Esercizi per rilassare la mandibola e perché farli

Esercizi per rilassare la mandibola e perché farli
Ultima modifica 04.07.2023
INDICE
  1. Cos'è la disfunzione dell'articolazione temporomandibolare
  2. Cause, sintomi e diagnosi
  3. Esercizi contro il dolore alla mandibola
  4. Allenamento dei flessori profondi
  5. Apertura della bocca
  6. Rilassamento
  7. Rafforzamento dei muscoli della mascella

I muscoli della mandibola sono tra i più attivi di tutto il corpo, visto che si muovono ogni volta che si sbadiglia, si parla o si mangia. A causa di questo pesante carico di lavoro, non è insolito sviluppare dolore in questa parte del corpo, causato soprattutto dalla disfunzione dell'articolazione temporomandibolare.

Fortunatamente però, nella maggior parte dei casi il dolore può essere migliorato o risolto con l'esecuzione di alcuni semplici esercizi.

Se a seguito di ciò i sintomi non migliorano, potrebbero però essere necessari trattamenti più avanzati, come l'uso di un paradenti o un intervento chirurgico, da concordare con il proprio medico.

Cos'è la disfunzione dell'articolazione temporomandibolare

La disfunzione dell'articolazione temporomandibolare è un insieme di disturbi che colpisce i muscoli della mascella, le articolazioni della mandibola e i dischi che separano la mascella dal cranio.

Questo fenomeno è più frequente nelle donne che negli uomini e può causare problemi su uno o entrambi i lati della bocca.

Cause, sintomi e diagnosi

Le cause specifiche della disfunzione dell'articolazione temporomandibolare non sono ancora chiare. Sebbene possa esserci una componente genetica, il disturbo può anche provenire dall'usura delle articolazioni della bocca, da un trauma o da una lesione alla mascella stessa. Anche il bruxismo, ovvero l'abitudine di stringere o digrignare regolarmente i denti, può portare a questa condizione.

Visto che la disfunzione dell'articolazione temporomandibolare non è un disturbo specifico ma un insieme di essi, i possibili sintomi sono diversi.

Questo problema può svilupparsi con un dolore al collo, alle spalle o all'area del viso, ma anche con dolore o affaticamento ai muscoli della mascella, difficoltà nell'aprire e chiudere la bocca o masticare il cibo.

A volte subentrano un gonfiore su un lato del viso, mal di testa, vertigini o ronzio nelle orecchie. Il dolore può anche irradiarsi ai denti o alle orecchie.

In alcune persone, i sintomi sono temporanei, mentre altri li sperimentano cronicamente per molti anni.

Poiché molti dei sintomi possono derivare anche da altre condizioni, per individuarla potrebbe non essere sufficiente esaminare fisicamente la mascella ma essere necessaria anche una radiografia che esamini le ossa della bocca, oppure una risonanza magnetica per visualizzare correttamente i muscoli e le strutture che circondano l'articolazione.

Ogni caso tuttavia è unico, per questo è importante parlare con il medico o il dentista per determinare il miglior trattamento necessario.

Parallelamente però l'esercizio fisico può essere di grande aiuto.

Secondo una recensione del 2019 pubblicata sul Journal of Oral Rehabilitation, l'esecuzione di movimenti specifici può infatti migliorare il dolore generale e la mobilità della bocca.

Esercizi contro il dolore alla mandibola

  • Allenamento dei flessori profondi
  • Apertura della bocca
  • Rilassamento
  • Rafforzamento dei muscoli della mascella

Allenamento dei flessori profondi

  • Sdraiarsi sulla schiena e guardare verso il soffitto.
  • Senza sollevare la testa da terra, annuire o abbassare il mento come se si stesse facendo il doppio mento e assicurarsi di non alzare le spalle mentre lo si fa.
  • Mantenere questa posizione per 10 secondi prima di rilasciarla.
  • Eseguire 10 ripetizioni ogni giorno.

Questa tecnica attiva i flessori cervicali profondi. Rafforzare questi muscoli, che si trovano dietro la trachea nella parte anteriore del collo, può aiutare a ridurre il dolore e a migliorare il movimento di apertura della bocca.

Apertura della bocca

  • Mettersi di fronte a uno specchio ed esercitarsi ad aprire la bocca senza permettere alla mascella di deviare verso sinistra o verso destra.
  • Una volta aperta il più possibile senza provare dolore, tenere la posizione per un secondo o due. Chiudere lentamente la bocca, assicurandosi che non si sposti lateralmente.
  • Completare da 15 a 20 ripetizioni, due o tre volte al giorno.

In alcuni casi, la tensione o la debolezza dei muscoli su un lato della mascella possono portare a squilibrio o dolore. Questo esercizio aiuta a correggere questa asimmetria e può ridurre il dolore.

Rilassamento

  • Posizionare il terzo anteriore della lingua sul palato appena dietro i denti.
  • Applicare una leggera pressione attraverso la lingua e cercare di mantenere la posizione il più a lungo possibile.
  • Lavorare fino a 10 minuti per sessione e provare a eseguire l'esercizio tre volte a settimana.

Questo esercizio aiuta i quattro muscoli adibiti alla masticazione, il massetere, il temporale e gli pterigoidi laterali e mediali, a rilassarsi e di conseguenza a migliorare il dolore alla mascella, aumentare il grado di apertura della bocca e correggere gli squilibri muscolari.

Rafforzamento dei muscoli della mascella

  • Chiudere la bocca in modo che i denti superiori e inferiori si tocchino leggermente.
  • Appoggiare la lingua sulla parte superiore della bocca appena dietro i denti e farla scorrere lentamente all'indietro, fino a raggiungere la parte morbida del palato.
  • Una volta che non si riesce più a spostarla indietro, aprire lentamente la bocca finché non si sente che la lingua inizia a perdere contatto con il palato.
  • Mantenere questa posizione per cinque secondi prima di rilassarsi.
  • Svolgere questa sequenza di movimenti per cinque minuti ogni giorno.

Questo esercizio aiuta a rafforzare i muscoli che muovono la mascella all'indietro e rilassa i muscoli che servono a chiuderla.