Orecchio Medio: Anatomia, Funzione e Patologie

Orecchio Medio: Anatomia, Funzione e Patologie
Ultima modifica 28.11.2019
INDICE
  1. Generalità
  2. Cos'è l'Orecchio Medio?
  3. Anatomia
  4. Funzione
  5. Patologie

Generalità

L'orecchio medio è il compartimento intermedio dell'orecchio.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/09/02/orecchio-medio-2-orig.jpeg Shutterstock

Preceduto dall'orecchio esterno e seguito dall'orecchio interno, l'orecchio medio si occupa di amplificare le onde acustiche prima che queste raggiungono la coclea, ossia l'organo deputato alla conversione dell'informazione acustica in impulso nervoso.
L'orecchio medio si compone di: timpano, cavità timpanica, i cosiddetti tre ossicini, tuba uditiva, finestra ovale e finestra rotonda; comprende, inoltre, muscoli, nervi e vasi sanguigni.
L'orecchio medio può essere oggetto di varie patologie e condizioni, tra cui la perforazione del timpano, il colesteatoma e l'otite media.

Cos’è l’Orecchio: un breve ripasso

L'orecchio è l'organo che permette la percezione dei suoni (organo dell'udito) e da cui dipende l'equilibro statico e dinamico del corpo.
Nell'essere umano così come in tutti gli altri mammiferi, l'orecchio è suddivisibile in tre compartimenti: l'orecchio esterno, l'orecchio medio e l'orecchio interno.
L'orecchio è una struttura anatomica molto complessa, che comprende porzioni di natura cartilaginea (es: padiglione auricolare), ossa (es: martello, incudine e staffa), muscoli (es: muscolo stapedio e muscolo tensore del timpano), nervi (es: nervo vestibolococleare), vasi sanguigni (es: arteria auricolare posteriore e anteriore ecc.), ghiandole sebacee e ghiandole ceruminose.

Per approfondire: Orecchio: Com'è Fatto e Come Funziona nei dettagli

Cos'è l'Orecchio Medio?

L'orecchio medio è la porzione intermedia dell'orecchio, delimitata dall'orecchio esterno, lateralmente, e dall'orecchio interno, medialmente.
L'orecchio medio è determinante per la percezione del suono: esso, infatti, comprende delle strutture fondamentali per il corretto trasferimento delle onde sonore all'orecchio interno, ossia il centro di elaborazione e conversione di tali onde sonore in impulsi nervosi.

Orecchio esterno e orecchio interno

Come suggerisce il nome, l'orecchio esterno è la porzione più esterna dell'orecchio; esso si compone di padiglione auricolare, condotto uditivo esterno e superficie laterale del timpano.

L'orecchio interno, invece, è la porzione più profonda dell'orecchio; esso comprende l'apparato vestibolare, che è l'organo deputato al controllo dell'equilibrio, e la coclea, che è l'organo preposto a convertire in impulsi nervosi le onde sonore.

Per approfondire: Orecchio Esterno: Anatomia, Funzione e Patologie Per approfondire: Orecchio Interno: Com'è Fatto e Come Funziona

Anatomia

Anatomia dell’Orecchio Medio

L'orecchio medio si compone di: timpano, cavità timpanica, i cosiddetti tre ossicini, tuba uditiva, finestra ovale e finestra rotonda; comprende, inoltre, muscoli, nervi e vasi sanguigni.

Timpano

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/09/02/orecchio-medio-anatomia-orig.jpeg Shutterstock

Situato al termine del condotto uditivo esterno e subito prima della cavità timpanica, il timpano (o membrana timpanica) è una sottile membrana di forma ovale e trasparente, che ha il compito di trasmettere le onde sonore, penetrate attraverso l'orecchio esterno, ai tre ossicini. 

Mantenuto in posizione dal cosiddetto anello timpanico (struttura di natura cartilaginea) e dai legamenti timpano-malleolari, il timpano è suddivisibile in due regioni, che prendono il nome di pars tensa e pars flaccida.

Molto spesso, gli anatomisti descrivono il timpano come la struttura che segna la fine dell'orecchio esterno e l'inizio dell'orecchio medio.

