introdotta con l'inspirazione e in cui ha luogo il prelievo, da parte dell'organismo umano, dell'ossigeno contenuto nella suddetta aria.

Cos'è la Polmonite Batterica?

La polmonite batterica è la forma di polmonite dovuta a tutti quei batteri capaci di introdursi  nelle vie aeree, attraverso il naso o la bocca, raggiungere gli alveoli e infettare quest'ultimi. La polmonite batterica è, quindi, un esempio di infezione delle vie aeree inferiori sostenuta dall'azione di un batterio.

La Polmonite Batterica è la forma di Polmonite più nota

Oltre alla polmonite batterica, esistono la polmonite virale e la polmonite da funghi.
Di queste tre forme di polmonite, tuttavia, la polmonite batterica è quella più conosciuta e l'unica per la quale esiste, di fatto, un agente causale specifico (si veda il capitolo dedicato alle cause).

Cos'è la polmonite virale?

Polmonite virale è l'espressione medica indicante una polmonite dovuta a un virus.
Di norma, le polmoniti virali sono forme lievi di polmonite, che traggono origine da infezioni virali più banali, come per esempio il comune raffreddore o l'influenza.

È grave?

Quando è dovuta a certi batteri (e, purtroppo, questi batteri sono anche le sue cause più frequenti), la polmonite batterica costituisce una grave condizione medica, che, in assenza di trattamenti adeguati e quando il paziente è particolarmente "fragile", può perfino avere esito fatale.

In generale, la polmonite batterica è considerata la forma di polmonite più grave e da temere maggiormente.

Cause

L'elenco dei batteri in grado di provocare polmonite batterica è ricco e comprende due gruppi distinti di agenti patogeni: il gruppo dei cosiddetti batteri tipici e il gruppo dei cosiddetti batteri atipici.

La polmonite batterica dovuta ai cosiddetti batteri tipici è un esempio di polmonite tipica, mentre la polmonite batterica dovuta ai cosiddetti batteri atipici è un esempio di polmonite atipica.

Batteri Tipici della Polmonite Batterica

Com'è intuibile dal termine "tipici", il gruppo dei batteri tipici della polmonite batterica comprende le più tradizionali e comuni cause di tale infezione delle vie aeree inferiori.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/08/15/polmonite-batterica-cause-orig.jpeg
Streptococcus pneumoniae

Nello specifico, in questo gruppo di batteri associati a polmonite batterica, rientrano:

  • I batteri Gram-positivi Streptococcus pneumoniae (o Pneumococco) e Staphylococcus aureus;

e

  • I batteri Gram-negativi Haemophilus influenzae, Moraxella catarrhalis, Pseudomonas aeruginosa, Klebsiella pneumoniae ed Escherichia coli.

Importanza di Streptococcus pneumoniae

  • Streptococcus pneumoniae è, in assoluto, la più importante e frequente causa di polmonite batterica, tanto che quest'ultima è, spesso e in modo improprio, identificata solamente con il suddetto batterio (come se fosse l'unico possibile agente responsabile).
  • Data la sua stretta correlazione con la polmonite batterica, Streptococcus pneumoniae può considerarsi un agente causale specifico di tale infezione delle vie aeree inferiori.
  • La polmonite batterica da Streptococcus pneumoniae è una condizione molto temuta, che se non curata in modo adeguato, può avere complicanze molto serie (tra cui la morte).

Batteri Atipici della Polmonite Batterica

Il gruppo dei batteri atipici della polmonite batterica include le più insolite cause di tale condizione infettiva.
Nel dettaglio, in questo gruppo di agenti batterici figurano:

  • Mycoplasma pneumoniae;
  • Chlamydophila pneumoniae;
  • Legionella pneumophila;
  • Coxiella burnetii;
  • Chlamydophila psittaci.

I batteri atipici della polmonite batterica sono responsabili di un'infezione leggera, che raramente causa sintomi rilevanti e ancora meno frequentemente dà luogo a complicanze.

Quali sono i bersagli preferiti della Polmonite Batterica?

Chiunque può sviluppare una polmonite batterica; tuttavia, le statistiche e gli studi medici riportano che questa particolare forma di polmonite ha una predilezione per:

In genere, una persona in buona salute, che conduce uno stile di vita sano e nel pieno delle forze è resistente ai batteri della polmonite batterica e ciò spiega per quale, anche quando vi entra in contatto, non sviluppa alcuna infezione.

Contagiosità e Trasmissione

La polmonite batterica è una malattia infettiva contagiosa, in quanto dipende da batteri che sono capaci di trasmettersi da un individuo infetto a uno individuo non-infetto.
Tuttavia, è opportuno precisare che il livello di contagiosità della polmonite batterica è contenuto, perché il fenomeno della trasmissione degli agenti responsabile ha successo solo un persone suscettibili, per così dire "fragili" dal punto di vista immunitario e della salute.

