Dolore alla Scapola: Cause e Quando Preoccuparsi

Dolore alla Scapola: Cause e Quando Preoccuparsi
Ultima modifica 13.12.2021
INDICE
  1. Generalità
  2. Cos'è
  3. Cause
  4. Sintomi e Complicazioni
  5. Diagnosi
  6. Terapia
  7. Prognosi

Generalità

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/12/13/dolore-alla-scapola-orig.jpeg Shutterstock

Il dolore alla scapola è un sintomo abbastanza comune, indotto da numerose condizioni diverse.
In genere, è dovuto a sofferenze muscolo-scheletriche non particolarmente preoccupanti; più raramente, è un sintomo riferito, espressione di patologie viscerali che, talvolta, richiedono un intervento terapeutico immediato.
Le caratteristiche con cui si presenta il dolore alla scapola dipendono dalle cause che l'hanno provocato, così come i sintomi associati.
Il trattamento è mirato ai fattori causali, il che spiega per quale motivo serve una diagnosi accurata che faccia luce sui motivi della comparsa di questo sintomo.

Cos'è

Dolore alla Scapola: cosa s’intende?

Il dolore alla scapola, o dolore scapolare, è un sintomo che può riscontrarsi in presenza di numerose condizioni.

Può trattarsi di un sintomo effettivamente dovuto a una problematica locale (cioè con sede scapolare) oppure di un sintomo riferito, ossia avvertito a livello scapolare ma con origine in un'altra parte del corpo umano.

Nella maggior parte dei casi, il dolore scapolare non deve allarmare particolarmente; occorre però precisare che, se persistente e/o se combinato ad altri sintomi sospetti, merita un approfondimento medico, talvolta anche immediato.

Anatomia e Funzione della Scapola: un breve ripasso

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/12/10/scapola-anatomia---superficie-anteriore-orig.jpeg Shutterstock

La scapola è l'osso pari, a forma di triangolo rovesciato (l'apice punta verso il basso), che si appoggia all'angolo superiore della porzione posteriore della gabbia toracica e che contribuisce alla formazione dell'articolazione gleno-omerale, il giunto articolare più importante della spalla.

Sulla scapola, sono individuabili tre superfici: una anteriore, una posteriore e una laterale.

La superficie anteriore si distingue per la fossa sottoscapolare e per un uncino osseo situato quasi all'apice laterale dell'osso, il cui nome è processo coracoideo; la superficie posteriore si contraddistingue per una cresta ossea trasversale, chiamata spina della scapola, la quale proietta sul bordo superiore dell'osso un altro uncino, il cui nome è, in questo caso, acromion; infine, la superficie laterale è caratteristica per la presenza della cavità glenoidea (o semplicemente glena), la quale è la superficie articolare che, congiungendosi alla testa dell'omero, forma l'articolazione gleno-omerale.

La scapola è collegata a svariati muscoli (romboidi, trapezio medio, trapezio inferiore, grande rotondo, dentato anteriore, muscoli della cuffia dei rotatori, elevatore della scapola ecc.), la cui integrità è fortemente connessa alla salute della spalla (intesa come articolazione gleno-omerale) e del rachide, in particolare i tratti cervicale e toracico.

A conclusione di questo breve ripasso, è doveroso puntualizzare che la scapola prende parte ad altre tre articolazioni (una vera e due false):

  • Acromion-claveare (vera), tra acromion ed estremità laterale della clavicola;
  • Scapolo-toracica (falsa), tra superficie anteriore della scapola e gabbia toracica;
  • Acromion-omerale (falsa), tra acromion e superficie superiore della testa dell'omero.
Per approfondire: Scapola: Anatomia e Funzione

Cause

Dolore alla Scapola: Quali sono le Cause?

Cause di differente natura possono provocare dolore alla scapola.

Nella maggior parte dei casi, questo sintomo è da imputarsi a problematiche muscolo-scheletriche od osteo-articolari; più raramente, è correlato a fattori di natura viscerale, risultando in questo modo un sintomo riferito piuttosto che un dolore effettivamente dovuto a una problematica locale.