Pars Tensa

La pars tensa è la regione del timpano più importante sia per estensione, che per funzione.
Situata nella parte medio-inferiore, essa deriva dalla sovrapposizione di tre strati di tessuto diverso: lo strato tissutale più esterno è di natura cutanea, lo strato tissutale intermedio è di natura fibrosa (contiene fibre collagene) e, infine, lo strato tissutale più interno è di natura mucosa.

Robusta e resistente, la pars tensa presenta, quasi in posizione centrale, una struttura particolare, chiamata umbo od ombelico; l'umbo rappresenta l'elemento strutturale della membrana timpanica, che permette la comunicazione tra quest'ultimo e il manubrio del martello (uno dei tre ossicini), durante il processo di percezione dei suoni.

A livello del suo bordo esterno, la pars tensa è collegata all'anello timpanico, la struttura cartilaginea deputata a mantenere fisso in sede il timpano.

Pars Flaccida

La pars flaccida è un'area di modesta estensione e di forma triangolare, situata nella parte superiore del timpano.

Diversamente dalla pars tensa, manca dello strato di tessuto fibroso, pertanto è frutto della sovrapposizione di solo due strati tissutali diversi: lo strato di tessuto cutaneo e lo strato di tessuto mucoso.

La pars flaccida è in collegamento con i legamenti timpano-malleolari, incaricati di fissare il timpano.

Per approfondire: Timpano: Cos'è nei dettagli

Cavità Timpanica

Nota anche come cavo del timpano o cassa timpanica, la cavità timpanica è una zona cava che risiede sull'osso temporale del cranio, in un'area denominata parte petrosa (o rocca petrosa); in parole più semplici, la cavità timpanica è un incavo presente sull'osso temporale del cranio.

La cavità timpanica ospita e protegge la catena dei tre ossicini.

Tre Ossicini

I tre ossicini dell'orecchio medio sono ossa di piccole dimensioni, a cui gli anatomisti hanno assegnato il nome di martello, incudine e staffa, in virtù di una morfologia che ricorda questi oggetti.

I tre ossicini comunicano tra loro e costituiscono una sorte di ponte tra il timpano e la finestra ovale: il martello è l'ossicino più laterale nonché quello collegato al timpano attraverso una sua porzione denominata manubrio; l'incudine è l'ossicino intermedio, situato tra martello e staffa; infine, la staffa è l'ossicino più mediale e quello che si occupa del collegamento con la finestra ovale.  

Come si vedrà più avanti, martello, incudine e staffa hanno l'importante funzione di accogliere le onde sonore provenienti dal timpano, amplificarle e trasmetterle all'orecchio interno, laddove avverrà la loro conversione in un linguaggio interpretabile dal cervello umano.

Catena degli Ossicini: Cos'è?

L'insieme dei tre ossicini dell'orecchio medio è conosciuto anche come catena degli ossicini; il termine "catena" vuole richiamare all'attivazione in sequenza degli elementi ossei in questione, nel momento in cui le onde sonore giungono al timpano: la vibrazione della membrana timpanica dovuta allo stimolo sonoro mette in movimento l'adiacente martello; il movimento del martello attiva la vicina incudine; l'attivazione dell'incudine innesca la staffa.

Tuba Uditiva o Tromba di Eustachio

Meglio nota come tromba di Eustachio, la tuba uditiva è il condotto che mette in comunicazione la cavità timpanica con la faringe e le cavità ripiene d'aria della porzione di osso temporale denominata mastoide (N.B: le cavità in questione sono anche dette cellule mastoidee). 

La tromba di Eustachio ricopre diverse funzione, tra cui: garantire la giusta pressione a livello del timpano e impedire ai normali rumori corporei (quelli per esempio derivanti dalla respirazione o dalle deglutizioni) di andare a sbattere direttamente sul timpano.

Finestra Ovale e Finestra Rotonda

Adiacenti alla staffa, la finestra ovale e la sottostante finestra rotonda sono due membrane molto simili al timpano.

Il loro compito è trasmettere le onde sonore dalla staffa alle strutture dell'orecchio interno, ossia l'apparato vestibolare e la coclea.
La modalità con cui la finestra ovale e la finestra rotonda trasmettono l'informazione acustica all'orecchio interno è tramite vibrazione, esattamente come la membrana timpanica.

Per gli anatomisti, la finestra ovale e la finestra rotonda definiscono il confine tra orecchio medio e orecchio interno.