MODALITÀ DI TRASMISSIONE

La trasmissione a un individuo sano dei batteri che causano la polmonite batterica avviene, generalmente, attraverso il contatto con oggetti contaminati o l'inalazione delle goccioline di saliva infette, emesse da un malato, in occasione di starnuti, colpi di tosse o quando parla.

Sintomi e Complicazioni

I sintomi e i segni di una polmonite batterica variano in base all'agente scatenante, allo stato di salute generale del paziente e all'età di quest'ultimo.

I sintomi di una polmonite batterica sono più severi, quando la condizione è dovuta ai cosiddetti batteri tipici, quando lo stato di salute generale del paziente è cagionevole (es: soffre di AIDS ed è immunodepresso) e/o quando la persona affetta è molto giovane o di età avanzata.

Tra le manifestazioni più comuni di una generica polmonite batterica, figurano:

  • Febbre ad almeno 40°C;
  • Tosse con produzione di catarro di colore giallo o verdastro e contenente, talvolta, tracce di sangue;
https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/05/07/malattia-polmonare-tosse-orig.jpeg
  • Brividi;
  • Dispnea da sforzo, ossia difficoltà a respirare in occasione di sforzi più o meno intensi;
  • Respirazione sibilante o con emissione di rantoli.

Tra le manifestazioni presenti in alcuni situazioni, invece, rientrano:

Curiosità: da cosa dipendono le difficoltà respiratorie e la cianosi?

Le difficoltà respiratorie e la cianosi osservate in corso di polmonite batterica sono la conseguenza dell'incapacità da parte degli alveoli infiammati di prelevare l'ossigeno dall'aria inspirata

Quando rivolgersi al medico?

Specie in un individuo a rischio di polmonite batterica, costituisce un valido motivo per contattare un medico o recarsi al più vicino centro ospedaliero la comparsa di sintomi respiratori, quali tosse e dispnea, combinata a disturbi come febbre alta, brividi, dolore al petto, stanchezza, mancanza di forze, confusione, cianosi e calo dell'appetito.

Complicazioni

Nei pazienti che non ricevono i giusti trattamenti e/o che presentano un sistema immunitario fragile, la polmonite batterica (specie quando è dovuta al Pneumococco) può essere causa di svariate complicanze, tra cui:

  • Gravi difficoltà respiratorie. L'entità delle difficoltà respiratorie che possono derivare da una grave polmonite batterica è tale da rendere necessario il ricorso alla ventilazione meccanica;
  • Batteriemia o, peggio ancora, sepsi. In medicina, il termine "batteriemia" indica la presenza di batteri nel sangue; la parola "sepsi", invece, designa un'abnorme risposta infiammatoria, messa in atto dall'organismo dopo il passaggio nel sangue di microrganismi patogeni (come per esempio i batteri);
  • Versamento pleurico. È l'accumulo anomalo di liquido nella cavità pleurica (o cavo pleurico), ossia lo spazio vuoto presente tra la pleura aderente ai polmoni e la pleura aderente alla parete toracica;
  • Ascesso polmonare. È un processo necrotico che porta alla formazione, a livello del parenchima polmonare, di una cavità ripiena di pus.

Diagnosi

Per formulare la diagnosi di polmonite batterica, sono fondamentali: il racconto da parte del malato del quadro sintomatologico, l'anamnesi, l'esame obiettivo, l'RX-torace e l'analisi in laboratorio di sangue ed espettorato allo scopo di stabilire con precisione il batterio responsabile dell'infezione.

Anamnesi

Un'anamnesi utile a individuare una polmonite batterica prevede una disamina attenta dei sintomi, combinata a un'inchiesta su argomenti come: l'età del paziente, la sua storia clinica passata e presente, le sue abitudini e il suo stato di salute generale.

Esame obiettivo

Un esame obiettivo utile all'individuazione di una polmonite batterica prevede: la misurazione della temperatura corporea, la misurazione della frequenza respiratoria e del polso, e l'auscultazione del torace ai fini di valutare la qualità del respiro.
L'esame obiettivo in una persona con polmonite batterica porta allo scoperto: sibili e rumori anomali durante la respirazione, l'eventuale presenza di un battito cardiaco accelerato e la respirazione affannosa.

Radiografia del Torace

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/05/12/polmonite-virale-diagnosi-orig.jpeg

La radiografia del torace costituisce l'esame diagnostico di conferma di quanto soltanto supposto con le indagini precedenti. La radiografia del torace, infatti, permette di riconoscere un'infiammazione degli alveoli e distinguerla da tutte le altre patologie polmonari che, a dispetto della natura diversa, causano sintomi molto simili.

Analisi di Sangue ed Espettorato per la Scoperta della Causa

Le analisi su sangue ed espettorato di un malato di polmonite batterica sono fondamentali, per individuare qual è il batterio responsabile dell'infezione. Sapere con precisione qual è il batterio che sostiene la polmonite in atto è fondamentale per pianificare il trattamento più adeguato.

