Occhi rossi: i Rimedi Naturali che migliorano l’irritazione

Occhi rossi: i Rimedi Naturali che migliorano l’irritazione
Ultima modifica 02.11.2022
INDICE
  1. Introduzione
  2. Le cause più comuni di occhi rossi
  3. Rimedi per occhi rossi
  4. Le lacrime artificiali
  5. Gli impacchi locali
  6. I lavaggi
  7. I bendaggi freddi
  8. Le erbe
  9. La dieta corretta
  10. Attenzione al Pc e alla Tv
  11. I consigli utili

Introduzione

Vento, sole, make up, infezioni virali e batteriche, uso prolungato e scorretto delle lenti a contatto: sono tanti i fattori e le malattie che possono irritare e arrossare gli occhi. Si tratta di una problematica fastidiosa che può avere diverse ripercussioni, ma esistono alcune soluzioni naturali che aiutano a migliorarla.

Le cause più comuni di occhi rossi

  • Congiuntivite: si tratta dell'arrossamento e del gonfiore della congiuntiva, la membrana semitrasparente che riveste la superficie interna delle palpebre e la parete anteriore dell'occhio, che può causare bruciore, prurito, lacrimazione e dolore. Può essere dovuta a cause infettive come virus o batteri, o indotto da allergeni o corpi estranei come polvere.
  • Altre malattie dell'occhio, come blefarite
  • Esposizione ad agenti irritanti, come vento, sole, granelli di sabbia, make up.
  • Allergie.

Rimedi per occhi rossi

  • Le lacrime artificiali
  • Gli impacchi locali
  • I lavaggi
  • I bendaggi freddi
  • Le erbe
  • La dieta corretta
  • Attenzione al Pc
  • Niente Tv al buio

 

Gli occhi rossi e irritati sono un disturbo fastidioso che crea disagio e può impedire di svolgere le normali attività. Per migliorare la situazione si può ricorrere a diverse soluzioni naturali. Eccone alcune molto indicate.

Le lacrime artificiali

Le lacrime artificiali e i colliri lubrificanti sono ottimi sintomatici in caso di occhi rossi, indipendentemente dalla causa: infatti, aiutano ad alleviare prurito, arrossamento e fastidio. In caso di congiuntivite allergica, possono essere usati per diluire gli allergeni sulla superficie dell'occhio e per creare una barriera agli stessi allergeni. In caso di occhio rosso, spesso il film lacrimale (gli strati che ricoprono la cornea che compongono le lacrime) è significativamente interrotto, causando secchezza oculare e pruriginosa. Le lacrime artificiali offrono sollievo da questa secchezza.

Gli impacchi locali

Se gli occhi rossi sono associati a palpebre gonfie, si possono fare degli impacchi locali con una soluzione preparata con 30 grammi di radici d'altea e un litro d'acqua (far bollire qualche minuto, filtrare, raffreddare e applicare con una garza). Ripetere anche due-tre volte al giorno fino a necessità.

I lavaggi

Quando l'occhio è irritato, è importante procedere con un'accurata pulizia utilizzando delle garze imbevute monouso. Possono essere molto utili anche gli impacchi a base di Camomilla, Fiordaliso o Euphrasia, che hanno azione lenitiva e decongestionante. Basta mettere 10 g di erba in infusione in una tazza di acqua bollente per qualche minuto, poi raffreddare. Quindi, filtrare, immergere una garza e applicare sugli occhi anche più volte al giorno.

I bendaggi freddi

Per lenire gli occhi rossi e irritati sono ottimi i bendaggi con un panno freddo o una maschera per gli occhi: si tratta di un rimedio che allevia il dolore, il gonfiore e il prurito. Per prima cosa, sterilizzare dell'acqua facendola bollire e lasciandola raffreddare. Quindi, immergere nell'acqua sterilizzata un panno pulito, strizzarlo e riporlo in frigorifero. Una volta freddo, metterlo sopra gli occhi chiusi per 10 minuti. In alternativa, è possibile refrigerare una maschera per gli occhi in gel da banco.

Le erbe

Per migliorare il gonfiore e il rossore locale si può utilizzare il macerato glicerico di Ribes nigrum, l'antinfiammatorio gemmoterapico per eccellenza. Prendere 50 gocce in poca acqua due volte al dì per almeno due-tre settimane. Si può usare anche l'Artiglio del diavolo, che ha azione antidolorifica e antiedemigena. Prendere 40 gocce di tintura madre tre volte al dì per circa due settimane. Ottima anche la Camomilla, che lenisce i dolori, sgonfia e calma eventuali bruciori: prendere una-due compresse, due-tre volte al giorno fino al bisogno.  

La dieta corretta

È utile mangiare cibi ricchi di vitamine A (uova, carote, pomodori e fegato), C (agrumi, peperoni, kiwi) ed E (presente in diversi oli, nel germe di grano, nel burro e nella frutta secca), che contribuiscono a un'adeguata idratazione dell'occhio.

Attenzione al Pc e alla Tv

Fare alcune pause durante l'utilizzo del Pc. La legge prevede una pausa di 10 minuti ogni due ore: basta semplicemente distogliere lo sguardo dal monitor e guardare altrove, per esempio occupando quel lasso di tempo per fare telefonate, discutere coi colleghi, andare in bagno.

Indipendentemente dal modello di televisore scelto, è importante non guardare la Tv al buio, altrimenti l'occhio si affatica molto per seguire ciò che appare sullo schermo. La cosa migliore sarebbe posizionare una lampada dietro al divano, di fronte alla Tv, ma in maniera che non si rifletta nello schermo.

I consigli utili

  • Non sfregarsi mai con le dita, perché le mani potrebbero essere sporche e portare quindi germi o batteri all'interno dell'occhio. Inoltre, nel caso in cui all'interno dell'occhio siano penetrati agenti abrasivi, come la sabbia, sfregandosi, si potrebbe graffiare la cornea, la lente esterna dell'occhio.
  • Quando si sta all'aria aperta indossare il più possibile gli occhiali da sole e magari un cappellino con visiera.
  • Curare con attenzione l'igiene del bordo palpebrale, utilizzando prodotti specifici per togliere i residui di trucco.
  • Umidificare in modo adeguato gli ambienti per evitare che gli occhi si secchino troppo.
  • Non fumare: il fumo è nocivo per la salute oculare.
  • Fare attenzione agli impianti di condizionamento, che deumidificano troppo l'aria e creano un'eccessiva ventilazione. Se serve, ricorrere agli umidificatori per l'ambiente.

 

In inverno sono comuni gli occhi secchi

Qui cause e rimedi del bruciore agli occhi