Perché ci si sveglia con un dolore al ginocchio

Perché ci si sveglia con un dolore al ginocchio
Ultima modifica 02.11.2022
INDICE
  1. Ginocchio del corridore
  2. Sindrome della fascia ileotibiale
  3. Artrosi
  4. Strappo al menisco
  5. Rottura del legamento crociato anteriore

Svegliarsi con un inaspettato dolore al ginocchio può rallentare lo svolgimento delle normali attività giornaliere. Se si escludono motivi tangibili come aver sbattuto contro un mobile o essersi feriti in qualche modo, è necessario indagare sulle cause di questa condizione, così da determinare azioni specifiche o eventuali trattamenti.

In caso il dolore al ginocchio appena svegli si irradi anche nel piede potrebbe essere correlato a un problema nervoso che necessita di una valutazione neurologica completa ma esistono altre cause che possono determinarlo.

Queste le più comuni:

Ginocchio del corridore

Se il dolore appena svegli si manifesta nella parte anteriore del ginocchio e intorno alla rotula può essere un segno di ginocchio del corridore, noto anche come sindrome del dolore femoro-rotuleo, che si verifica quando la rotula si disallinea e non si trova più nel solco trocleare posta all'estremità dell'osso del femore.

Questa lesione può derivare da un uso eccessivo del ginocchio o da un condizionamento insufficiente dei muscoli dell'anca e del quadricipite interno. Sebbene sia abbastanza comune nelle persone che praticano la corsa, può verificarsi anche in chi si dedica ad altri sport e attività.

Usare una crema antidolorifica è molto utile per alleviare il dolore e ridurre il gonfiore, così come stare a riposo con la gamba alzata applicando su di essa ghiaccio a intervalli di 20 minuti, avvolto in una una benda.

Inoltre, a lungo termine la terapia fisica può correggere debolezza dell'anca o squilibrio del quadricipite, aiutando a recuperare e prevenire lesioni future.

Sindrome della fascia ileotibiale

La sindrome della fascia ileotibiale è simile al ginocchio del corridore e sebbene il dolore dovuto a questo motivo insorga più comunemente durante l'attività fisica, può anche manifestarsi al risveglio.

La fascia ileotibiale è una fascia di tessuto spessa e fibrosa che inizia nella parte anteriore dell'anca, corre lungo il lato della coscia e si ancora all'esterno della tibia sotto il ginocchio. Se i muscoli dell'anca sono deboli lavora eccessivamente per cercare di stabilizzare la gamba e mentre lo fa può creare attrito sulla parte anteriore del ginocchio, che si manifesta come un dolore acuto e lancinante.

Il dolore al ginocchio da sindrome da fascia ileotibilae viene trattato con ghiaccio nella sede del dolore, esercizi di allungamento e terapia fisica mirata per correggere la debolezza dell'anca. Usare un rullo da fitness sulla parte esterna della coscia prima di andare a letto può aiutare a rilassare la zona e prevenire il dolore quando ci si sveglia.

Artrosi

Con il passare degli anni possono verificarsi segni di degenerazione della cartilagine del ginocchio a causa di vecchie lesioni o predisposizioni genetiche. Questa condizione si chiama osteoartrite e può portare a svegliarsi con le articolazioni scricchiolanti e doloranti. Se il disagio si attenua mentre si svolge la normale routine mattutina, non c'è motivo di ulteriori indagini ma se il dolore al ginocchio è più intenso intorno alla rotula, lungo la linea articolare al centro del ginocchio e su entrambi i lati, potrebbe essere causato dall'artrosi, diagnosticabile con una radiografia.

Sebbene non esista una cura per i cambiamenti degenerativi del ginocchio, ci sono diversi trattamenti che possono aiutare a ridurre al minimo i sintomi tra i quali l'assunzione di farmaci antinfiammatori, iniezioni di steroidi, di acido ialuronico o di plasma ricco di piastrine e chirurgia sostitutiva del ginocchio.

Anche mantenersi in movimento facendo regolari passeggiate può aiutare ad alleviare il dolore al ginocchio mattutino, così come compiere questa routine:

  • allungare le gambe a letto;
  • piegare il ginocchio e l'anca prima di alzarsi;
  • fare una doccia calda per rilassare i muscoli;
  • dedicare alcuni minuti ad attività dolci durante il giorno.

Importante, infine, prestare attenzione anche a ciò che si mangia perché alcuni alimenti possono peggiorare l'infiammazione.

Strappo al menisco

Se ci si sveglia con un ginocchio gonfio che provoca forte dolore al tatto o torcendolo, potrebbe trattarsi di uno strappo al menisco, la cartilagine che funge da ammortizzatore e cuscino tra le ossa del ginocchio. Essendo particolarmente sensibile, una lesione può capitare a chiunque, indipendentemente dal livello di forma fisica, dalle capacità o dall'età o dagli sport che si praticano. A volte, infatti, basta un contatto, una caduta o una torsione particolare mentre ci si alza da una sedia. Spesso ci si accorge all'istante quando si verifica uno strappo ma può anche capitare di rendersene conto due o tre giorni dopo, quando il ginocchio inizia a gonfiarsi o a causare dolore al risveglio al mattino.

In caso di sospetta lesione meniscale, applicare del ghiaccio sulla zona e toccarla il meno possibile. Se la mobilità è limitata o il dolore e il gonfiore aumentano, consultare un ortopedico.

Rottura del legamento crociato anteriore

Se il ginocchio si blocca o si piega e si ha difficoltà a sostenere il proprio peso quando ci si alza da letto, potrebbe trattarsi di una rottura significativa del legamento crociato anteriore. Questa condizione non può guarire da sola ma richiede cure mediche immediate.