Altri Esami Diagnostici utili all'approfondimento

Talvolta, in occasione di una polmonite batterica, i medici fanno seguire alle classiche indagini diagnostiche altri esami e test, utili principalmente all'approfondimento della situazione.
Tra questi esami e test, figurano:

  • L'ossimetria e l'emogasanalisi, per conoscere i livelli di ossigeno e anidride carbonica nel sangue;
  • Una risonanza magnetica (RM) o una TAC al torace, per ottenere immagini ancora più dettagliate di quelle fornite dall'RX-torace;
  • La broncoscopia. Trova impiego assai di rado e, solamente, quando permangono dei dubbi sulla condizione in corso.

Terapia

La presenza di polmonite batterica impone l'attuazione di una terapia causale, per "abbattere" la causa scatenante, e una terapia sintomatica e di supporto, per alleviare la sintomatologia e prevenire le eventuali complicanze.

Terapia Causale della Polmonite Batterica: in cosa consiste?

La terapia causale della polmonite batterica si fonda sulla somministrazione di un antibiotico capace di eliminare dall'organismo infetto il batterio responsabile dell'infezione a carico degli alveoli polmonari.
La scelta dell'antibiotico da somministrare varia in relazione al patogeno batterico individuato durante le analisi del sangue e dell'espettorato.
Tra i possibili antibiotici in uso in presenza di polmonite batterica, meritano una citazione: l'amoxicillina, l'eritromicina, la cefuroxima, la flucloxacillina, la doxiciclina, la ciprofloxacina e il cefaclor.

Antibiotico

Ideale contro la polmonite batterica causata da:

Amoxicillina Streptococcus pneumoniae.
Eritromicina Streptococcus pneumoniae (in caso di allergia alla penicillina); Mycoplasma pneumoniae; Chlamydophila psittaci; Legionella pneumophila.
Cefuroxima Streptococcus pneumoniae (casi gravi).
Flucloxacillina Staphylococcus aureus.
Doxiciclina Haemophilus influenzae; Klebsiella pneumoniae; Escherichia coli; Chlamydophila pneumoniae; Coxiella burnetii.
Ciprofloxacina Pseudomonas aeruginosa; Moraxella catarrhalis.
Cefaclor Haemophilus influenzae.

Terapia Sintomatica della Polmonite Batterica

Di norma, la terapia sintomatica utile in presenza di polmonite batterica prevede:

  • Riposo fino alla scomparsa completa della febbre e della tosse;
  • Assunzione di FANS, aspirina o paracetamolo, per mitigare sintomi come la febbre, il dolore al torace ecc. Si ricorda che l'aspirina è controindicata nei bambini;

 

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/08/15/polmonite-batterica-terapia-orig.jpeg
  • Consumo di molta acqua, per sciogliere catarro e muco, e per evitare la disidratazione (la quale è una possibile conseguenza della febbre molto alta).

Cosa fare nei casi gravi o all'insorgenza di Complicanze?

Quando è degenerata in complicanze (es: gravi difficoltà respiratorie) o quando interessa un soggetto "fragile" dal punto di immunitario (es: un anziano), la polmonite batterica impone il ricovero ospedaliero e una serie di cure – tra cui la ventilazione meccanica – che solo in una struttura specializzata possono avere luogo.

Lo sapevi che…

Tra i cosiddetti batteri atipici della polmonite batterica, il più pericoloso è Legionella pneumophila.

Prognosi

La prognosi in caso di polmonite batterica dipende da numerosi fattori, che sono:

  • Il tipo di batterio responsabile dell'infezione. La polmonite batterica dovuta al Pneumococco è più ostica da curare della polmonite batterica dovuta a un cosiddetto batterio atipico; inoltre, è facile che vada incontro a complicanze.
  • La tempestività della diagnosi e del successivo trattamento. Qualsiasi polmonite batterica non sottoposta a cure tempestiva ha maggiori probabilità di sfociare in complicanze.
  • Lo stato di salute generale del paziente e la sua età. Se lo stato di salute generale è compromesso e/o l'età è avanzata, la cura della polmonite batterica è decisamente più complessa e i suoi risultati sono più incerti.

Quali sono i Tempi di Guarigione?

Per guarire completamente da una polmonite batterica, possono occorrere anche alcuni mesi.
Sulla durata della risoluzione di una polmonite batterica incidono gli stessi fattori che influiscono sulla diagnosi (quindi, tipo di batterio infettante, tempestività di diagnosi e trattamento, stato di salute generale del paziente ed età di quest'ultimo).

Prevenzione

Chi è a rischio di polmonite batterica (es: anziani, soggetti immunodepressi ecc.) ha la possibilità di contare su alcune misure preventive, che in breve sono:

  • La vaccinazione contro lo Streptococcus pneumoniae;
  • La vaccinazione contro l'influenza;
  • Lavare le mani regolarmente;
  • Evitare di fumare;
  • Mangiare sano;
  • Stare alla larga da persone affette da polmonite batterica o infezioni associate alla polmonite batterica.

Ultima modifica dell'articolo: 15/08/2018

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