Speciale: Dormire bene

Letti regolabili: sono la scelta giusta per te?

Letti regolabili: sono la scelta giusta per te?
Ultima modifica 15.04.2024
INDICE
  1. Letti regolabili
  2. Cos'è un letto regolabile
  3. Quando è utile una rete ortopedica
  4. Come deve essere il materasso per il letto regolabile
  5. Le posizioni per dormire sul letto regolabile

Letti regolabili

I letti regolabili ci danno la possibilità di sollevare la testa e i piedi della rete scegliendo un'angolazione personalizzata, con lo scopo di raggiungere una posizione neutra o di dormire con la testa più alta rispetto al resto del copro e respirare meglio. Le posizioni che possiamo assumere sono tante e dipendono fondamentalmente non solo da ciò che vogliamo fare a letto (ad esempio leggere o guardare la televisione), ma anche da eventuali dolori alla cervicale o alla schiena. Se siamo tentati di acquistare un letto regolabile, ecco cosa dobbiamo sapere.

Cos'è un letto regolabile

Un letto regolabile, anche conosciuto come letto ergonomico, è un tipo di letto dotato di un telaio che consente di regolare diverse parti del letto, come la testa, il torso e le gambe, per creare diverse posizioni di sonno e comfort, ad esempio da 30 a 45 gradi. Solitamente, questi letti sono dotati di un meccanismo motorizzato che consente di sollevare o abbassare le diverse sezioni del letto tramite un telecomando o un'applicazione mobile.

Quando è utile una rete ortopedica

Le reti ortopediche, come quelle utilizzate nei letti regolabili, sono costruite in modo tale da fornire un supporto ergonomico per il corpo durante il sonno.

Queste reti sono utili soprattutto se soffriamo di dolori muscolari o articolari, perché ci permettono di regolare la posizione del corpo per alleviare la pressione su determinate aree. Inoltre, le reti ortopediche favoriscono una corretta postura durante il sonno, riducendo il rischio di problemi alla schiena e migliorando la qualità del sonno.

Per approfondire: Dormire e riposare meglio la notte: i metodi efficaci

Come deve essere il materasso per il letto regolabile

Naturalmente per riposare bene e prevenire o ridurre i dolori alla schiena non basta scegliere una rete ortopedica: è importante anche capire quale sia il materasso giusto per noi e che si adatti bene alla rete regolabile.

Secondo gli esperti è consigliabile optare per un materasso flessibile e adattabile, come quelli in memory foam o lattice.

I materassi memory foam accolgono il corpo e ne sostengono in modo uniforme il peso. Se abbinata a una base regolabile, la schiuma si flette facilmente per adattarsi al contorno della rete senza compromettere il comfort e il supporto del corpo. Inoltre questo tipo di materasso, a differenza di molti altri tipi di materassi, tornerà alla sua forma originale anche dopo averlo reclinato.

Prima di acquistare il materasso è sempre meglio provarlo per assicurarsi che abbia la giusta fermezza per sostenere il corpo in diverse posizioni senza creare punti di eccessiva pressione.

Le posizioni per dormire sul letto regolabile

Con questo tipo di letto possiamo sperimentare diverse posizioni per trovare quella più confortevole e benefica per il nostro corpo. Ecco quattro posizioni da provare su un letto regolabile:

  1. Posizione di lettura: sollevando leggermente la testa e il torso, questa posizione è ideale per leggere o guardare la televisione prima di addormentarsi. Sollevare il torso può anche aiutare a ridurre il reflusso acido e i problemi respiratori durante il sonno.
  2. Posizione di sollevamento delle gambe: sollevando le gambe leggermente sopra il livello del cuore, possiamo favorire la circolazione sanguigna e riduce il gonfiore alle gambe e ai piedi. È particolarmente utile se soffriamo di problemi circolatori o gonfiore.
  3. Posizione anti russamento: alcuni letti regolabili offrono una funzione che solleva leggermente la testa per aprire le vie aeree e ridurre il russamento. Possiamo provare questa posizione se soffriamo di apnea notturna o russamento cronico.
  4. Posizione per il mal di schiena: sollevando leggermente la testa e le ginocchia, possiamo ridurre la pressione sulla colonna vertebrale e qiuesto può alleviare il mal di schiena cronico. Questa posizione ha effetti benefici per chi è abituato a dormire sulla schiena o soffre di ernie.

Possiamo anche sperimentare la posizione gravità zero che ha lo scopo di simulare l'assenza di gravità, sottoponendo a minore stress muscoli e colonna vertebrale. Molti telecomandi del letto regolabili hanno una preimpostazione a gravità zero: una volta premuto il pulsante, la parte superiore del corpo e le ginocchia verranno sollevate in modo che il busto e le cosce abbiano la stessa angolazione rispetto all'anca. Riposare in questa posizione allevierà la tensione sulle gambe e sulla parte bassa della schiena.

Fonti

Autore

Mi occupo di contenuti per il web da ormai 15 anni e proprio come la Rete sono in continua evoluzione. Cresco insieme ai miei bambini che sanno di me cose che io non so e amo giocare con loro, con un indice sempre sulla tastiera. Anche se a volte sogno il silenzio