Durex e Mara Maionchi: insieme per promuovere l’educazione sessuale

Ultima modifica 12.01.2021
INDICE
  1. Un video di sensibilizzazione al sesso sicuro
  2. Sempre meno giovani usano il preservativo
  3. Dal 2021 la comunicazione potrà essere più libera

Sempre più spesso i ragazzi arrivano alla prima esperienza sessuale da giovanissimi e con scarse conoscenze sull'argomento, scarse conoscenze che rischiano di esporli a diversi pericoli, come gravidanze indesiderate e, ancor peggio, malattie sessualmente trasmissibili tipo HIV e molte altre. Per questo, l'educazione sessuale ricopre un ruolo fondamentale e tutti, scuola, famiglia, istituzioni e social network, sono chiamati a fare la loro parte.

Un video di sensibilizzazione al sesso sicuro

Durex, azienda dedicata al benessere e alla sicurezza sessuale, sposa questa causa da anni e mai come oggi è convinta che sia necessaria una massiccia opera di sensibilizzazione verso le nuove generazioni.

Per questo, ha deciso di iniziare il nuovo anno all'insegna dell'educazione sessuale e lanciare una nuova campagna informativa, affidandosi a una partner d'eccezione: Mara Maionchi. È lei, infatti, l'Ambassador dell'iniziativa e voce narrante di un video a tema, rivolto ai giovani ma anche agli adulti, perché li affianchino nella scoperta di una sessualità consapevole.

 

Obiettivo: sessualità consapevole

«Ci sono due ragazzi in una stanza, non hanno neppure 15 anni e stanno per fare sesso per la prima volta. Useranno il preservativo? La risposta dipende da tutti noi, perché sta a noi educarli affinché facciano la scelta giusta: proteggersi».

Recita così una parte del video di Durex, che punta l'accento sulla responsabilità non solo dei ragazzi ma anche degli adulti, chiamati a far sì che parlare di sesso non sia più un tabù, nemmeno e soprattutto in famiglia, ma che diventi un argomento su cui genitori e figli si sentano liberi di confrontarsi senza imbarazzi né timori, certi di poter portare ognuno i propri dubbi e le proprie paure.

Solo attraverso la conoscenza, infatti, è possibile vivere la propria sessualità in modo sereno e spensierato, come un momento di piacere e benessere da concedersi in sicurezza.

L'obiettivo del breve filmato, realizzato con disegni dalla grafica moderna e accattivante, è proprio questo: alzare l'attenzione su un tema estremamente rilevante come quello della prevenzione dalle infezioni sessualmente trasmissibili, oggi ancora troppo trascurato e sottovalutato.

La scelta di Mara Maionchi

Visto il ruolo che ricopre all'interno di show televisivi seguitissimi dai ragazzi e il suo linguaggio diretto, ironico e senza peli sulla lingua, nessuno meglio di Mara Maionchi avrebbe potuto impersonare il ruolo di guida saggia, adulto in grado di porsi al fianco dei più giovani, con il suo inconfondibile modo di fare, per consigliare e rassicurare, anche su tematiche così delicate, senza mai ergersi a moralizzatrice.

Sempre meno giovani usano il preservativo

L'urgenza di una campagna simile è evidenziata dai numeri. Recenti dati emersi da una ricerca realizzata da Durex e Skuola.net, su un campione di oltre 15.000 giovani tra gli 11 e i 24 anni, fotografano infatti una situazione molto preoccupante, nella quale l'utilizzo del preservativo rimane una pratica non ancora pienamente consolidata. Come ben recita Mara Maionchi nel video, infatti, solo il 50% dei giovani è solito indossare il preservativo durante un rapporto sessuale, esponendosi a rischi di salute molto gravi: oltre 20 infezioni sessualmente trasmissibili che possono avere un forte impatto sulla propria salute e su quella del proprio partner.

Le motivazioni alla base di questa scelta – non scelta sono in parte legate a come oggi i giovani ottengono informazioni su come affrontare la vita intima e sessuale: meno del 60% di loro, infatti, è solito parlarne con i genitori, che solo nel 26% dei casi consigliano il condom per la prevenzione dalle infezioni sessualmente trasmissibili. Inoltre, troppe volte (il 50% del campione) i giovani cercano informazioni sul sesso rivolgendosi al web, luogo purtroppo denso di fake news, falsi miti ed informazioni non verificate che possono indurre comportamenti errati e pericolosi in ambito sessuale.

I giovani spesso non sono molto informati nemmeno per quanto riguarda l'orgasmo femminile. Ecco quattro tecniche per raggiungerlo

Dal 2021 la comunicazione potrà essere più libera

Il video si inserisce all'interno di un progetto più ampio, legato a un passo avanti significativo fatto dal Ministero della Salute.

Dal 2021, infatti, fortunatamente la difficoltà nel recepire le informazioni più corrette potrà essere combattuta con maggiore efficacia, grazie a una novità legislativa che modifica il panorama della comunicazione in ambito sessuale e sull'uso del preservativo in Italia.

È recente, infatti, la firma, da parte del Viceministro, Pierpaolo Sileri, del decreto che elimina l'autorizzazione preventiva per la pubblicità sui preservativi da parte del Ministero della Salute al fine di favorire una strategia per combattere le infezioni sessualmente trasmesse, basata su informazione e comunicazione circa l'importanza di comportamenti sessualmente responsabili. Una notizia di grande rilievo, che permetterà di diffondere con maggiore efficacia messaggi di prevenzione e sensibilizzazione sull'importanza dell'uso del preservativo come metodo contraccettivo più efficace nel combattere le infezioni sessuali, di comunicare più liberamente e con linguaggi maggiormente adatti al pubblico, soprattutto ai più giovani.

Una comunicazione più esplicita, quindi, e più veloce, efficace, diretta, utile a diffondere quella cultura della prevenzione oggi sempre più importante ma fortemente assente.

Una comunicazione finalmente libera per far sì che, come dice Mara Maionchi nel video, "sempre più persone scelgano di proteggersi".