Lavarsi le Mani con Sapone o Gel Igienizzanti: Qual è Meglio?

Lavarsi le Mani con Sapone o Gel Igienizzanti: Qual è Meglio?
Ultima modifica 09.03.2021
INDICE
  1. Come lavare le mani nel modo più efficace
  2. Sapone o gel disinfettante?
  3. Due prodotti combinati per una maggior protezione
  4. Gel alcolico per le mani e dermatite

Come lavare le mani nel modo più efficace

Una corretta igiene delle mani è fondamentale, soprattutto quando si è a contatto con divrse superfici potenzialmente infette. Nell'ultimo anno, e ancora oggi, è diventato necessario aumentare sensibilmente la frequenza con cui lavarsi le mani o igienizzarle con soluzioni alcoliche come gel disinfettanti, per ridurre le possibilità di contrarre il coronavirus attraverso il contatto con superfici infette. Meglio lavarsi le mani con acqua e sapone o con gel disinfettanti? 

Sapone o gel disinfettante?

Lavarsi le mani con acqua e sapone

L'igiene delle mani può essere effettuata in due modi: detergendo con acqua e sapone o passando una soluzione a base alcolica -igienizzante. Il lavaggio con acqua e sapone è considerato il metodo principale per rimuovere sporco dalle mani, senza riuscire però ad eliminare i batteri. Tuttavia, anche se non svolgono un'azione antibatterica, i saponi sono in grado di abbattere la carica microbica sullo strato superficiale della pelle, frizionando e risciaquando accuratamente. 

Lo sporco resta intrapolato nelle molecole di tensioattivo. Le molecole di tensioattivo presenti nel sapone sono anfifiliche: composte da una parte idrofila e una lipofila, con proprietà chimiche polari e apolari, che rendono il sapone efficace. 

Quanto deve durate il lavaggio delle mani?

Quanto tempo deve durare il lavaggio delle mani per essere efficace? Il tempo totale consigliato è di almeno 20 secondi: 15 secondi di frizionamento con il sapone, e 5 secondi di risciacquo. Questo sembra essere, secondo i detrmatologi, il giusto tempo affinche il sapone possa svolgere la propria funzione detergente, e che le molecole di tensioattivo vadano ad intercettare batteri e virus
Recentemente l'OMS, al fine di prevenire le infezioni da Covid-19, ha consigliato di incrementare a non meno di 40 secondi, il tempo dedicato ad ogni detersione delle mani con acqua e sapone. 

Come agisce il gel igienizzante per le mani

I gel disinfettanti a base alcolica presentano etanolo (alcol etilico), e 2-propanolo in grado di dissolvere le membrane lipidiche virali come quelle del coronavirus. Oltre ad essi, contengono sostanze umettanti come glicerolo, il propilenglicole e il sorbitolo, che contribuiscono ad evitare la disidratazione e secchezza della cute dopo il contatto della pelle con soluzioni ad alto contenuto alcolico.

I disinfettanti per le mani a base alcolica in commercio sono di tre tipi: 

  • soluzioni liquide
  • gel semisolidi
  • salviettine umidificate


Tuttavia, la disinfezione non è sempre preferibile alla detersione: anche se i gel disinfettanti per le mani svolgono un'azione battericida che il sapone non è in grado di attivare, non sono altrettanto efficienti nella rimozione di grasso, o altra sporcizia. 

Due prodotti combinati per una maggior protezione

Frizionare l'intera superficie delle mani con un profotto contenente alcol e strofinarle insieme fino ad asciugatura rappresenta la procedura di disinfezione più praticata negli ambienti socio sanitari. Rispetto alla normale detersione con l'uso di acqua e sapone  l'utilizzo di soluzioni e gel a base alcolica è essenzialmente più pratico (possono essere trasportati anche al lavoro, in viaggio, sui mezzi pubblici, e non necessitano  di risciacquo), ma non sembrano avere lo stesso effetto di un semplice lavaggio delle mani con il sapone. I disinfettanti per le mani possono essere considerati come presidio igienizzante migliore soltanto quando sapone e acqua non sono disponibili. Ciò che aumenterebbe la protezione da agenti patogeni e batteri consiste nella loro applicazione dopo la detersione con acqua e sapone, piuttosto che essere usati come prodotti disinfettanti singolarmente. 

La detersione e la successiva igienizzazione/disinfezione delle mani sono fondamentali, sia prima che dopo aver indossato i guanti quale ulteriore dispositivo di protezione individuale e presidio per la riduzione del rischio di contagio.

Gel alcolico per le mani e dermatite

Con i frequenti lavaggi giornalieri delle mani e la frizione di gel igienizzanti possono insoergere dermatiti da contatto. La pelle è naturalmente protetta da una pellicola lipidica chiamata film idrolipidco, che viene rimossa in minima parte durante il lavaggio con acqua e sapone. Allo stesso modo anche le soluzioni alcoliche possono causare lo stesso processo. In rari casi, inoltre, è possibile sviluppare vere e proprie allergie alle sostanze contenute nei saponi o nelle soluzioni disinfettanti.

Le dermatiti da contatto con la soluzione detergente possono essere di due tipi:

  • Dermatite irritativa da contatto (DIC), dovuta all' azione di rimozione dei lipidi della cute da parte di sapone e alcool gel. La normale barriera cutanea viene indebolita dai frequenti lavaggi o uso di alcool gel e la cute alterata tende a infiammarsi.
  • Dermatite allergica da contatto (DAC) colpisce solo chi sviluppa un'allergia ad un allergene, ossia o più delle sostanze contenute nei saponi o nelle soluzioni alcoliche, riconosciuto come nemico dai linfociti, che quindi scatenano il processo di infiammazione della parte che entra in contatto con gli allergeni.

 

Come prevenire la dermatite da gel disinfettante

  • Usare saponi o soluzioni alcoliche che contengano anche un emolliente
  • Asciugare accuratamente le mani prima di indossare i guanti per evitare che l'umidità possa favorire la comparsa di una dermatite.
  • Applicare creme emollienti per reintegrare i lipidi persi dalla pelle nel corso detersioni frequenti e uso di soluzioni alcoliche. Gli esperti consigliano di applicare la crema nutriente per le mani almeno 3 volte al giorno.