Effetti del fumo sulla vita sessuale

Effetti del fumo sulla vita sessuale
Ultima modifica 30.11.2021
INDICE
  1. Introduzione
  2. Nicotina e Disfunzione Erettile
  3. Fumo e Sessualità femminile

Introduzione

Il fumo crea un danno vascolare che ha notevoli conseguenze sulla sfera sessuale e sulla vita di coppia. Ad avere più ripercussioni risultano gli uomini, essendo la nicotina un potente vasocostrittore che, sul lungo periodo, può compromettere la capacità erettile. Si stima che con poco più di 5 sigarette al giorno per 10-20 anni si possano palesare gravi conseguenze sulla vita sessuale maschile.

L'eccitazione sessuale, inoltre, necessita di una buona irrigazione sanguigna. Il tabacco in questo caso ha un effetto decisamente negativo sulla circolazione che viene rallentata. La maggior parte degli studi disponibili evidenziano quanto il fumo agisca negativamente sulla fase di eccitazione, in particolar modo sull'erezione e sulla lubrificazione. Inoltre, il tabagismo causa conseguenze importanti anche sulla fertilità, favorisce l'insorgenza di alcune malattie sessuali e può provocare una menopausa precoce.

Perché si fuma dopo il sesso?

Durante il sesso, come durante altre attività che generano piacere e soddisfazione, come mangiare, il bere o il fumare, il nostro cervello rilascia dopamina, un neurotrasmettitore in grado di agire sul sistema nervoso simpatico innescando l'accelerazione del battito cardiaco e aumento della pressione. La dopamina è una sorta di ricompensa del nostro corpo al piacere. Diverse ricerche hanno affermato che dopo la pratica sessuale e aver raggiunto l'orgasmo, avviene una scarica di dopamina. A quel punto si va a compensazione: il corpo necessita di altra dopamina e dunque "cerca" la fonte del piacere, che sia cioccolato, un bicchiere di vino o una sigaretta. E' sempre opportuno, tuttavia, evitare di fumare, proprio per i danni causati a tutto l'organismo, già nel breve periodo. 

Nicotina e Disfunzione Erettile

La correlazione tra il fumo, quindi il consumo di tabacco a lungo termine ed i disturbi della sfera sessuale è nota. Sebbene i disturbi sessuali possano essere causati da diversi fattori, il tabacco rappresenta una delle cause principali a provocare la comparsa di un disturbo dell'eccitazione. Il tabagismo rappresenta infatti un fattore di rischio cardio-vascolare e, siccome la disfunzione erettile, ad esempio, ha come principale causa organica i disturbi vascolari, si comprende la ragione per cui il tabacco e la nicotina abbiano effetti molto negativi sulla salute del fumatore. E' ciò che in campo clinico viene definito sintomo sentinella: problemi erettili e malattie cardiovascolari sono strettamente collegati e si manifestano precocemente con i danni alle arterie del pene prima che alle coronarie. La disfunzione erettile, dunque, potrebbe essere un segno precursore di malattie cardiovascolari importanti, e quindi insorgere anche molti anni prima rispetto ai primi sintomi cardiaci. L''effetto dannoso del tabagismo sulla salute dei capillari e dei vasi sanguigni sembra essere correlato alla quantità di sigarette fumate, e dagli anni di fumo. 

Le probabilità di sviluppare disfunzioni erettili aumentano sensibilmente quando oltre al fumo si sono presenti anche malattie cardiovascolari. In tal caso si stima che soffra di disfunzione erettile il 15 per cento dei fumatori tra i 40 e i 70 anni.

Il fumo:

  • danneggia i vasi sanguigni,
  • favorisce lo sviluppo di ateromi, placche nelle parete delle arterie
  • riduce l'elasticità del tessuto erettile, e quindi la sua capacità di dilatarsi, 
  • riduce il tempo di erezione, e quindi la durata

Rischi correlati

La vasocostrizione viene causate dai diversi componenti attivi del tabacco, come  la nicotina, il monossido di carbonio ed alcuni radicali liberi. Il consumo anche sporadico, e quindi il fumare saltuariamente senza avere una propria dipendenza, può comunque causare una riduzione significativa dell'erezione, nell'ordine di oltre il 20% della risposta erettile normale di un non fumatore.

Fra le persone che presentano una disfunzione erettile, la prevalenza è tabagista, nell'ordine del 40%. Ciò lascia pochi dubbi sulla teoria a sostegno di una correlazione fra tabacco e disfunzioni erettili. Gli studi epidemiologici suggeriscono che i fumatori potrebbero correre un rischio due volte maggiore di soffrire di un disturbo di erezione rispetto ai non fumatori. 

Inoltre fumare è una della cause per le quali ci si sveglia con il naso chiuso.

Fumo e Sessualità femminile

Il fumo può avere un impatto negativo anche sulla salute sessuale femminile. A sostegno della teoria, tuttavia, ci sono meno prove scientifiche solide rispetto alle disfuzioni erettili e quindi sulla sfera sessuale dell'uomo, Anche nel sesso femminile, si evidenziano tuttavia i danni ai vasi sanguigni del fumo, che comportano una riduzione dell'afflusso di sangue agli organi genitali. La nicotina sembra avere effetti negativi sull'eccitazione sessuale

Tuttavia l'effetto negativo del tabacco non si limita ai disturbi dell'eccitazione, della lubrificazione, e dell'erezione. Questo effetto negativo si manifesta anche a livello della fertilità femminile e maschile - che può essere ridotta nei fumatori e nelle fumatrici - e può comportare anche complicazioni ben documentate in caso di concepimento e durante la gravidanza. Esiste inoltre una correlazione tra tabagismo e menopausa: il fumo avrebbe un effetto anti-estrogeno in grado di causare l'insorgenza precoce della menopausa.

 

Esistono dei rimedi naturali per smettere di fumare

Per aumentare il piacere si può sperimentare il sesso tantrico.