Cause Muscolo-Scheletriche di Dolore alla Scapola

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/12/13/dolore-alla-scapola-cause-orig.jpeg Shutterstock

Le cause muscolo-scheletriche si pongono al primo posto tra i fattori responsabili di dolore scapolare.

Del resto, la scapola è collegata a muscoli che contribuiscono in modo determinante ai movimenti quotidiani della spalla: si pensi soltanto ai muscoli della cuffia dei rotatori (sovraspinato, sottospinato, piccolo rotondo e sottoscapolare), i quali si attivano durante le extrarotazioni del braccio e si impegnano, a ogni movimento dell'omero, nel centrare la testa dell'omero all'interno della glena scapolare.

Il dolore alla scapola di natura muscolo-scheletrica può essere dovuto a un sovraccarico funzionale dei muscoli romboidi, grande rotondo o di quelli della cuffia dei rotatori.

Può dipendere da una eccessiva debolezza e/o una rigidità dei muscoli dentato anteriore, trapezio medio-inferiore, romboidi, grande rotondo e di quelli della cuffia dei rotatori.

Può essere la conseguenza dell'assunzione prolungata nel tempo di posture errate (es: dormire a lungo su un fianco in un letto poco confortevole).

Infine, in casi particolarmente sfortunati, può essere la risposta a infortuni seri, che interessano i tendini della cuffia dei rotatori.

A lamentare un dolore scapolare di natura muscolo-scheletrica possono essere sia persone particolarmente attive, sia individui sedentari: il sovraccarico funzionale, per esempio, può riguardare sia il soggetto sportivo che solleva pesi più volte a settimana, sia il soggetto sedentario che si è cimentato in un'attività particolarmente provante per quelle che sono le sue capacità fisiche.

Lo sapevi che...

La debolezza dei muscoli gran dentato anteriore, romboidi, trapezio medio e trapezio inferiore è un fattore favorente la condizione nota come scapole alate.

Cause Osteo-Articolari di Dolore alla Scapola

Possibili cause di dolore alla scapola di natura osteo-articolare sono:

  • Fratture di origine traumatica. La scapola può fratturarsi a seguito di cadute accidentali (per esempio, per le scale) o in occasione di incidenti stradali.
  • Lesioni articolari. Fattori come l'età che avanza, l'usura funzionale o eventi traumatici come la lussazione di spalla possono determinare lesioni/alterazioni di componenti articolari della gleno-omerale come il cercine glenoideo (es: SLAP lesion) o i legamenti gleno-omerali; condizioni di questo genere potrebbero, in alcuni individui, causare dolore scapolare.
  • Osteoporosi. Possono provocare dolore scapolare fenomeni osteoporotici a carico delle stesse scapole o di elementi ossei limitrofi (dolore riferito), come per esempio la gabbia toracica, le vertebre cervicali o l'omero.
  • Artrosi e artrite più in generale. L'infiammazione articolare può riguardare le articolazioni di cui è protagonista la scapola (dolore diretto) oppure elementi articolari limitrofi (dolore riferito) con sede a livello di colonna vertebrale o a livello costale.
    Una forma di artrite responsabile non di rado di dolore scapolare è la spondilite anchilosante, una condizione su base familiare/genetica che colpisce generalmente persone di età compresa tra i 20 e i 40 anni.
  • Discopatie (protrusioni, ernie ecc.) o stenosi spinali a carico del rachide cervicale. In questo caso, il dolore scapolare è esclusivamente di tipo riferito.
    Cause di questo tipo si caratterizzano per sintomi neurologici, come formicolio e intorpidimento lungo l'arto superiore.
  • Spalla congelata. Si tratta di una condizione di lunga durata (cronica) che causa l'infiammazione e l'irrigidimento della capsula articolare dell'articolazione gleno-omerale.
    Anche nota come capsulite adesiva, la spalla congelata riconosce vari fattori causali, tra cui, in primis, l'immobilità della spalla complice un infortunio (per esempio della cuffia dei rotatori) o un intervento chirurgico all'articolazione.
  • Scoliosi. È una deformità della colonna vertebrale contraddistinta da deviazioni del fisiologico allineamento vertebrale in visione posteriore, superiore e, talvolta, anche laterale.

