Febbre in estate: perché viene e come affrontarla

Febbre in estate: perché viene e come affrontarla
Ultima modifica 21.07.2023
INDICE
  1. Cause della febbre estiva
  2. Infezioni virali e batteriche
  3. Colpo di calore
  4. Reazioni allergiche
  5. Intossicazioni alimentari
  6. Come combattere la febbre in estate
  7. Rimanere idratati
  8. Tenere un’alimentazione sana ed equilibrata
  9. Indossare abiti leggeri
  10. Stazionare in luoghi freschi ed evitare l’esposizione diretta al sole
  11. Riposarsi in modo adeguato
  12. Assumere farmaci antipiretici

Si è soliti associare la febbre all'inverno e alle temperature rigide ma in realtà non si tratta di un fenomeno circoscritto a un determinato periodo dell'anno. Al contrario, non è raro che uno stato febbrile colpisca anche in estate.

Le cause possono essere diverse ed è importante individuarle, così da intervenire in modo tempestivo, combattere la febbre efficacemente e tornare a vivere con spensieratezza questa stagione.

Cause della febbre estiva

Infezioni virali e batteriche

Anche se raffreddore e influenza colpiscono più frequentemente in inverno, non spariscono mai del tutto e possono presentarsi anche in estate. Il motivo è molto semplice: quando le temperature diventano più gradevoli spesso le persone tendono a vivere molti più momenti sociali e conviviali rispetto a quando fa freddo, e questo le pone a contatto con un maggior numero di persone. La conseguenza di queste abitudini sicuramente positive è però l'aumento del rischio di esposizione a virus e batteri, che possono scatenare raffreddore o influenza, a loro volta causa di febbre.

Colpo di calore

Quando fa molto caldo bisognerebbe evitare di stazionare troppo tempo sotto il sole, e in generale in ambienti dalle condizioni climatiche particolarmente impegnative. L'esposizione prolungata alle alte temperature, infatti, può comportare il rischio di sviluppare un colpo di calore, una condizione che può avere anche conseguenze piuttosto gravi e che può causare febbre alta, insieme a una sensazione di malessere generale, a una sudorazione eccessiva, a vertigini e ad altri sintomi.

Per evitare che il colpo di calore sopraggiunga è utile non frequentare, se possibile, ambienti particolarmente ostili dal punto di vista del meteo, indossare abiti il più possibile leggeri e rimanere sempre adeguatamente idratati, bevendo acqua regolarmente nel corso della giornata.

Reazioni allergiche

Anche se le allergie a pollini e altre sostanze irritanti si manifestano soprattutto in primavera, capita che si protraggano anche in estate, scatenando una risposta immunitaria nel corpo.

Non sempre, ma in alcuni casi, nei soggetti più delicati, le reazioni allergiche possono portare anche al sopraggiungere della febbre e di sintomi simili a quelli influenzali.

Intossicazioni alimentari

In estate si moltiplicano le attività all'aperto e anche i pasti spesso vengono consumati all'esterno, in condizioni non sempre ottimali dal punto di vista della conservazione degli alimenti o dell'igiene. Barbecue o picnic con gli amici sono momenti spensierati dei quali non privarsi ma è bene fare attenzione perché la manipolazione e la conservazione non corretta di ciò che si mangia può favorire il proliferare dei batteri e l'insorgenza di intossicazioni alimentari. Queste, oltre a presentare sintomi gastrointestinali, possono essere accompagnate anche da febbre.

Come combattere la febbre in estate

  • Rimanere idratati
  • Tenere un'alimentazione sana ed equilibrata
  • Indossare abiti leggeri
  • Stazionare in luoghi freschi ed evitare l'esposizione diretta al sole
  • Riposarsi in modo adeguato
  • Assumere farmaci antipiretici

Rimanere idratati

Febbre e disidratazione sono spesso collegate perché l'una può essere causa dell'altra e viceversa.

Quando si è molto disidratati, infatti, il corpo può non riuscire più a regolare la propria temperatura interna. Quando invece si ha già la febbre, spesso si tende a disidratarsi più della norma a causa dell'alta sudorazione.

Per questo in estate è fondamentale mantenere sempre un'idratazione adeguata, bevendo molta acqua e altri liquidi idonei come succhi di frutta, possibilmente senza zuccheri aggiunti, tè freddo o bevande sportive. Meglio invece evitare bevande zuccherate e alcoliche perché anche se danno un'immediata sensazione di benessere possono aumentare la disidratazione.

Tenere un’alimentazione sana ed equilibrata

Anche il cibo può essere un ottimo alleato contro la febbre. Il consiglio è quindi di seguire una dieta ricca di frutta, verdura e cibi leggeri che apportino nutrienti utili per rafforzare il sistema immunitario e mantenere idratato il corpo.

Indossare abiti leggeri

Quando fa caldo questa regola andrebbe sempre applicata ma ancor di più in caso di febbre è importante indossare vestiti leggeri, traspiranti e se possibile di colore chiaro, che aiutano a mantenere la temperatura corporea sotto controllo. Evitare invece tessuti sintetici che possono trattenere il calore e non consentire al sudore di evaporare.

Stazionare in luoghi freschi ed evitare l’esposizione diretta al sole

Anche questo suggerimento vale sempre in estate ma ancor più se si ha la febbre. Se è possibile, quindi,meglio evitare il sole ma rifugiarsi all'ombra o in un luogo interno dotato di climatizzatore o che abbia in generale una condizione che non metta a dura prova il fisico già debilitato dalla febbre.

Riposarsi in modo adeguato

Anche se in estate spesso si ha più voglia di compiere qualunque azione, se si ha la febbre non si dovrebbe esagerare ma, al contrario, dedicare molto tempo al riposo e al sonno, due attività che servono all'organismo per guarire e recuperare dalla causa che ha causato la febbre.

Assumere farmaci antipiretici

Se la febbre persiste o è accompagnata da altri sintomi come mal di testa intenso o difficoltà respiratorie è fondamentale consultare un medico che potrebbe prescrivere l'assunzione di farmaci antipiretici come paracetamolo o ibuprofene.

Attenzione anche agli occhi in estate

Ecco gli effetti sulla salute dell'afa e dell'umidità.