Muscoli dell’Orecchio Medio

L'orecchio medio ospita due muscoli; questi muscoli hanno il compito

Nell'orecchio medio trovano posto due muscoli: il muscolo stapedio e il muscolo tensore del timpano; il muscolo stapedio è collegato alla staffa, mentre il muscolo tensore del timpano è unito al martello.
Entrambi muscoli in questione hanno il compito di favorire il movimento dell'ossicino a cui si connettono.

Innervazione dell’Orecchio Medio

I nervi che hanno rapporti con o che attraversano l'orecchio medio sono:

  • La cosiddetta corda del timpano. È una branca del VII nervo cranico (o nervo facciale); è un nervo sensitivo e, tra le varie funzioni che svolge, ha anche il compito di innervare la mucosa della cavità timpanica.
  • Il nervo auricolotemporale, la branca auricolare del nervo vago e il nervo timpanico (o nervo di Jacobson o branca timpanica del nervo glossofaringeo). Sono i nervi sensitivi della membrana timpanica.
  • nervi caroticotimpanici superiore e inferiore. Passanti per la cavità timpanica, contribuiscono al cosiddetto plesso timpanico, un complesso reticolare di diversi nervi sensitivi che hanno il compito di innervare l'orecchio medio.
  • Il nervo piccolo petroso. È la continuazione del nervo timpanico e ha funzioni sensitive. Fa parte del plesso timpanico.
  • Il nervo grande petroso. È una branca del settimo nervo cranico e ha funzioni sensitive. Contribuisce al plesso timpanico.
  • La branca motoria del nervo facciale deputata al controllo del muscolo stapedio.
  • Il nervo pterigoideo interno. È una branca motoria del nervo mandibolare, il quale a sua volta fa parte del cosiddetto nervo trigemino; il compito del nervo pterigoideo interno è innervare il muscolo tensore del timpano.

Vascolarizzazione dell’Orecchio Medio

L'irrorazione sanguigna dell'orecchio medio dipende, principalmente, dalla branca stilo-mastoidea dell'arteria auricolare posteriore e dall'arteria auricolare profonda, e, in secondo luogo, dall'arteria meningea media, l'arteria faringea ascendente, l'arteria carotidea interna e l'arteria del canale pterigoideo.

Funzione

Quali sono le Funzioni dell’Orecchio Medio?

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/09/02/orecchio-interno-funzione-orig.jpeg Shutterstock

L'orecchio medio si occupa di amplificare le onde acustiche penetrate nell'orecchio esterno e trasmetterle all'orecchio interno, per la loro conversione in impulsi nervosi e il loro invio al cervello umano.

Gli attori di questo processo messo in atto dall'orecchio medio sono nell'ordine:

  • Il timpano, che, una volta raggiunto dalle onde sonore provenienti dal condotto uditivo esterno, comincia a vibrare;
  • Il martello, che si attiva grazie alla vibrazione del timpano;
  • L'incudine, che risponde al movimento del martello;
  • La staffa, che si mette in moto successivamente all'attivazione dell'incudine;
  • La finestra ovale, che inizia a vibrare quando la staffa le trasferisce l'energia delle onde acustiche che l'hanno innescata;
  • La finestra rotonda, la cui vibrazione è una conseguenza della vibrazione della finestra ovale.

Con la vibrazione della finestra rotonda, l'orecchio medio ha portato a termine il suo incarico e lascia spazio all'intervento dell'orecchio interno.

Cosa accade dopo la vibrazione della finestra rotonda?

Quando le vibrazioni della finestra rotonda giungono alla coclea, un fluido molto particolare contenuto in quest'ultima – la cosiddetta endolinfa – si mette in movimento e stimola l'organo del Corti; l'organo del Corti è un insieme di cellule ciliate altamente specializzate, disperse nell'endolinfa cocleare, la cui attivazione innesca il processo di conversione dell'informazione acustica in impulsi nervosi.

Qual è il potere di Amplificazione Acustica dell’Orecchio Medio?

Studi scientifici hanno dimostrato che il percorso dal timpano alla finestra ovale amplifica l'intensità delle onde acustiche di oltre 10 volte.

Patologie

Quali sono le Patologie dell’Orecchio Medio?