Cause Viscerali di Dolore alla Scapola

Il dolore alla scapola dovuto a cause viscerali è sempre un dolore riferito (ossia un dolore alla scapola che però origina altrove).

Per causa viscerale s'intende una sofferenza/patologia che interessa un organo interno.

Organi interni che, se colpiti da determinate condizioni, potrebbero manifestarsi anche con un dolore alla scapola sono il cuore, i polmoni, il fegato, la cistifellea, lo stomaco e il pancreas.

È doveroso precisare che il dolore scapolare da cause viscerali è sempre associato ad altri sintomi (talvolta sistemici) e a un malessere generale, pertanto è difficile confonderlo per una manifestazione di poco conto.

Cuore

Tra le patologie del cuore che possono provocare dolore alla scapola, quella sicuramente più comune (in quanto è abbastanza diffusa nella popolazione a partire da una certa età) è l'infarto del miocardio (o attacco di cuore).
Generalmente, la sensazione dolorosa interessa la scapola sinistra, il che è di aiuto nella diagnosi (si tenga sempre conto che, durante un infarto del miocardio, il quadro sintomatologico è variegato e spesso inconfondibile).

Dopo l'attacco di cuore, altre condizioni cardiache che spiccano per causare dolore scapolare sono:

Polmoni

Tra le patologie del polmone che possono manifestarsi anche con dolore alla scapola figurano:

Ancora una volta, per evitare inutili allarmismi, si ricorda che le suddette condizioni si manifestano con diversi altri sintomi sospetti, spesso inequivocabili, e che il dolore scapolare è soltanto uno di questi.

Organi Addominali

Patologie degli organi addominali che possono provocare dolore alla scapola sono:

Altre Cause di Dolore alla Scapola

Episodi di dolore alla scapola potrebbero registrarsi dopo gli interventi di chirurgia addominale con tecnica laparoscopica; infatti, il gas iniettato nella cavità addominale per distendere le pareti e migliorare la visione interna potrebbe irritare alcune strutture nervose le quali finiscono per provocare dolore in sede scapolare.

Un'altra causa poco comune di dolore alla scapola è la riacutizzazione, con tipica eruzione cutanea, del virus herpes zoster (fuoco di Sant'Antonio), riacutizzazione che colpisce ovviamente coloro che sono già venuti a contatto in passato col virus suddetto.

Infine, si segnalano come ulteriori potenziali cause di dolore scapolare condizioni come i linfomi, il tumore dell'esofago e le metastasi ossee derivanti da tumori quali quello del seno, del polmone, dell'esofago e del colon.

Sintomi e Complicazioni

Come si presenta il Dolore alla Scapola: Caratteristiche

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/12/13/dolore-alla-scapola-sintomi-orig.jpeg Shutterstock

Le caratteristiche del dolore alla scapola variano in base alle cause che l'hanno provocato.

In situazioni come gli infortuni muscolo-scheletrici, il paziente potrebbe avvertire una sensazione dolorosa paragonabile a un indolenzimento o a un dolore di tipo sordo; se l'infortunio è grave, come per esempio una lesione di un muscolo della cuffia dei rotatori, il dolore è classicamente a spillo (come qualcosa che punge) e si presenta tutte le volte che si esegue un determinato movimento di spalla.
Un'altra caratteristica tipica del dolore scapolare da infortunio muscolo-scheletrico è il suo accentuarsi alla palpazione: toccando il muscolo o i tendini interessati, il fastidio aumenta.

