Mal di testa: cosa significano i vari tipi a seconda di dove colpisce

Mal di testa: cosa significano i vari tipi a seconda di dove colpisce
Ultima modifica 28.01.2022
INDICE
  1. Tutto intorno alla testa
  2. Dietro uno degli occhi
  3. Dietro la testa e il collo
  4. Un lato della testa
  5. Davanti alla testa e al viso
  6. Nelle tempie

Il mal di testa è un fastidio molto comune ma quando si presenta non lo fa sempre con le stesse modalità. Oltre all'intensità a variare è principalmente la zona del capo nel quale si manifesta, che molto spesso ne svela anche le cause. Queste le aree colpite e come intervenire.

Tutto intorno alla testa

Se ci si sente come se una fascia stringesse tutta la testa molto probabilmente si sta provando un mal di testa da tensione.

Comunemente innescata da stress e scarso sonno, questa tipologia è caratterizzata da pressione e oppressione circolare che spesso si accompagna a tensione al collo, alle spalle e alla mascella.

Per debellarla può rivelarsi molto utile l'assunzione di antidolorifici da banco o l'esecuzione di allungamenti del collo che potrebbe alleviare la tensione e di conseguenza il dolore. Fondamentale anche intervenire sui comportamenti che possono scatenarlo come l'insonnia.

Dietro uno degli occhi

Un mal di testa intenso che colpisce in modo improvviso dietro uno degli occhi è spesso causato da cefalalgie autonome del trigemino, un gruppo di disturbi primari del mal di testa definiti da dolore alla testa unilaterale. Il più comune di questi è il mal di testa a grappolo, che si verifica con attacchi frequenti che possono persistere per settimane o mesi.

Sebbene il dolore si manifesti solitamente dietro o intorno a un occhio, può diffondersi anche ad altre aree del viso, della testa e del collo. Il mal di testa a grappolo provoca spesso anche altri disagi dal lato colpito come arrossamento dell'occhio o del viso, naso chiuso o che cola, sudorazione della fronte, pelle pallida, gonfiore intorno all'occhio e palpebra cadente.

Anche se non esiste una cura per il mal di testa a grappolo, alcune terapie acute e preventive possono essere utili, come quella con ossigeno, l'assunzione di alcuni tipi di farmaci e la stimolazione del nervo vagale.

Dietro la testa e il collo

Se il dolore si manifesta nella parte posteriore del cranio potrebbe trattarsi di mal di testa cervicogenico. Conosciuto come mal di testa secondario, non ha origine dal capo ma si irradia a partire dal collo. A causarlo sono appunto molto spesso problemi in questa area del corpo come artrite, nervi schiacciati, muscoli tesi o slogati, lesioni, fratture o colpo di frusta.

Il dolore di solito inizia alla base della testa e si espande su un lato e spesso peggiora muovendo il collo.

Esiste però anche un altro tipo di mal di testa che può causare dolore nella stessa zona, oltre che nella parte superiore del collo e dietro le orecchie: la nevralgia occipitale. Come per il mal di testa cervicogenico, il dolore della nevralgia occipitale spesso inizia nel collo e si diffonde verso l'alto.

A generarlo l'irritazione o la lesione dei nervi occipitali, che si estendono dal collo alla parte posteriore della testa e fino al cuoio capelluto.

Per alleviare il dolore di entrambe le tipologie sono molto indicati massaggi che distendano i muscoli del collo.

Un lato della testa

Molti tipi di mal di testa possono presentarsi principalmente su un lato ma tra tutti l'emicrania è il più comune.

Questo disturbo genera un dolore pulsante unilaterale alla testa che può durare per ore ed essere accompagnato da altri sintomi come estrema sensibilità alla luce e al suono, nausea e vomito.

Se si soffre di emicrania è utile parlare con il proprio medico che possa decidere il trattamento adeguato che può anche comportare la somministrazione di farmaci.

Davanti alla testa e al viso

Il dolore palpitante alla testa e al viso con pressione intorno agli occhi, alle guance e alla fronte potrebbero segnalare un mal di testa sinusale. Questa tipologia è spesso accompagnata da congestione nasale e affaticamento e il dolore peggiora se ci si piega in avanti.

Poiché l'emicrania può manifestare sintomi simili, a volte è difficile distinguere tra i due mal di testa, anche se esistono particolari che li differenziano.

Quello sinusale, ad esempio, non causa nausea, vomito o sensibilità alla luce o al suono, come invece fa l'emicrania, ma è associato a mal di denti nella parte superiore della bocca.

Poiché il mal di testa sinusale di solito si verifica in combinazione con allergie stagionali, un'infezione delle vie respiratorie superiori o il comune raffreddore, il trattamento di questi problemi può aiutare a risolverlo.

Nelle tempie

Molti tipi di mal di testa possono verificarsi nelle tempie, tuttavia rare volte il dolore in questa parte può essere dovuto a una rara condizione nota come arterite temporale. Più comune nelle persone di età superiore ai 50 anni, si verifica quando i vasi sanguigni vicino alle tempie si infiammano e si restringono.

Oltre a un dolore lancinante e costante, altri sintomi possono essere fatica, febbre, dolore alla mascella che può peggiorare dopo la masticazione, tenerezza al cuoio capelluto o alle tempie, problemi di vista, dolori muscolari nella parte superiore delle braccia o in spalle, fianchi, cosce, parte bassa della schiena e glutei, perdita di appetito o peso.

L'arterite temporale deve essere trattata urgentemente con farmaci steroidi poiché può portare alla cecità o ad altre complicazioni.