L'orecchio medio può essere oggetto di varie patologie e condizioni; tra queste, meritano una segnalazione particolare: la perforazione del timpano, il colesteatoma e l'otite media (od otite all'orecchio medio).

Perforazione del Timpano

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/09/02/orecchio-medio-patologie-orig.jpeg Shutterstock

Cos'è la Perforazione del Timpano?

Con l'espressione "perforazione del timpano", i medici intendono la lacerazione (o rottura) della membrana timpanica.

Cause di Perforazione del Timpano

La perforazione del timpano può essere dovuta a:

  • Un'infezione a carico dell'orecchio medio. È la causa più comune;
  • Un trauma diretto all'orecchio (es: schiaffo violento) o al timpano stesso (es: uso improprio di oggetti per la pulizia del condotto uditivo esterno);
  • Un rumore molto forte (es: l'esplosione di un ordigno);
  • Un repentino e violento cambiamento della pressione dell'aria(barotrauma). È raro, ma può capitare, quando l'orecchio medio non è in grado di adattarsi velocemente ai cambiamenti di pressione esterna.

Sintomi della Perforazione del Timpano

La perforazione del timpano causa una riduzione delle capacità uditive (ipoacusia) e, talvolta, dolore all'orecchio.

Da una grave perforazione del timpano può scaturire una pericolosa infezione a carico delle strutture più profonde dell'orecchio: la lacerazione sulla membrana timpanica, infatti, rappresenta una via di accesso all'orecchio interno per i germi e batteri.

Cura della Perforazione del Timpano

Se la perforazione è lieve, il timpano guarisce spontaneamente nel giro di qualche mese; se la perforazione è grave, invece, è necessario intervenire chirurgicamente, per riparare la membrana timpanica.

Per approfondire: Perforazione del Timpano: Cos'è nei dettagli

Colesteatoma

Cos'è il Colesteatoma?

Il colesteatoma è una patologia dell'orecchio medio, caratterizzata dall'insolita raccolta di cellule epiteliali in prossimità del timpano e dei tre ossicini.

Cause del Colesteatoma

A causare il colesteatoma possono essere infezioni a carico dell'orecchio (colesteatoma acquisito) oppure un'anomalia dell'orecchio presente fin dalla nascita (colesteatoma congenito).
Il colesteatoma acquisito è di gran lunga più diffuso del colesteatoma congenito.

Sintomi del Colesteatoma

Il colesteatoma causa ipoacusia, ipoacusia che è moderata, nelle fasi iniziali della malattia, e molto intensa e limitante per il paziente, nelle fasi più avanzate della condizione.

Se non curato per tempo, il colesteatoma può danneggiare le strutture circostanti il timpano e i tre ossicini, peggiorando ulteriormente il quadro sintomatologico e rendendo ancora più difficile un recupero.

Cura del Colesteatoma

Di norma, la terapia del colesteatoma è di tipo chirurgico e consiste nella rimozione delle cellule epiteliali anomale, sia dal timpano che dai tre ossicini.
Qualora la malattia fosse a uno stadio molto avanzato, l'intervento chirurgico potrebbe comprendere anche la sostituzione del timpano e dei tre ossicini con delle protesi create ad hoc.

Per approfondire: Colesteatoma: Cos'è nei dettagli

Otite all’Orecchio Medio

Cos'è l'Otite Media (od Otite all'Orecchio Medio)?

"Otite media" è l'espressione che indica l'infiammazione acuta o cronica a carico dell'orecchio medio.

Cause di Otite Media

In genere, l'otite media insorge in seguito a un raffreddore, una faringite o all'influenza; tuttavia, può essere dovuta anche a una reazione allergica, alla perforazione del timpano, al fuoco di Sant'Antonio o alla scarlattina.  

Sintomi dell'Otite Media

L'otite media è tipicamente responsabile di dolore alle orecchie (otalgia).
Nel caso in cui abbia un'origine infettiva, si associa a sintomi quali: mal di gola, febbre, congestione nasale e tosse.

Cura dell'Otite Media

La terapia dell'otite all'orecchio medio varia in funzione della causa scatenante.

Per approfondire: Otite Media: Cos'è nei dettagli

Autore

Antonio Griguolo
Laureato in Scienze Biomolecolari e Cellulari, ha conseguito un Master specialistico in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza