Invecchiamento delle mani: come rimediare?

Invecchiamento delle mani: come rimediare?
Ultima modifica 24.09.2021
INDICE
  1. Perché le mani invecchiano prima
  2. Come si manifesta l’invecchiamento delle mani
  3. Come contrastare l’invecchiamento delle mani

Le mani sono una parte del corpo spesso trascurata e alla quale si riservano molte meno attenzioni e cure rispetto a viso e corpo ma con il passare degli anni è anche quella che più di tutte può rivelare l'età della persona. Le mani, infatti, sembra invecchino piuttosto velocemente.

Perché le mani invecchiano prima

Il fatto che le mani rivelino nitidamente lo scorrere del tempo è dato da diversi fattori.

Il primo è appunto la noncuranza. Mentre le persone sono abituate fin da giovani a prendersi cura della pelle del viso, utilizzando su di essa creme e sieri e sottoponendola a trattamenti di ultima generazione, le mani sono spesso abbandonate al loro destino.

Questo inevitabilmente fa si che alla lunga mostrino la loro età.

Paradossalmente, inoltre, le mani sono un'area che meriterebbe ancora più attenzione di altre, visto che nel corso delle giornate compiono azioni che possono rovinarle ed entrano a contatto con diverse sostanze chimiche aggressive come detersivi per pulire e disinfettare la casa o altro.

Senza contare l'influenza negativa generata dagli agenti atmosferici. I nemici principali sono il freddo in inverno e l'esposizione prolungata ai raggi UV del sole senza protezione in estate.

Un altro fattore che accelera l'invecchiamento delle mani è l'uso di saponi liquidi comuni, la cui composizione spesso è troppo aggressiva in relazione al ph della pelle.

Come si manifesta l’invecchiamento delle mani

L'invecchiamento della pelle delle mani si presenta esattamente come quello di ogni altra sezione di pelle, ovvero con la perdita di tonicità e la comparsa di segni più o meno evidenti.

Non solo però, un altro segnale inequivocabile che le mani stiano invecchiano è la formazione sulla loro superficie di macchie scure, chiamate anche lentigo solari o senili.

Questo fenomeno è dovuto alla melanogenesi, la produzione di un pigmento scuro a sua volta derivante dal fatto che le mani siano costantemente esposte ai raggi ultravioletti lunghi del sole, presenti non solo in estate ma lungo tutto l'arco dell'anno.

Inoltre, con il passare degli anni, le mani possono essere interessate da una degenerazione artrosica che favorisce la formazione di alcune deformità.

Come contrastare l’invecchiamento delle mani

Le mani invecchiano non solo a causa del loro normale ciclo fisiologico, ma anche perché vivono continuamente situazioni di stress spesso senza alcuna protezione.

Per provare a rallentare questo processo la prima cosa da fare è prendersene cura in modo specifico, mettendo in atto alcune azioni morate.

Lavarle con detergenti giusti

Le mani nel corso della giornata vengono lavate diverse volte e se lo si fa con saponi schiumogeni troppo aggressivi il rischio è di rovinarne il film idrolipidico e farle invecchiare precocemente. Per la loro pulizia quindi molto meglio preferire detergenti in gel, ovvero saponi non saponi, che detergono ma rispettano la pelle.

Usare i guanti mentre si lavora

Per proteggere la pelle dal contatto con agenti chimici nocivi, è consigliabile utilizzare dei guanti mentre si svolgono i lavori domestici.

Affidarsi alla cosmesi

Un ruolo fondamentale nel preservare la giovinezza della pelle lo giocano indubbiamente i prodotti skincare.

Oltre a stendere un velo di crema idratante dopo essersi lavati le mani, è necessario compiere azioni specifiche a seconda della stagione.

In estate il dorso è esposto all'azione dei raggi ultravioletti che possono disidratarlo e stimolare la comparsa delle macchie. Per questo è fondamentale non dimenticarsi mai di usare una crema solare.

In caso di macchie già visibili, è possibile schiarirle leggermente applicando con costanza una crema contenente le vitamine A, C ed E che svolgono un effetto schiarente. In alternativa si può anche fare ricorso a prodotti cosmeceutici a base di vitamina A e altri retinoidi, acido azelaico e derivati, vitamina E, tocotrienoli, alfaidrossiacidi, arbutina, acido fitico, estratto di uva ursina e vitamina C.

Nei mesi invernali, invece, all'esterno bisognerebbe sempre usare i guanti e applicare giornalmente una crema particolarmente nutriente. Gli ingredienti migliori e che non dovrebbero mancare sono glicerina, burro di karité e olio di mandorle o jojoba.

Piuttosto utile anche sottoporsi qualche sera ogni tanto a un trattamento più intensivo che consiste nello stendere una dose maggiore di crema, indossare un paio di guanti in cotone e lasciare che i principi attivi del prodotto agiscano per tutta la notte.

Anche uno scrub fatto un paio di volte a settimana è in grado di contrastare i segni del tempo perché elimina le cellule morte e le impurità dalla superficie delle mani e le rende più luminose e levigate.

Per chi soffre di ulteriori problemi legati all'invecchiamento esistono creme a base di derivati naturali che calmano il dolore e l'infiammazione delle giunture.

Sottoporsi a trattamenti medici

Per contrastare l'invecchiamento delle mani ci si può anche sottoporre a trattamenti come peeling ringiovanenti e schiarenti, a infiltrazioni di sostanze rivitalizzanti come l'acido ialuronico.

Per eliminare le macchi scure, invece, la soluzione potrebbe essere quella di affidarsi a laser, diatermocoagulazione, crioterapia con azoto liquido, radiofrequenza iperpulsata o luce pulsata.

 

Utile anche mangiare i cibi antiossidanti