Come capire se il mal di schiena è grave?

Come capire se il mal di schiena è grave?
Ultima modifica 26.01.2024
INDICE
  1. Campanelli d’allarme
  2. Patologie gravi che possono provocano il mal di schiena

Il mal di schiena, o dolore lombare, è un problema comune, al punto che oltre l'80% della popolazione lo prova almeno una volta nella propria vita.

Molti purtroppo ci convivono decisamente più spesso, a causa di eventi o condizioni che raramente devono essere interpretate come spia di qualcosa di grave.

Tuttavia non è sempre così e per questo è meglio conoscere la propria situazione, così da capire quando sia il caso o meno di rivolgersi a un medico e agire tempestivamente sottoponendosi a esami diagnostici specifici prima che la situazione peggiori.

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità.

Campanelli d’allarme

  • Dolore molto intenso
  • Dolore persistente
  • Dolore che non migliora neanche a riposo o durante la notte
  • Febbre
  • Mancato o difficile controllo di gambe o sfinteri
  • Intorpidimento della zona inguinale o dei glutei

L'intensità del dolore non sempre è proporzionata alla gravità della situazione e un dolore molto elevato non è per forza un segnale che la lombalgia nasconda qualcosa di più serio.

Per fugare ogni dubbio però, se il dolore è particolarmente elevato è meglio rivolgersi a un medico. Non riuscire più a svolgere molte azioni quotidiane basiche o avere difficoltà perfino ad alzarsi da letto sono indicatori che qualcosa non va e che sarebbe meglio non temporeggiare.

Solitamente il dolore alla schiena, se non è nulla di preoccupante, si risolve in un tempo medio breve. Se invece persiste per almeno sei settimana, non si placa progressivamente o tende a peggiorare nel tempo meglio rivolgersi a un medico che possa disporre di accertamenti più specifici.

Spesso il mal di schiena passa o migliora quando ci si corica o ci si pone in una condizione di riposo. Se però questo non succede o, al contrario, il dolore aumenta quando ci si rilassa o nel corso della notte è necessario indagarne le cause, che in molti casi si trovano in infiammazioni lombari o sciatiche.

Un altro campanello d'allarme da non sottovalutare è il dolore, soprattutto se nelle fascia bassa della schiena, accompagnato da febbre costante. Questo evento potrebbe infatti nascondere un'infezione della zona lombare.

Se oltre al dolore si zoppica o si fatica a controllare le gambe potrebbe trattarsi di un'ernia o di un malfunzionamento del sistema nervoso. Questi ultimi sintomi potrebbero anche indicare la presenza di lesioni o la compressione del midollo spinale, soprattutto se si è reduci da un infortunio o incidente che potrebbe aver danneggiato la colonna vertebrale.

La stessa cosa vale se non si riescono più a controllare gli sfinteri, se si ha maggiore difficoltà del solito a farlo o si sviluppano episodi di incontinenza.

Perché ho il mal di schiena se mi alzo da seduto?

Perché ho mal di schiena quando mi alzo da letto?

Patologie gravi che possono provocano il mal di schiena

In senso generico in mal di schiena, benché soprattutto se cronico sia particolarmente fastidioso, non deve assolutamente preoccupare.

Queste patologie però potrebbero avere nel dolore lombare uno dei sintomi, anche se si tratta di casi abbastanza rari.

Ecco come far passare il mal di schiena.

Ecco quanti giorni può durare il mal di schiena