Come combattere la ritenzione idrica dopo aver mangiato salato?

Come combattere la ritenzione idrica dopo aver mangiato salato?
Ultima modifica 22.05.2024
INDICE
  1. Quali abitudini favoriscono la ritenzione idrica?
  2. Quali rimedi contro la ritenzione idrica?
  3. Quali attività scegliere contro la ritenzione idrica?
  4. Bere acqua e limone
  5. Mangiare cibi ricchi di potassio
  6. Evitare cibi troppo zuccherati

Quali abitudini favoriscono la ritenzione idrica?

Le cause scatenanti sono diverse ma indubbiamente lo stile di vita gioca un ruolo fondamentale. Tra le cattive abitudini che contribuiscono a favorirla c'è il mangiare cibi troppo salati. Quando questo avviene il fenomeno si accentua e anche se il più delle volte si tratta di un evento momentaneo può non essere piacevole.

La ritenzione idrica è comunemente definita come la tendenza ad accumulare liquidi nell'organismo. Si tratta di una condizione che interessa un numero molto alto di persone, principalmente di sesso femminile, e che spesso viene confusa con il sovrappeso.

In generale per contrastarla è necessario rivedere il proprio stile di vita ma esistono alcuni accorgimenti che consentono di migliorare la situazione dopo un pasto particolarmente salato.

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità.

Quali rimedi contro la ritenzione idrica?

Quali attività scegliere contro la ritenzione idrica?

Dopo un pasto abbondante ideale anche una passeggiata, mentre è meglio evitare esercizi troppo intensi, che se fatti a stomaco pieno possono causare crampi.

Mantenere il corpo in movimento contribuisce a contrastare la ritenzione di liquidi in eccesso. Attività come jogging, bicicletta o ellittica non solo aiutano la circolazione, ma aumentano la sudorazione, che a sua volta favorisce il rilascio dei liquidi attraverso la pelle.

Bere acqua e limone

Questo mix che si prepara in pochi secondi è perfetto per ridurre il gonfiore perché aiuta a rimanere idratati, rendendo il corpo meno propenso a trattenere l'acqua, e i reni a eliminare i liquidi in eccesso.

Mangiare cibi ricchi di potassio

Il potassio aiuta il corpo a regolare i liquidi, quindi ingerire cibi che ne siano ricchi è molto utile quando si trattiene troppa acqua. Uno studio pubblicato nel numero di luglio 2011 di Archives of Internal Medicine riporta che consumare troppo sodio e troppo poco potassio aumenta il rischio di sviluppare malattie cardiache.

Gli alimenti ricchi di potassio, ma poveri di sodio, sono i fagioli bianchi, le verdure a foglia verde, lo yogurt bianco, il salmone, i broccoli, il melone, gli agrumi, le banane e le more.

Evitare cibi troppo zuccherati

Quando si soffre di ritenzione idrica, soprattutto dopo un pasto particolarmente salato, è meglio stare alla larga da cibi ricchi di zuccheri come i dolciumi e in generale prodotti preparati con farina bianca perché tendono a causare ancora più ritenzione di liquidi.