In presenza di infortuni osteo-articolari, il dolore potrebbe essere acuto, se è dovuto a una frattura dell'osso scapolare, oppure sordo o pungente, se è connesso a lesioni delle componenti articolari della gleno-omerale o a forme di artrite.
Anche in questi frangenti, la sensazione dolorosa tende ad accentuarsi in occasione di determinati movimenti di spalla.

Per quanto concerne il dolore scapolare di natura viscerale, i connotati di questo sintomo sono estremamente variabili: per esempio, potrebbe essere una sensazione trafiggente come nel caso di un infarto del miocardio oppure un dolore bruciante come in occasione di un interessamento di strutture nervose.
In linea generale, due fattori aiutano a distinguere questa tipo di dolenzia e di circostanze: la persistenza del dolore nonostante il riposo (un muscolo dolente tenuto a riposo, dopo 24-48 tende a migliorare) e l'associazione ad altri sintomi, talvolta anche sistemici, preoccupanti.

Sede del Dolore alla Scapola

A seconda delle cause, il dolore alla scapola può localizzarsi sul bordo mediale dell'osso (nelle vicinanze del rachide toracico), sull'angolo inferiore, sull'angolo laterale (nei pressi della cavità glenoidea e nelle vicinanze dei tendini d'inserzione della cuffia dei rotatori) o in posizione più o meno centrale (il cosiddetto dolore tra le scapole).

In genere, la sensazione è monolaterale, ossia interessa una scapola soltanto; più raramente, è bilaterale: ciò può osservarsi, per esempio, quando il sintomo è dovuto a un'attività sportiva di sollevamento pesi incentrata eccessivamente sui movimenti di tirata con gli arti superiori (si tratta di gesti che stimolano fortemente i muscoli che controllano l'adduzione e la depressione scapolare).

Dolore alla Scapola e Sintomi associati

Il dolore scapolare di natura muscolo-scheletrica e quello di origine osteo-articolare tende ad associarsi a sintomi quali:

  • Limitazione del movimento della spalla;
  • Senso di debolezza lungo il braccio;
  • Rumori articolari o provenienti dalla scapola durante il movimento (scapola a scatto).

Per quanto concerne i potenziali sintomi associati al dolore alla scapola di natura viscerale, il discorso è più complesso, in quanto le diverse condizioni causali sopra riportate si caratterizzano molto spesso per quadri sintomatologici ricchi di manifestazioni, che è impossibile riportare in questo articolo incentrato sul dolore scapolare.
Ci si limiterà, quindi, a considerare una situazione soltanto: l'infarto del miocardio.
Sintomi tipici di attacco di cuore sono: dolore al petto, dispnea da sforzo ma talvolta anche a riposo, palpitazioni, sudorazione profusa; tra i sintomi meno comuni, oltre al dolore scapolare, si segnalano: dolore mandibolare, dolore lungo il braccio (generalmente quello sinistro), vertigini, nausea, vomito, dolore alla schiena e/o al collo.

Diagnosi

Riconoscere le Cause del Dolore Scapolare: la Diagnosi

In genere, la diagnosi delle cause di un dolore scapolare comincia dall'anamnesi e dall'esame obiettivo.

Se ben condotte, queste due indagini forniscono al medico informazioni molto importanti, talvolta anche sufficienti a stabilire il quadro clinico presente (è il caso per esempio di un dolore dovuto a un sovraccarico dei muscoli scapolari).

Gli eventuali approfondimenti dipendono da quanto emerso durante anamnesi ed esame obiettivo; a seconda delle circostanze, potrebbero trovare impiego tecniche di diagnostica per immagini (TAC, risonanza magnetica, raggi X, ecografia, densitometria ossea ecc.), esami di laboratorio, altri esami strumentali organo-specifici (elettrocardiogramma, ecocardiografia ecc.).

Un dolore scapolare di natura viscerale, specie se dovuto a una sofferenza di un organo vitale (cuore, polmoni, fegato) o dell'apparato digerente (pancreas o stomaco), richiede un iter diagnostico peculiare e spesso molto articolato, il cui obiettivo è delineare con precisione e in breve tempo lo stato di salute del paziente.

