Speciale: Dormire bene

Materassi in memory foam: pro e contro e quando sceglierli

Materassi in memory foam: pro e contro e quando sceglierli
Ultima modifica 04.04.2024
INDICE
  1. Materassi in memory foam: pro e contro
  2. Quale materasso scegliere a molle o memory?
  3. I vantaggi del materasso in memory foam
  4. Gli svantaggi del materasso in memory foam
  5. Perché scegliere un materasso in memory foam?

Materassi in memory foam: pro e contro

Creato dall'agenzia spaziale NASA molto tempo fa, il memory foam è un materiale che serviva a migliorare il comfort dei sedili degli Space Shuttle: reagisce al calore corporeo e si adatta alla forma del corpo, offre, quindi, un sostegno personalizzato, distribuendo uniformemente il peso. Grazie a questa caratteristica, il memory foam è entrato nei nostri materassi diventando con il tempo uno dei materiali più richiesti da chi deve acquistare un nuovo materasso. Ma va bene per tutti? Quali sono i pro e i contro dei materassi in memory foam?

Per approfondire: Come scegliere il materasso giusto per te

Quale materasso scegliere a molle o memory?

Non esiste una risposta valida per tutti.

  • I materassi in memory foam sono progettati per adattarsi alla forma del corpo per fornire il massimo supporto ma anche comfort e  sollievo dalla pressione.
  • I materassi a molle, invece, sono realizzati con molle di acciaio (spesso insacchettate e quindi separate le une dalle altre) che aiutano a distribuire il peso.

I vantaggi del materasso in memory foam

Ecco una serie di vantaggi di questi materassi:

  • Sono morbidi e avvolgenti, quindi se cerchiamo la comodità, il memory foam può essere una buona scelta. Inoltre riduce la pressione sulla colonna vertebrale,
  • Si modellano sul corpo: il memory foam è famoso per la sua capacità di modellarsi in base al corpo, abbracciandolo, e poi di riacquistare la sua forma quando ci muoviamo nel letto o cambiamo posizione,
  • Rispondono al calore e alla pressione per ridurre i problemi dei punti di pressione: la colonna vertebrale, il collo e i fianchi vengono riallineati, distribuendo uniformemente il peso corporeo e correggendo efficacemente una cattiva postura durante il sonno,
  • Isolano il movimento: il memory foam assorbe i movimenti, e può essere un vantaggio se condividiamo il letto con un partner.
  • Sono più resistenti agli allergeni e agli acari della polvere, grazie alla loro struttura densa e chiusa,
  • La manutenzione per un materasso in memory foam è minima. Non è mai necessario girarli o capovolgerli.

Gli svantaggi del materasso in memory foam

A fronte dei numerosi vantaggi, ci sono anche alcuni limiti che per noi potrebbero fare la differenza:

  • Il memory foam utilizza il calore corporeo per ammorbidirsi e adattarsi e la densità del materiale può far sì che questo calore persista a lungo. Chi suda di notte potrebbe, quindi trovare il memory foam un po' sgradevole. C'è da dire però che, proprio consapevoli di questo limite, la maggior parte delle aziende produttrici di materassi in memory foam ha ovviato al problema con nuove tecnologie in grado di raffreddare la superficie ed evitare il surriscaldamento;
  • I materassi in memory foam possono avere un odore chimico sgradevole all'inizio. La buona notizia è che questo odore si dissolve rapidamente in pochi giorni;
  • ad alcune persone può non piacere proprio ciò che è il valore di punta del materasso in memory, cioè il suo abbraccio. Non desiderano essere avvolti dal materasso ma dormirci sopra.

Perché scegliere un materasso in memory foam?

Scegli un materasso in memory foam se:

  1. vuoi un materasso che si adatti al tuo corpo
  2. dormi su un fianco, perché la schiuma può alleviare la pressione sull'anca e sulla spalla
  3. hai un partner un po' irrequieto e gradisci l'isolamento del movimento.

Il materasso memory fa venire mal di schiena?

Non tutti concordano sul fatto che un materasso in memory possa far venire mal di schiena, una revisione sistematica di studi controllati suggerisce che i materassi di media rigidità potrebbero essere migliori di quelli rigidi per chi ha il mal di schiena. E conclude anche che i materassi di media rigidità migliorano la qualità del sonno del 55% e riducono il mal di schiena del 48% nei pazienti con lombalgia cronica. La scelta della fermezza dipende in gran parte dalle preferenze e dallo stile di sonno.

Il consiglio principale, comunque, resta quello di andare in un negozio spcializzato e provare il materasso prima di acquistarlo.

Fonti

Autore

Mi occupo di contenuti per il web da ormai 15 anni e proprio come la Rete sono in continua evoluzione. Cresco insieme ai miei bambini che sanno di me cose che io non so e amo giocare con loro, con un indice sempre sulla tastiera. Anche se a volte sogno il silenzio