Differenze fra stress acuto e stress cronico

Differenze fra stress acuto e stress cronico
Ultima modifica 03.01.2024
INDICE
  1. Introduzione
  2. Che cos'è lo stress
  3. Il ruolo degli ormoni
  4. Differenza tra stress cronico e stress acuto
  5. Sintomi dello stress acuto
  6. Sintomi dello stress cronico
  7. Che cosa succede a livello fisico
  8. Cause dello stress acuto
  9. Cause dello stress cronico
  10. Come affrontare lo stress
  11. Consigli utili

Introduzione

Comunemente si usa la parola stress per definire molte condizioni differenti, ma in realtà lo stress vero e proprio è una reazione psicofisica ben precisa, caratterizzata da sintomi definiti. A differenza di quanto si pensa solitamente, non ne esiste un solo tipo, ma si distingue fra stress cronico e stress acuto.

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità.

Che cos'è lo stress

Lo stress è una reazione psicofisica che permette all'organismo di adattarsi alle sollecitazioni che vengono imposte dall'interno o dall'esterno. Lo stress è una reazione che si verifica quando qualcosa attiva la risposta di lotta o fuga del corpo.  Fa battere il cuore e mette in allerta.

Entro certi limiti, ha una funzione benefica, aiutando la persona ad attivare le sue risorse e guidandola nella risoluzione dei problemi. Tuttavia, se diventa eccessivo provoca conseguenze dannose per la salute.

In questa condizione si percepisce una discrepanza, più o meno reale e più o meno intensa, tra le situazioni che si è chiamati ad affrontare e che il soggetto percepisce come eccessive e le proprie risorse personali, biologiche, psicologiche e sociali.

Il ruolo degli ormoni

Di fronte a eventi imprevisti e/o difficili, si verificano una serie di reazioni biochimiche che, a loro volta, portano le ghiandole surrenali a produrre una maggiore quantità di adrenalina e di cortisolo. La prima mette i sensi all'erta, aumenta la resa e le performance personali, fa scattare i muscoli, alza il livello di attenzione.

Il cortisolo, invece, inibisce le funzioni corporee non indispensabili nel breve periodo, garantendo il massimo sostegno agli organi vitali, e incrementa la quantità di energia.

Alla lunga, questa iperproduzione di adrenalina e cortisolo può logorare mente e corpo.

Differenza tra stress cronico e stress acuto

Lo stress acuto è lo stress che compare come conseguenza diretta di una situazione o di un evento specifico. Per esempio, si parla di stress acuto quando si è in ritardo per un appuntamento importante e si iniziano ad avvertire sintomi come ansia, nervosismo, tachicardia e difficoltà di concentrazione

Lo stress cronico invece non è legato a una circostanza singola e specifica, ma è il risultato di un'esposizione ripetuta a situazioni stressanti e degli ormoni rilasciati dal corpo durante ogni episodio stressante. Molte cose possono portare allo stress cronico, inclusi fattori come relazioni difficili, richieste di lavoro e preoccupazioni finanziarie.

Esiste anche lo stress buono.

Sintomi dello stress acuto

Lo stress acuto e cronico condividono alcuni sintomi sovrapposti. Tuttavia, i sintomi dello stress cronico durano più a lungo e possono essere più difficili da gestire. 

Sintomi dello stress cronico

Nel corso del tempo, lo stress cronico può portare a ulteriori complicazioni, come: aumento o perdita di peso, ipertensione, colesterolo alto, acne e altri problemi della pelle, calo del desiderio sessuale, ipertiroidismo, ulcera allo stomaco, problemi digestivi, malattie del cuore, diabete di tipo 2.

Che cosa succede a livello fisico

Lo stress porta a una sorta di contrazione. L'organismo reagisce come se dovesse far fronte a una situazione di pericolo, quindi, si irrigidisce. I primi sintomi riguardano proprio questo senso di irrigidimento.

I più diffusi? Mal di di schiena, vertigini, tensioni muscolari, lombalgia, insonnia, stanchezza, ipertensione,disturbi sessuali, disturbi riproduttivi, affaticamento, tachicardia, dolori e disturbi digestivi, sudorazione delle mani.

Cause dello stress acuto

  • Incidenti automobilistici
  • Emergenze mediche
  • Scadenze lavorative
  • Spese impreviste
  • Eventi importanti, come un matrimonio, la nascita di un figlio, un divorzio, un nuovo lavoro, il pensionamento, i problemi sessuali, un lutto
  • Traffico intenso
  • Viaggi
  • Fattori fisici, come il freddo o il caldo intenso, l'abuso di fumo e di alcol, le disabilità fisiche 

Una vasta gamma di cose può causare stress acuto. In generale, lo stress acuto è una reazione a situazioni difficili da gestire ma temporanee come quelle elencate sopra.  

 

Cause dello stress cronico

  • Lavori impegnativi
  • Difficoltà finanziarie
  • Rapporti personali tesi
  • Situazioni di vita instabili
  • Malattia cronica
  • Fattori ambientali, come catastrofi e cataclismi naturali, il fatto di vivere in ambienti rumorosi e/o inquinati; il non avere una casa

Lo stress cronico è una reazione a fattori di stress a lungo termine, che mantengono il corpo in allerta per un periodo prolungato.

Come affrontare lo stress

Di fronte ai primi sintomi dello stress è importante non far finta di nulla perché in caso contrario la situazione potrebbe sfuggire di manoe sfociare in uno stress cronico che minaccia il benessere personale, oltre che la salute. Se lo stress diventa cronico, infatti, arriva a indebolire tutto il sistema immunitario, il naturale sistema di difesa, e l'intero organismo.

L'ideale dunque è attivarsi ai primi campanelli di allarme, in modo che la situazione non degeneri. Chiedersi come si sta realmente e quali sono i propri reali desideri. Una volta fatta chiarezza dentro se stessi, iniziare ad agire per cambiare in meglio la propria esistenza.

Ecco come affrontare lo stress da rientro.

Ecco come rilassare il sistema nervoso in maniera naturale. 

Consigli utili

  • Imparare a fare una cosa per volta.
  • Concentrarsi sull'attimo, combattendo con la propria testa, che spesso è già proiettata sul dopo.
  • Delegare le mansioni che possono essere fatte anche da altri, sia in ufficio sia a casa.
  • Ritagliarsi ogni giorno delle piccole pause per dedicarsi ad attività piacevoli.