Dolore alla Scapola: perché è importante individuare le Cause?

L'identificazione della precisa causa di un dolore alla scapola permette al medico di pianificare il trattamento più appropriato.

L'adeguatezza della terapia incide fortemente sulla probabilità di guarigione, specie quando si parla di condizioni rilevanti dal punto di vista clinico (è il caso, per esempio, di un infarto del miocardio in corso).

Terapia

Dolore alla Scapola: Rimedi e Cure

Il trattamento di un dolore alla scapola varia in funzione della causa scatenante.

In presenza di dolori di natura muscolo-scheletrica od osteo-articolare (circostanze più comuni), le possibilità terapeutiche spaziano dalla terapia conservativa, nei casi meno gravi, a quella chirurgica, nelle situazioni più estreme.

In presenza di dolori di natura viscerale, invece, l'aspetto terapeutico diviene più complesso e tra i trattamenti possibili potrebbero rientrare cure farmacologiche specifiche, interventi di chirurgia oncologica, chemioterapia, radioterapia, interventi di cardiochirurgia ecc.
Vale la pena ricordare che in tali situazioni il dolore alla scapola è un sintomo riferito che esprime la sofferenza di un organo interno.

Terapia Conservativa per le Cause più comuni di Dolore alla Scapola

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/12/13/dolore-alla-scapola-terapia-orig.jpeg Shutterstock

Tale sezione si concentra volutamente solo sui trattamenti conservativi più classici per il dolore scapolare di natura muscolo-scheletrica od osteo-articolare, in quanto trattasi dei fattori causali più comuni per questo tipo di sintomo.

I trattamenti in questione sono:

  • Riposo da tutte quelle attività che evocano dolore;
  • Fisioterapia basata su terapia manuale e, a seconda delle circostanze, esercizi di: mobilità articolare per la spalla, rinforzo dei muscoli scapolari, rinforzo e ricondizionamento tendineo dei muscoli della cuffia dei rotatori, stretching dei tessuti periarticolari della spalla ecc.
  • Applicazione di ghiaccio sulla zona dolente.

Consultando prima il proprio medico di base, è possibile anche ricorrere all'assunzione di un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS), allo scopo di contrastare il dolore e alleviare l'infiammazione; questo rimedio è particolarmente indicato nelle prime fasi del dolore, al suo esordio, quando il sintomo è particolarmente fastidioso.

Chirurgia per le Cause più comuni di Dolore alla Scapola: Quando Serve?

Alcune cause di dolore scapolare di natura muscolo-scheletrica od osteo-articolare richiedono la chirurgia; in particolare, ciò si verifica quando il trattamento conservativo ha effetti limitati (o non ne ha affatto) e la sintomatologia dolorosa, di conseguenza, persiste.

Esempi di condizioni di questo genere sono:

  • Le lesioni a tutto spessore (ossia totali) dei tendini della cuffia dei rotatori;
  • Le lesioni gravi del cercine glenoideo;
  • Le forme gravi di scoliosi.

Prognosi

Nella maggior parte dei casi, il dolore alla scapola è un sintomo di condizioni non particolarmente allarmanti dal punto di vista clinico, le quali, con un adeguato piano terapeutico, si risolvono in poco tempo senza complicanza alcuna.

È giusto però ricordare che questo sintomo può rientrare anche tra le manifestazioni di patologie clinicamente rilevanti, che richiedono un intervento terapeutico immediato e il cui esito non è sempre benevolo.
In considerazione di ciò, si ricorda per l'ultima volta, anche per evitare inutili allarmismi, che il dolore alla scapola riscontrato in queste circostanze clinicamente rilevante si combina sempre ad altri sintomi, molto più preoccupanti, e a uno stato di malessere generale notevole.

Autore

Dott. Antonio Griguolo
Laureato in Scienze Biomolecolari e Cellulari, ha conseguito un Master specialistico in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza