Perché l'odore del corpo cambia con l'età

Perché l'odore del corpo cambia con l'età
Ultima modifica 13.06.2023
INDICE
  1. Introduzione
  2. Odore degli anziani: cos'è?
  3. Odore del corpo cambia con l'età: cause
  4. Rimedi e Consigli

Introduzione

Il corpo cambia man mano che si invecchia. I cambiamenti legati all'età non hanno solo a che fare con aspetto e sensazioni. Possono anche influenzare gli odori emanati, naturalmente. Gli studi in materia hanno indicato che l'odore naturale cambia quando invecchiamo. I cambiamenti sono spesso sottili e non necessariamente abbastanza netti da diventare evidenti a meno che non si abbia un acuto senso dell'olfatto.

 

Odore degli anziani: cos'è?

Alcune persone potrebbero riferirsi a questo come "l'odore degli anziani", ma in realtà si chiama odore 2nonenale ed è solo un'altra parte del processo di invecchiamento. Con sane abitudini igieniche e di stile di vita, tuttavia, l'odore 2nonenale è solitamente poco invadente. 

A determinare questi cambiamenti sono molti fattori combinati tra cui l'alimentazione, l'attività batterica e le sostanze prodotte dalle ghiandole sebacee e sudoripare. Ad analizzare il fenomeno in modo dettagliato sono stati i ricercatori del Monell Chemical Senses Center di Philadelphia.

Lievi variazioni nell'odore corporeo sono una parte normale dell'invecchiamento. Ma a volte un nuovo odore può essere un segno di un possibile problema di salute, come problemi al fegato o ai reni, o problemi metabolici, come un disturbo della tiroide o il diabete. Per tali ragioni è bene verificare con il proprio medico se un odore è preoccupante o sembra essere di natura pungente. Lo stesso vale per i cambiamenti di odore dell'urina o del respiro.

Odore del corpo cambia con l'età: cause

Esistono alcune ricerche che hanno investigato sulle cause delle specificità olfattive dell'odore che promana in età senile. Secondo questi studi la causa arriva dal 2-nonenale, un'aldeide insaturo che è associato con le alterazioni dell'odore corporeo umano che si verificano durante l'invecchiamento.

L' odore corporeo cambia con l'età perché, in primis, la pelle odora per via delle interazioni tra le secrezioni delle ghiandole cutanee (come il sudore) e i batteri. Con l'avanzare dell'età, sia le secrezioni che i batteri della nostra pelle tendono a cambiare, determinando una leggera differenza nell'odore corporeo.

L'odore, che alcune persone descrivono come leggermente di muffa, è stato identificato dagli scienziati esclusivamente negli adulti sopra i 40 anni, e può verificarsi quando gli acidi grassi insaturi degradati e i lipidi ossidati si formano sulla pelle. Questo leggero cambiamento nell'odore corporeo è una parte normale e naturale del processo di invecchiamento. Ma anche altri fattori possono influire. I cambiamenti ormonali che si verificano durante la menopausa, ad esempio, possono innescare vampate di calore che provocano un aumento della sudorazione, che può rendere più evidente l'odore del corpo.

Le condizioni mediche che diventano più comuni con l'età - come diabete, gotta, malattie del fegato o malattie renali - possono anche portare a cambiamenti nel modo in cui una persona odora.

Bagno o doccia: come e quante volte lavarsi?

In linea generale è fondamentale detergersi, facendo la doccia o il bagno regolarmente, ma senza esagerare. Gli odori corporei indesiderati possono verificarsi quando il sudore, che inizialmente è inodore, si mescola con i batteri sulla superficie della pelle. Lavarsi regolarmente con il sapone può impedire l'accumulo di batteri della pelle, quindi rendere meno pungente l'odore quando si suda.

Un sapone antibatterico, inoltre, può contribuire ad eliminare maggiormente gli odori più pungenti. Non è necessario fare il bagno o la doccia tutti i giorni, gli anziani sono inclini a seccare la pelle, e fare il bagno con saponi aggressivi e/o acqua calda può peggiorare la situazione. In caso di soggetti molto anziani si consiglia generalmente di fare il bagno un paio di volte alla settimana, con temperatura calda (ma non troppo), con docce brevi, applicando successivamente lozioni o creme per la pelle per trattenere l'umidità, e idratare le zone particolarmente secche.

Rimedi e Consigli

E' dunque possibile gestire l'odore corporeo correlato all'età? Un leggero aumento dell'odore con l'avanzare degli anni non è sempre evidente o problematico. Anche l'odore non renale non è qualcosa che diventa più evidente quando si suda. Tuttavia la scarsa igiene e alcune abitudini di vita possono rendere l'odore del corpo di una persona più forte o sgradevole.

Tra le semplici azioni del quotidiano per favorire la scomparsa degli odori più fastidiosi, è bene utilizzare deodoranti antitraspiranti che agiscono bloccando temporaneamente le ghiandole sudoripare del corpo per fermare la sudorazione, quindi il sudore non si mescola con i batteri e produce un odore.  Anche l'alimentazione può incidere sulla comparsa e l'entità degli odori con l'invecchiamento. 
Alimenti come cipolla, aglio, cavolo, broccoli, cavolfiore, carne rossa, alcol e spezie possono potenzialmente peggiorare l'odore del sudore.D'altra parte, una dieta ricca di frutta e verdura e povera di grassi saturi può aiutare a mantenere la salute della pelle, promuovendo livelli di batteri più sani che possono aiutare a tenere sotto controllo l'odore.